Google diventa semantico per fornire subito risposte

Che Google abbia concentrato una buona fetta dei propri investimenti agli studi sulla semantica non lo scopriamo certo oggi.

Però in questi giorni possiamo vederne i risultati nelle SERP (pagina dei risultati) che poi è la vera cosa che conta per chiunque abbia un sito internet e ci tenga al SEM (Search Engine Marketing) e sopratutto alla SEO (Search Engine Optimization). Infatti iniziano a spuntare i primi test (Google prima di mettere in produzione qualsiasi modifica la fa testare ai propri utenti) di layout dove il motore fornisce non più solamente una serie di links che trattano e sono attinenti alla parole chiave ricercata ma, comprendendo esattamente l’esigenza dell’utente, restituisce vere e proprie risposte nella sidebar di destra:

La ricerca semantica di Google

Google quindi sta evolvendo da motore di ricerca universale (Google Universal Search) a motore di ricerca semantico, in grado di interpretare «il modo in cui gli umani comprendono il mondo».

Si prospetta una nuova sfida all’orizzonte per tutti noi che in qualche modo “dipendiamo” dalla “Big G”, in fondo è proprio la croce-delizia del nostro lavoro: «siamo costrestretti al cambiamento perché l’uomo evolve così proprio come mutano le sue esigenze».

Per tanto, quando scriviamo testi concentriamoci anche sull’aspetto semantico, perchè sarà il prossimo futuro nel campo del “search marketing”, sino alla prossimo step!

Un abbraccio,
Michele

Scritto da    |   maggio 14th, 2012   |   Nessun commento
Michele De Capitani

Lascia un commento