Ecco come l’attività fisica rende il tuo cervello più grande, forte, e migliore

getty_513730069_2000133320009280405_97771

Nuove ricerche stanno cementando l’idea che inserire regolare attività fisica nella tua routine quotidiana potrebbe essere una delle cose migliori per mantenere in salute il tuo cervello.

I dottori raccomandano da tempo di alzarsi dal divano e fare esercizio se si vuole ridurre il rischio di comuni problemi fisici, quali mancanza di equilibrio o mal di schiena. Ora, tuttavia, gli esperti stanno raccogliendo nuovi dati sul modo in cui l’allenamento fa effetto sul cervello, e hanno trovato che andare in palestra o utilizzare un video di fitness ha buone possibilità di costruire e mantenere un cervello che funziona meglio.

Ormoni e genetica.

L’attività fisica ha una forte influenza sulla produzione ormonale nel corpo. Essa stimola la creazione di sostanze quali ad esempio serotonina, dopamina, e norepinefrina. Queste sostanze chimiche possono migliorare il tuo umore, ed hanno un impatto positivo in aree quali percezione, eccitazione, motivazione, e attenzione. Al contempo, fare esercizio riduce i livelli di altri ormoni come il cortisolo. Questo ormone può danneggiare le cellule nell’ippocampo, una delle aree che i neuroscienziati associano principalmente alla memoria e all’apprendimento, quindi mantenerlo sotto controllo può avere un effetto protettivo sulle tue performance cognitive.

Gli ormoni stimolano inoltre il tuo corpo a creare una maggiore quantità di una specifica proteina conosciuta come fattore neurotrofico cerebrale (BDNF). Questa proteina aiuta i neuroni nel cervello a crescere; infatti, gli scienziati la hanno rinominata “Miracle-Gro per il cervello.” Essa rende più forti le sinapsi che collegano questi neuroni tra loro. I ricercatori credono che questo sia in parte dovuto al fatto che i chetoni, prodotti durante l’attività fisica come derivato del catabolismo dei grassi, impediscono a certe molecole di bloccare l’attività del gene associato al BDNF. Più nello specifico, la produzione di BDNF appare ottimale con un più intenso esercizio aerobico, in particolare in sessioni che durino un’ora o più. Sollevamento pesi e attività simili potrebbero inoltre essere benefici, in quanto gli esperti hanno dimostrato che possono incrementare la velocità alla quale elabori le informazioni; la chiave per il BDNF e la crescita del cervello sembra essere tuttavia la scelta di esercizi abbastanza duri da includere una componente cardiovascolare—questo vuol dire che devono elevare il tuo ritmo cardiaco.

Ossigeno, glucosio, e insulina.

Sudare si traduce in un aumento di flusso sanguigno al cervello. Di conseguenza, le cellule cerebrali hanno migliore accesso all’ossigeno e all’energia data dal glucosio (zucchero) di cui hanno bisogno. Nonostante ciò, le tue cellule necessitano comunque di una sostanza chiamata insulina per assorbire il glucosio come carburante. Se diventi resistente all’insulina, cosa che può avvenire col consumo eccessivo ed abituale di cibi zuccherati, le tue cellule non riescono più ad avere sufficienti quantità di energia, ed i livelli di zucchero nel sangue possono andare alle stelle. L’insulina gioca inoltre un ruolo nel mantenimento di connessioni robuste tra le cellule cerebrali. La resistenza può quindi significare non essere in grado di elaborare o ricordare bene le informazioni. L’attività fisica, tuttavia, attenua questo problema: se ti alleni abbastanza a lungo e duramente, usi tutto il glucosio immagazzinato nei tuoi muscoli. Il tuo corpo reagisce rendendo i muscoli più sensibili all’insulina, in modo che possano rimuovere il glucosio dal flusso sanguigno e ricostituire le proprie scorte energetiche.

Non c’è modo sbagliato di mettersi in gioco

L’attività fisica influenza molteplici processi nel tuo corpo, inclusa la produzione di ormoni, la risposta all’insulina, e l’assorbimento dell’ossigeno. Questi cambiamenti che provoca non solo proteggono la tua materia grigia, ma possono anche rendere il tuo cervello più grande e forte. Se stai cercando di prevenire un declino cognitivo e performare meglio della tua competizione, allora fa’ una corsa, nuota, gioca con i tuoi figli, oppure prova l’allenamento da sette minuti scientificamente dimostrato.

Qualunque cosa ti piaccia fare, mettiti in movimento! Il tuo cervello ti ringrazierà.

 

Articolo originale su Inc.com

 

Scritto da    |   agosto 27th, 2016   |   Nessun commento

Lascia un commento