News Feed di Facebook: Aggiornamento Algoritmo Maggio 2017

Qualche giorni fa era Google chi annunciava cambiamenti nell’algoritmo per  l’impatto delle “fake news”. Adesso, anche Facebook fa un passo in più per aiutare i publisher con contenuti affidabili a veicolare le loro notizie, spiegando come devono essere i post e inserzioni per rispettare gli Standard della comunità. Queste linee guida arrivano poche ore dopo che il social di Zuckerberg annunciasse l’aggiornamento del modo in cui viene composto il News Feed, un tentativo di penalizzare, tra gli altri, gli editori che fanno uso di tecniche di clickbait.

I seguenti sono i requisiti con i quali è stato aggiornato l’algoritmo del News Feed di Facebook. E’ importante notare che questi elementi sono considerati in base ai comportamenti che ogni utente ha avuto in passato sulla piattaforma, al modo in cui ha interagito con un determinato editore e anche in base ai suoi interessi. Il contenuto che si vuole condividere con i propri clienti/fan/target si valuterà in base a se risulta:

Informativo: se vuoi arrivare all’utente, il contenuto deve fornire informazioni di valore a quella persona in particolare, in base ai suoi interessi.

Significativo: si considererà se e come l’utente ha interagito in passato con una determinata pagina, persona o editore. Se ha condiviso contenuti di tale origine o di origini simili.

Preciso: il gigante dei social penalizza la disinformazione perché va contro l’interesse e la fiducia degli utenti.

Autentico: Facebook invita i publisher a veicolare contenuti autentici perché questi sono preferiti dagli utenti. In riferimento proprio al clickbaiting, fa presente che l’autenticità non è solo nel contenuto ma anche nella forma in cui questo viene presentato:  titolo e anteprime devono essere attinenti e un riflesso chiaro del contenuto condiviso.

Sicuro: il contenuto veicolato non deve rappresentare un rischio per gli utenti.

Rispettoso: Facebook non mostrerà certi tipi di contenuti a determinati gruppi di utenti. In base alle preferenze espresse, interessi e modi in cui hanno interagito in passato questi utenti con contenuti simili, Facebook li escluderà dalle audience per contenuti con nudità, violenza..

Un altro big per un web più affidabile e più sicuro.

Scritto da    |   maggio 23rd, 2017   |   Nessun commento
Alba Lorente

Lascia un commento