La pubblicità tradizionale non funziona più ? Ecco che cosa fare..

Non tutti sanno che Prima Posizione sponsorizza la Pallavolo Padova…

Scuadra Pallavolo Padova

Questa è l’intervista che ho rilasciato proprio all’associazione sportiva di cui siamo sponsor sulla pubblicità tradizionale.

D: Le aziende oggi sono in difficoltà perché l’economia mondiale è in crisi. Non esistono più certezze, la piccola azienda può competere con la grande. Che cosa fare? Dove andare a trovare nuovi clienti visto che i sistemi tradizionali non funzionano più?

R: Fortunatamente esiste un mercato in continua crescita spesso non conosciuto dalle aziende italiane, cresce nell’ordine di due cifre all’anno ed è costituito da circa 28.000.000 di persone.

D: Di che mercato stiamo parlando?

R: Del mercato costituito dalle ricerche che vengono effettuate ogni giorno dalle persone sui motori di ricerca in particolare su Goolge. Per ogni azienda esiste un mercato on line solo che a volte non se né conosce l’esistenza.

D: Bene, Che cosa fa Prima Posizione?

R: Prima Posizione srl si occupa di sviluppare il business on line delle aziende. Partendo dall’analisi del mercato potenziale in termini di volumi di ricerche costruiamo il Piano di Web Marketing adatto per aumentare i contatti e/o le vendite attraverso il web. Il nostro obiettivo è fare in modo che il nostro cliente abbia un ritorno garantito dall’investimento che gli proponiamo. In sostanza aiutiamo le aziende a prendersi quel mercato on line che gli appartiene. Più di 500 clienti tra PMI e multinazionali hanno affidato oggi il proprio business on line a Prima Posizione proprio perché garantiamo un percorso di crescita on line sicuro che porta risultati concreti e misurabili. Aumenta il tuo fatturato adesso, metti il tuo sito in Prima Posizione con Prima Posizione al tuo fianco per la tua crescita on line. Internet è un sistema binario o sei 1 o sei 0, tu cosa vuoi essere?

D: Con quale spirito affrontate l’avventura nella Pallavolo Padova ?

R: Con lo spirito che ci caratterizza il nostro lavoro: passione, determinazione, coraggio e perseveranza e soprattutto fede incrollabile di riuscire. Lo spirito giusto per vincere sempre anche quando il risultato non è favorevole. Per noi è sempre e comunque un momento di crescita. Nello sport come sul lavoro credo che lo spirito con cui si affronta una partita ovvero una sfida sia determinante per il successo o meno di quell’evento. La certezza di riuscire deve sempre essere presente in fondo al cuore. La fede incrollabile di riuscire non deve mai mancare questo fa la differenza.

D: Il vostro lavoro è rivolto ad un costante aggiornamento dei gusti, consumi e abitudini delle persone. Cosa è cambiato negli anni ?

R: L’avvento di Internet e delle ricerche on line attraverso i motori di ricerca ha cambiato completamente il modo di fare business. Le aziende devono ragionare il maniera globale perché il proprio mercato potrebbe essere ovunque questo grazie alla globalizzazione amplificata dai motori di ricerca che oggi ci permettono di trovare qualsiasi cosa sul web. I gusti e i costumi delle persone sono sempre più influenzate dalle correnti che si vengono a creare on line. L’azienda non detta più legge è il consumatore sempre più attento e istruito che decide che azienda merita di rimanere sul mercato attraverso recensioni e feedback che può rilasciare in totale libertà sul web. Oggi tutto si acquista on line attraverso un click, un viaggio, una polizza, un libro, della musica, un biglietto aereo, ci si può informare attraverso un click, si possono trovare nuovi partner e nuove opportunità on line attraverso un click. Il web ha fatto scomparire interi settori e comparire interi mercati derivanti appunto dalle ricerche on line.

D: Il web è destinato a sovrastare gli altri mezzi di comunicazione oppure vi sarà un ridimensionamento ?

R: Credo che il web soppianterà tutti gli altri mezzi di comunicazione entro 10 anni. Con questo non voglio dire che le radio, la tv o i giornali scompariranno, dovranno adattarsi a questo nuovo fenomeno globale che permette alle persone di collegarsi in rete da qualsiasi punto della terra. L’adattamento è già iniziato.. web tv, giornali on line, radio on line. Le aziende investiranno sempre più massicciamente nel web perché è e sarà l’unico mezzo per fare advertising in modo mirato ed efficiente.

Le aziende anche le multinazionali non dispongono più di budget stellari da spendere a pioggia un po’ qua un po’ là nella speranza di colpire il proprio target o di convincere il potenziale cliente non ancora fidelizzato. Il marketing tradizionale si adatterà al web marketing ovvero andrà incontro alle richieste e gusti provenienti dal web. Siamo nel bel mezzo di una rivoluzione dal punto di vista della comunicazione. La voce degli utenti/consumatori si leverà sempre più alta.

Vinceranno le aziende aperte al cambiamento e pronte a mettersi in discussione. Ogni torto fatto al consumatore sarà pagato a caro prezzo grazie alla diffusione del passa parola on line. I numeri ci indicano che questo settore ogni anno da 10 anni a questa parte continua a crescere a doppia cifra, credo che continuerà ad essere così per almeno altri 10 anni grazie soprattutto all’integrazione tra pc e cellulari. Stanno nascendo nuove forme di advertising fino a qualche anno fa impensabili. Mi riferisco alla pubblicità legata al mobile.

Oggi dagli apparati mobili arriva dal 10 al 15 % di traffico se non di più per alcuni settori. Possiamo parlare di ridimensionamento ? Certo che NO. Di espansione continua SI.

Scritto da    |   ottobre 17th, 2012   |   1 Commento
Giuliano De Danieli
Giuliano De Danieli

One Response to La pubblicità tradizionale non funziona più ? Ecco che cosa fare..
  • Elisabetta scrive:

    La comunicazione digitale ha reso più democratica la possibilità di rendersi visibili e farsi pubblicità… ma attenzione, la democraticità dei costi non è uguale a democraticità degli interventi: il fatto che molti strumenti del web siano facilmente fruibili, intuitivi non vuol dire che tutti possono essere in grado di fare una comunicazione efficace. Per comunicazione efficace intendo ottimizzare i contenuti e la visibilità affinché porti a un buon ritorno di investimento. In questo link Donald Brioschi ha sommariamente messo a confronto le due forme di pubblicità… se volete leggetelo e commentatelo per confermare il suo pensiero, integrarlo o metterlo in discussione… La pubblicità tradizionale non esclude quella digitlae e viceversa. Bisogna trovare il giusto compromess fra le due in base alle risorse a disposizione, gli obiettivi e il target che si intende raggiungere. Se può interessare vi inoltro questo link… http://www.bd-webdesign.com/blog/item/139-un-buon-motivo-per-fare-social-media-marketing

Lascia un commento