GT Idea – Search Reevolution: un piccolo resoconto della giornata

La settimana scorsa la sede di Confartigianato di Vicenza ha ospitato un incontro organizzato da GT Idea e dal titolo “Search Reevolution – Comprendere la rivoluzione di Google per l’evoluzione del proprio business”.

Ecco un breve resoconto della giornata, con quelli che reputiamo essere i punti salienti emersi dall’incontro. Prima di tutto però, esprimendo un mio inedito spirito femminista, vorrei notare che, diversamente da quanto accadeva qualche tempo fa, il numero di donne presenti a questo tipo di incontri è aumentato, cosa che ci fa piacere, visto che anche Prima Posizione è un’azienda ad alto tasso rosa ;).

Search Reevolution

Search Reevolution

Dopo le presentazioni di rito, l’incontro è cominciato con un’introduzione da parte di Giorgio Taverniti sulla storia di Google ed è poi proseguito con dettagli più specifici su come il motore di ricerca più famoso del mondo si sia evoluto, fino ad arrivare agli sviluppi più attuali e alle previsioni per il futuro.

Il concetto chiave che è emerso, e che il nostro Michele aveva già espresso in un post in questo blog, è stato che il mondo della ricerca e delle serp sta cambiando in modo veloce e sensibile, e che il lavoro del SEO e del web marketer in generale sta mutando e si sta evolvendo con esso.

Uno dei fattori da tenere in considerazione, in questo senso, è sicuramente l’uso sempre più massiccio e diffuso di dispositivi mobili per effettuare ricerche in rete, che ha modificato anche le nostre abitudini di ricerca: si calcola infatti che il 40% delle ricerche su mobile siano geolocalizzate, che il 51% degli utenti che cercano qualcosa su un dispositivo mobile vogliano qualcosa a portata di mano, e che il 49% usi app dedicate (come google maps) per cercare business locali.

Con questo e altri cambiamenti in atto, Google cerca di dare sempre nuove risposte agli utenti, inventandosi nuovi tipi di ricerche, in grado di darci esattamente quello che cerchiamo, quando lo cerchiamo, dove lo cerchiamo. Ecco che allora in casa Google sono nati la Google Instant Search, la ricerca vocale, la ricerca per immagini e disegno, la ricerca in base alla cronologia e, ultimi ma non meno importanti, google now (o come ha detto Giorgio, il mezzo per “cercare senza cercare”) e la local search (e qui entrano in ballo google plus, hotel finder e flights google).

Una rivoluzione nella ricerca e anche nelle serp, che diventano più varie (con video, immagini, notizie e così via) e personalizzate. E personalizzazione è proprio una delle parole chiavi emerse nel corso dell’evento, facendo parte delle “3P” che meglio descrivono Google al momento: oltre a personalizzato, Google diventa anche pertinente e privato. La personalizzazione nei risultati di ricerca è data dalla nostra cronologia, la pertinenza dalla località della ricerca, mentre i risultati privati sono dati essenzialmente da due elementi: quello che faccio nel mondo reale (google now) e quello che faccio in Google plus.

Insomma, per sintetizzare al massimo, si può dire, come ha sottolineato anche Giorgio, che oramai “esiste un Google per ognuno di noi”!

Scritto da    |   aprile 9th, 2014   |   Nessun commento
Francesca Tessarollo

Lascia un commento