Internet.org: Zuckerberg punta a dare connessione a 5 miliardi di persone

Alcuni fra i maggiori produttori di tecnologie e telecomunicazioni, ovvero Ericsson, MediaTek, Nokia, Opera, Qualcomm e Samsung, si sono uniti per la realizzazione di un progetto comune, sotto la guida del fondatore di Facebook Mark Zuckerberg.

Il progetto, denominato Internet.org è una partnership globale che ha lo scopo di riuscire a fornire l’accesso ad internet alla fetta della popolazione mondiale attualmente esclusa del mondo 2.0, cioè a circa 5 miliardi di persone.

Tutti connessi ovunque” è lo slogan della campagna che per portare online i due terzi della popolazione che attualmente non può connettersi, si focalizzerà su tre obiettivi principali: il primo è quello di garantire tecnologie in grado di rendere la connessione mobile più accessibile ed in questo senso gli operatori di telefonia mobile avranno un ruolo essenziale; il secondo obiettivo di internet.org è quello di migliorare l’efficienza della trasmissione dei dati, diminuendo la mole di dati richiesti per l’utilizzo delle App mentre il terzo obiettivo è la realizzazione di modelli economici che permettano alle aziende di fornire internet a pezzi accessibili ai Paesi in via di sviluppo.

internet.org_homepageimage

Attualmente nel mondo sono connesse 2.7 miliardi di persone, ma il fondatore di Facebook e portavoce del progetto, è convinto che oramai l’accesso alla rete sia un diritto umano, necessario per raggiungere l’economia della conoscenza. Gli intenti del progetto sono per ora visibili per esteso nel primo comunicato stampa di internet.org, disponibile online in questa pagina.

In una recente intervista alla CNN, Zuckerberg ha dato ulteriori dettagli riguardo al progetto internet.org e a come sia nata la partnership con alcuni dei maggiori colossi della tecnologia mondiale. Nell’intervista il fondatore di Facebook ha risposto, mettendo le mani avanti, al sospetto- certamente diffuso fra molti già in questa fase iniziale del progetto- che le reali motivazioni di Facebook e degli altri colossi della tecnologia coinvolti nel progetto, siano in realtà di origine economica.

Facebook-I 2.7 miliardi di utenti già connessi alla rete , ha dichiarato Zuckergberg, hanno di sicuro portato a Facebook, Ericsson, MediaTek, Nokia, Opera, Qualcomm e Samsung, molti più guadagni di quanti ne verrebbero dai 5 miliardi di potenziali utenti attualmente presenti nei Paesi in via di sviluppo, quindi l’ipotesi del tornaconto economico sembra fuori discussione.

Certamente il progetto è ambizioso e a detta di Zuckerberg stesso al momento il team ha a disposizione una bozza di quello che è necessario per realizzare il progetto ma certamente il piano verrà implementato man mano con nuove idee e tecnologie. Quello che è certo secondo il fondatore di Facebook è che “riuscire a dare accesso internet a tutti nel mondo è uno dei problemi più grandi della mia generazione”, quindi anche se si tratta di una sfida difficile, bisogna affrontarla.

Che dire… Good luck Mark!
#ConnectTheWorld

Scritto da    |   agosto 23rd, 2013   |   Nessun commento
Serena Rigato

Lascia un commento