Google: grosse novità in arrivo entro il 2013

Matt Cutts, il più sociale e per questo influente tecnico antispam/qualità di Google ha da poco rilasciato questa video intervista, in realtà si è intervistato da solo (stai a vedere sti nerd americani!):

“Cosa ci dobbiamo aspettare dal punto di vista dell’evoluzione SEO per Google da qui ai prossimi mesi?”

Sintetizzo qui per punti gli argomenti più interessanti affrontati da Matt Cutts:

1. GOOGLE PENGUIN 2.0 (4a versione dell’algoritmo)

Fa pochissimo tempo, si parla di solo qualche settimana, verrà rilasciata la nuova generazione del famosissimo algoritmo Penguin (detta dai più versione 2.0). Questo aggiornamento sarà ancor più devastante rispetto a quello del 25 Aprile 2012 (data di aggiornamento italiana). Si prevede che l’algoritmo vada a colpire con maggior precisione chi si è avvantaggiato nelle SERP (pagine dei risultati) utilizzando tecniche come:

  • Keywords Stuffing = dense ripetizioni di parole chiave
  • Partecipazione a schemi di links = quindi chi fa network di backlink o fa scambio link
  • Anchortext Abuse = abuso di parole chiave per le anchortext dei backlinks
  • Link non tematizzati = forzare backlinks all’interno di contenuti non contestuali
  • Abuso di Advertorial = cioè quella tecnica di gonfiare artificiosamente i links in ingresso tramite la pubblicazione di pubbliredazionali (abuso sta per uso sistemico di un canale/processo… non è che i pubbliredazionali facciano male, anzi!)
  • Acquisto di link = Matt promette di andare “upstream” contro gli spammer per scoraggiare la compravendita di backlinks

Si prevedono quindi forti stravolgimenti e grandi insurrezioni da parte dei SEO (soprattutto da quelli giurassici come me). 😛

2. RIMOZIONE DELLO SPAM DA SERP AD ALTA REDDITTIVITA’

Google e tutto il suo “spam team” hanno promesso battaglia a quei siti che traggono parecchi benefici da SEO aggressiva e black hat in settori molto redditizi ma dove il motore di ricerca ha messo le fette di salame sugli occhi in quanto quei mercati non sono per lui remunerativi: adult/porno e gambling (dove per policy non espone banner Adwords).

3. ANALISI PIU’ PROFONDA E DETTAGLIATA DEI LINKS

Google ha ideato nuovi brevetti e algoritmi che lo renderanno presto in grado di valutare ancor meglio la bontà, quindi l’autorevolezza, dei backlinks. Probabilmente, opinione personalissima, si sarà concentrato molto sulla semantica e la qualità del contenuto, misurata anche dalle interazioni sociali e dagli indici di gradimento degli utenti.

4. MIGLIORAMENTO NELLA GESTIONE DEI SITI HACKERATI E COMPROMESSI

Hanno già fatto molto, rivoluzionando come loro solito il settore, ma promettono di non fermarsi qui e migliorare la velocità di individuazione e di segnalazione al web master dell’hack. Naturalmente questo si tradurrà in SERP aggiornate alla velocità della luce, in primis per tutelare l’utente e in seconda battuta anche il webmaster (rientro più rapido in SERP).

5. PERFEZIONAMENTO DELL’ALGORITMO TRUSTRANK (“Authority”)

Google punterà a privilegiare per ogni nicchia di mercato (SERP) i siti autorevoli che posseggono un forte “Trust”. Chi sta andando alla grande senza trucchi, dovrebbe andare ancora meglio! 🙂

6. AFFINAMENTO DELLA SENSIBILITA’ DELL’ALGORITMO PANDA (Farmer Update)

Cutts ha promesso che nelle prossime release dell’algoritmo questo sarà calmierato nei suoi sintomi, infatti verrà affinato per rilevare in modo più accorto la qualità dei siti. Quindi buona notizia per chi ha un sito di qualità ed è stato colpito ingiustamente da questo algoritmo (anche se Matt dichiara pochi errori/eccezioni dell’algoritmo attuale, molto probabilmente si sono accorti di aver colpito anche chi era nel giusto… ti tengo d’occhio vecchio volpone!). 😉

7. NUMERO DI RISULTATI DELLO STESSO DOMINIO (Domain Cluster)

Stanno lavorando per ovviare al numero di cluster (risultati) relativi a uno stesso dominio all’interno della prima pagina dei risultati. In alcune SERP mi è capitato di vedere occupate sino a 3 pagine da uno stesso sito.. speriamo che questa modifica arrivi come promesso entro fine dell’anno, in modo da aprire al mondo qualche micro-nicchia! 🙂

8. MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE COI WEBMASTER (tramite GoogleWebmasterTools)

Solita promessa da marinaio… le cose effettivamente stanno migliorando, ma Google ancora snobba e sottovaluta la sua vera ricchezza. Infatti i webmaster sono i proprietari del contenuto.. e senza contenuto Google sarebbe una scatola vuota! Capito?! State attenti voi a Mountain View!

Belle novità.. ma alla fine niente di nuovo: punta sulla qualità del tuo sito e offri un servizio ottimo al tuo visitatore, il posizionamento su Google verrà da se!

Un abbraccio
Michele
Scritto da    |   maggio 17th, 2013   |   Nessun commento
Michele De Capitani

Lascia un commento