Link building per la SEO. I criteri di importanza

Come tutti sappiamo, i link sono stati, fin dagli anni 90, un elemento che è servito ai motori di ricerca come criterio per la valutazione di un sito web, della sua importanza e della sua utilità. In sostanza un voto, a dimostrazione che il web ha sempre avuto, più o meno, un carattere prettamente democratico nell’attribuzione dell’ autorità. I motori di ricerca successivamente si sono evoluti, ed hanno individuato degli algoritmi cosi sofisticati che hanno fatto della link building una vera e propria arte nell’attribuire la giusta popolarità di un sito. Possiamo dire che le cose sono  cambiate in meglio, probabilmente in maniera più democratica; sicuramente più attenta ai contenuti delle pagine. Elemento essenziale delle SERPs che incontriamo ogni giorno.

Non sempre pero i link sono stati valutati correttamente dai motori di ricerca negli ultimi anni. Fino ad un paio di anni fa, un link non buono (proveniente da pagine non a tema)  oppure un nofollow riusciva in qualche modo a passare link juice ed aiutare un sito nel Ranking.

Nonostante questo, possiamo individuare comunque dei criteri che hanno sempre avuto valore, anche se non conosciamo “tutti” i criteri che i motori di ricerca attribuiscono ai link per il posizionamento di un sito.

1)      Contenuti. Creare buoni contenuti che aiutano gli utenti nella soddisfazione dei loro bisogni che sono le informazioni, gli acquisti e la navigazione è sempre stato un criterio molto forte.

2)      Popolarità. Un sito importante è visto di buon occhio dai motori di ricerca. Ottenere link specifici è importante, ma per aumentare il Trust e l’autorevolezza bisogna avere dei partners potenti. (pensiamo a siti .gov. .edu.)

3)      Popolarità specifica e tematicità. Link da siti correlati e nematicamente affini sono molto meglio di link generici e non strutturati sulle pagine. Quindi sicuramente adottare questa strategia di base: link generici > pagine Home e di categoria; link specifici > pagine in profondità.

4)      Anchor text. Un elemento di primaria importanza è l’anchor text con cui si costruisce una strategia di backlinks. Se diversi link puntano su una pagina con una anchor text sbagliata  quasi sicuramente non otterremo benefici dai nostri sforzi, contrariamente, se decine di links puntano su una pagina con la giusta keywords, probabilmente quella pagina raggiungerà un buon Ranking sulle SERPs. Pensate solamente ad una ricerca con termini “clicca qui” e vedrete pagine che sono salite in alto nei motori di ricerca solamente per inbound links.

5)      Autorità dei domini. Guadagnare links da domini autorevoli darà una buona accelerata al Ranking

6)      Vicinato. Chi sono i nostri amici? E’ bene scegliere accuratamente i siti a cui linkare e quelli da cui guadagnare links. Avere un buon vicinato è essenziale.

link building per la SEO

Nel 2011 i criteri di importanza cambiano con l’introduzione di nuovi algoritmi più sensibili ai contenuti (Google panda e successivi aggiornamenti per i siti di medie dimensioni) e rispetto alla tematicità dei siti che ci linkano spontaneamente, ovvero al nostro “quartiere”

posizionamento e link building

Previsoni più lontano del 2011, in un’ottica di cambiamento costante come è sopratutto Google in questo periodo, non è possibile farne, probabile comunque che la sensibilità riguardo all’aspetto semantico delle parole chiave che formano i contenuti del web non diminurà.

A presto

Franco

 

Scritto da    |   luglio 6th, 2011   |   1 Commento

One Response to Link building per la SEO. I criteri di importanza

Lascia un commento