Passaggio obbligatorio a protocollo HTTPS

Perché sarà obbligatorio passare a protocollo HTTPS

A partire da ottobre 2017, Chrome (versione 62) mostrerà l’avviso “NON SICURO” quando gli utenti inseriscono del testo in un modulo su una pagina HTTP e su tutte le pagine HTTP aperte con la modalità di navigazione in incognito.

Protocollo HTTPS

URL sul tuo sito che includono campi di immissione del testo (come < input type=”text” > o < input type=”email” >) attiveranno il nuovo avviso di Chrome.
Questo potrebbe scoraggiare gli utenti del tuo sito ad inserire dati nel form ed anche ad abbandonare la pagina, facendo perdere potenziali contatti.
Il cambiamento è stato dovuto ad una forte presa di posizione da parte del motore di ricerca, la cui opinione è che la navigazione web debba essere un’esperienza privata tra utente e sito, e non possa essere soggetta a spionaggio, attacchi e modifica dei dati.

protocollo HTTPS

I motivi della decisione

La protezione degli utenti è una priorità per Google, il quale ha sempre investito per fare in modo che i suoi servizi usassero innovativi ed alti livelli di sicurezza, come il criptaggio HTTPS di default. Questo significa che gli utenti che utilizzano le ricerche di Google, Gmail e Google Drive, per esempio, beneficiano di una connessione sicura a Google. Oltre agli elementi di sua proprietà, Google ha lavorato per rendere Internet più sicuro nella sua totalità: una grossa parte di ciò si è concretizzata nel voler rendere sicuro ogni sito raggiungibile tramite il motore, creando per esempio risorse per aiutare i webmaster a prevenire ed aggiustare le ‘falle’ di sicurezza dei propri siti.

Ma Google è andato oltre: nella conferenza ufficiale del 2014, ha annunciato di voler fare in modo che il protocollo HTTPS fosse utilizzato ovunque sul web, incoraggiati anche dal fatto che molti webmaster lo avevano già implementato nel proprio sito. Quindi, negli ultimi mesi del 2014 Google ha condotto dei test tenendo in considerazione il caso in cui il sito usasse connessioni sicure e criptate come un segnale inficiante all’interno degli algoritmi di posizionamento. Avendo ottenuto risultati positivi, hanno iniziato a considerare l’HTTPS come fattore di posizionamento.

Hai già effettuato il passaggio? Faccelo sapere nei commenti!

 

Scritto da    |   agosto 28th, 2017   |   Nessun commento
Luca Scaccabarozzi

Lascia un commento

corsoconsulente

 
corsoconsulente

VERTICE ANNUALE

Sei un imprenditore? Hai speso i tuoi soldi online senza avere risultati?
Queste informazioni sono Vitali per investire bene il tuo denaro…

MAGGIORI DETTAGLI

SEI UN IMPRENDITORE?