Il CV ai tempi dei social

Chi di voi non hai mai redatto un curriculum? Chi più lungo, chi più corto, chi in inglese, chi in formato europeo, chi senza foto, chi con la foto, chi in formato digitale, chi solo cartaceo..insomma credo che ognuno di noi abbia compilato almeno un curriculum vitae in una delle modalità sopra descritte.

Ora però, come già vi avevo anticipato nel mio post precedente, le opzioni di recruiting si sono evolute in 2.0, così come anche le opzioni di candidatura. Ecco perché si parla di curriculum social.

Oltre ad utilizzare canali sociali come Linkedin per la pubblicazione del proprio cv che si prestano per propria natura alla ricerca di lavoro, anche Twitter, Pinterest, Facebook e tutti i loro amici possono essere sfruttati nella stessa ottica di Linkedin.

Twitter ha introdotto il Twesumè (tweet + resumè) un tweet di 140 caratteri contenente il vostro cv, che si compone di parole chiave e hashtag identificativi della vostra esperienza professionale. Ripubblicate il vostro Twesumè minimo una volta al giorno, in questo modo fate sapere ai vostri follower che siete alla ricerca di lavoro.

Screen shot 2015-02-12 at 12_04_41 AM

Seguite le agenzie di selezione del personale e le aziende inerenti il settore in cui vorreste lavorare, in aggiunta nel profilo inserite una descrizione dove specificate che siete alla ricerca di lavoro, insieme inserite un link ad un vostro cv caricato online e perché no anche ad una presentazione originale e non dimenticatevi di linkare anche al blog o sito se ne avete uno. Tenete sempre presente che lo scopo principale è quello di creare una rete di contatti dalla quale poter attingere informazioni riguardo ciò che vi appassiona e essere visibili e appetibili per gli headhunter.

Pinterest è un social leggermente più atipico rispetto a Facebook o Linkedin, perché basato principalmente sulla condivisione di immagini. In che modo potete sfruttarlo? Create bacheche differenti e pinnate il vostro cv, con un layout accattivante come il curriculum in stile infografica, realizzate una bacheca dove i pin inseriti identifichino le varie tappe della vostra vita lavorativa (foto, loghi di scuole, aziende e hobby che vi riguardano), stimolate la curiosità degli altri utenti pinnando o repinnando informazioni interessanti riguardo i settori che più vi identificano.

Un consiglio in più che mi sento di darvi è anche quello di inserire una stessa foto profilo su tutti i canali social per rendervi più facilmente riconoscibili e costruire un’immagine coordinata di voi stessi, perché, se ci pensate bene, i profili sociali sono divenuti un biglietto da visita di coloro che si candidano per una posizione aperta: nel cv il candidato inserisce i link ai profili sociali, ma anche nel caso in cui non ci siano il selezionatore 99 su 100 lo cercherà sui social network per carpire maggiori informazioni al riguardo e capire come la persona comunica e si comporta online.

Una curiosità: secondo Adecco, i settori più inclini a cercare candidati online sono quello delle vendite per 54,2 %, del marketing 40,8 %, e della finanza 45 %

In conclusione, voi che siete alla ricerca di un lavoro dovete avere cura della vostra immagine non solo offline, ma anche online: curate i vostri profili, siate specifici ma brevi, accurati ma concreti, partecipate a contest social, unitevi ai gruppi di discussione, partecipate attivamente sui social in genere, rendete la vostra presenza sui social positiva…perché, è proprio così, ora cercare un lavoro è di per sé un lavoro!!! 🙂

Scritto da    |   settembre 4th, 2015   |   2 Commenti
Stefania Mazzucato
Stefania Mazzucato

2 Responses to Il CV ai tempi dei social

Lascia un commento