SEOMantica: Evoluzione delle formule del ranking nella SEO

Inizio con oggi una serie di pubblicazioni settimanali relative al mio intervento al V ConvegnoGT sulla SEOMantica. Inizio, anzi continuo, solo ora perché questo lavoro di redazione, purtroppo, è stato frainteso dallo staff di WordPress.com come attività di spam sul vecchio mio blog (si vede che non hanno tollerato l’inserimento delle slide e i link a slideshare interpretandolo erroneamente come SPAM: infatti lo scopo era quello di avere sempre sotto mano le slide del corso per sfogliarle durante la lettura). Poco male, questo ha portato alla costruzione di questo blog, che è decisamente un passo avanti! 🙂

Formule SEO per il Ranking su Google

L’evoluzione delle formule del ranking per il posizionamento sui motori di ricerca (Slide 3-8)

Naturalmente è una forte semplificazione, ma ad ogni modo permette di avere una panoramica generale di come Google (quando parlo di motori di ricerca è sempre lui il protagonista se non diversamente espresso) ha modificato i suoi algoritmi nella determinazione dell’ordinamento delle sue SERP (pagine dei risultati delle ricerche).

1996-2000 = CONTENUTI

2000-2003 = CONTENUTI + LINK POPULARITY (LP)

2003-2006 = (CONTENUTI + LP) / PENALTY (PNY)

2006-2008 = (CONTENUTI + LP + TRUST (TR)) / PNY

2008-2010 = [(CONTENUTI + LP + TR) x SPEED)] / PNY

Vediamo nei dettagli…

CONTENTI, mi riferisco a tutto quanto inserito all’interno della pagina, la classica ottimizzazione onsite. Quindi nel dettaglio: Tag Title, Meta Tag (Keywords, Description), Keyword Density e Keyword Frequency (frequenza del termine ricercato all’interno del contenuto della pagina).

LINK POPULARITY (LP), si intende l’elaborazione di tutti quei collegamenti ipertestuali (links) che una determinata pagina riceve: quantità dei backlinks ricevuti, Google Pagerank (algoritmo storico di Google), Anchort text dei backlinks (è la parola chiave che viene linkata, quella cliccabile sul link).

PENALTY (PNY), tutti quegli algoritmi volti a combattere lo SPAM, quindi a contrastare: Keyword Stuffing (ripetizioni troppo assidue di parole chiave), Doorways (pagine di reindirizzamento automatico) e Cloaking (tecnica di reindirizzamento avanzata che indentifica l’utente e in base al riconoscimento gli offre una pagina “normale” se è un utente reale, oppure una pagina estremamente ottimizzata nel caso il visitatore fosse uno spider/motore di ricerca)

TRUST (TR), è quell’algoritmo ideato da Yahoo! ma poi messo in atto da Google che determina l’autorevolezza di un sito mediante un calcolo di vicinanza in termini di link a siti autorevoli per antonomasia. Ho trattato questo argomento diverse volte: Fai che il Trustrank sia con te!

SPEED, con l’introduzione di Google Caffeine il motore di ricerca punta molto sulla velocità di risposta e caricamento delle pagine, se i tempi non sono idonei alle esigenze del cliente, anche se si ha un ottimo contenuto per quella ricerca, questa verrà superata da siti più veloci (è certamente un’estremizzazione anche questa).

Qui le slide:

Qui il video introduttivo dell’intervento (come al solito ero un po’ troppo emozionato 🙁 ) dove proprio inizio col parlare di questa evoluzione:

Resto a tua disposizione per qualsiasi chiarimento in merito,
alla prossima puntata. 🙂

Un abbraccio,
Michele

Scritto da    |   agosto 13th, 2011   |   1 Commento
Michele De Capitani

One Response to SEOMantica: Evoluzione delle formule del ranking nella SEO

Lascia un commento