Social: un sostegno alla solidarietà ed all’informazione

Social: un sostegno alla solidarietà ed all'informazioneIn questi giorni si legge molto sul web del terremoto che ci ha tutti colpito, chi fisicamente e chi psicologicamente, io non riesco a dormire bene dalla notte del 20 maggio.

Sono moltissimi i messaggi che si leggono nel web, di solidarietà, di paura e di speranza, si trovano informazioni, opinioni, polemiche e anche se la terra a continua a tremare, il fatto di poterne parlare, in qualche modo, fa sentire un po’ meno soli.

Ancora una volta il web resta il canale più usato per formare ed informare ed ancora al primo posto  i social network come  Facebook e Twitter ,il mezzo più veloce leggere messaggi dedicati a tutti quelli coinvolti in questo tragico evento che sembra non avere ancora fine.

La rapidità con cui le informazioni si diffondono, ha dato prova che questi potentissimi canali di informazione sono stati un mezzo importante per avere un contatto diretto con il territorio dell’Emilia, pensiamo ad esempio a chi ha parenti in quella zona e si trova a vivere in un altro paese, sicuramente un aiuto all’informazione non indifferente.

Ancora una volta hanno dimostrato di esser dei potentissimi  mezzi della comunicazione, divulgando commenti, situazioni tragiche e paure dei cittadini dell’Emilia, quando i media tradizionali facevano fatica a mappare le zone colpite dalle scosse.

Un sostegno grandissimo quelle dei Social  a dimostrazione che l’Italia on line ed offline è in grado di affrontare situazioni drammatiche e trovare soluzioni immediate stringendosi attorno a quelle povere persone in un coro di solidarietà.

Tutti  in facebook ed in Twitter quindi a dire la loro e a dimostrare che l’informazione dei Social ha ormai raggiunto una fase di maturità.

Con l’hashtag #terremoto sono passate informazioni di tutti i tipi: utili, come quelle dell’Avis (Associazione Volontari Italiani di Sangue) per la richiesta di donatori di sangue, personali, (sul pensiero di abbandonare l’Italia per sempre e fuggire in qualche paese straniero) poetiche.

Ancora una volta quindi il popolo delle rete ha reso internet migliore, ha dato al mondo il suo contributo a migliorare l’informazione e a divulgare un messaggio di vita per infondere il coraggio di ricostruire il proprio futuro!

Alessia

Scritto da    |   giugno 7th, 2012   |   Nessun commento
Alessia Comoretto

Lascia un commento