Google: come capire se un sito è bannato o penalizzato

Fra i webmaster, si parla sempre più spesso di penalizzazioni e siti bannati dal motore di ricerca californiano. Facciamo un po’ di chiarezza.

penalizzazioni-di-google-ban

Leggendo svariati post e blog che parlano di SEO e Web marketing, non ho fatto a meno di notare che molti utenti e webmaster, non hanno ben chiara la differenza fra sito bannato e sito penalizzato. Inoltre da un po’ di tempo, un calo nelle Serp (risultati delle ricerche), viene immediatamente associato ad una penalizzazione: non è così e questo post spero delinei al meglio i due significati e come capire se il proprio sito è penalizzato o bannato.

Differenza fra penalizzazione e ban di un sito

PENALIZZAZIONE: il sito internet è presente almeno con una pagina all’interno degli indici di Google, ma viene “retrocesso” di posizioni all’interno delle SERP in cui prima appariva nei primi risultati (prime 2 pagine). In questi termini, vi sono varie forme di penalizzazione (-30 penality, -950 penality, etc.) e, solitamente, la maggior parte delle penalizzazioni sono scovate al 70% grazie agli algoritmi anti-spam e viene risolta (tolta) altrettanto frequentemente con modalità algoritmiche.
Solitamente le penalizzazioni avvengono quando si utilizzano tecniche spam (poco invasive e massicce) per falsare i risultati in SERP.

BAN: il sito viene completamente escluso dagli indici di Google (non è in alcun modo indicizzato, anche per ricerche contenenti il nome del dominio). Questa esclusione dagli indici avviene, più o meno, al 40% in modo algoritmico, ma più frequentemente è un’operazione manuale dovuta a segnalazioni che giungono ai quality rater che studiano i siti presenti fra i risultati di ricerca. Un sito può essere bannato per svariate motivazioni, elenco solo quelle più frequenti:

Ora che abbiamo definito meglio i significati di penalizzazione e ban, vediamo come scoprire se un sito è vittima di queste due operazioni anti-spam eseguite da Google.

Come capire se un sito è penalizzato

Personalmente, per valutare la penalizzazione di un sito, procedo in questo modo:

1) effettuare una query (ricerca) in Google per il domionio (ad esclusione del “http://www.”) ad esempio per: “nomesito.it”. Se il sito non è presente nelle prime 5 posizioni, ci sono buone possibilità che il sito sia vittima di una penalizzazione;

2) per avere maggiori certezze, ripetere la query anche per il dominio con il “www.” ad esempio per: “www.nomesito.it” e si traggono le stesse conclusioni del punto precedente;

3) infine, per la prova del 9, basta ricercare anche il nome del dominio (sempre senza “http://www.”) più una parola chiave principale per la quale il sito è ottimizzato, ad esempio: “nomesito.it keyword principale”. Se il sito si presenta ancora in posizioni inferiori rispetto alle prime 5, la penalizzazione è “quasi” certa (quasi perchè om condizioni particolari, tipo di fluttuazioni sinusoidali delle serp di Google, può darsi che il sito internet non sia veramente penalizzato ma solo in una particolare fase di analisi da parte di Google).

Come capire se un sito è Bannato

Sempre in modo personale, io utilizzo queste semplici tecniche per valutare se un sito è stato bannato da Google:

1) soluzione più semplice ed immediata: effettuare una ricerca col comando “site:” + il nome di dominio, ad esempio “site:www.nomesito.it”. Se non vi sono risultati trovati, allora la probabilità che il sito sia bannato è molto alta. Attenzione però, questo potrebbe anche solamente significare che il sito non è stato ancora indicizzato.

2) iscrivendo il sito al Webmastertool di Google, nell’homepage relativo al sito internet (dopo la verifica) è possibile vedere alcune indicazioni da parte del crawler di Google che indica chiaramente la motivazione del perchè il sito non sia presente negli indici (ricorda che dal web master tool è possibile anche richiedere la reinclusione di un sito bannato).

Spero davvero di aver fatto chiarezza a tutti i webmaster ed appassionati che controllano periodicamente le SERP ed i risultati dei propri siti internet in funzione del ranking raggiunto su Google.

Articolo a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Web Marketing

Scritto da    |   settembre 8th, 2007   |   259 Commenti
Michele De Capitani

259 Responses to Google: come capire se un sito è bannato o penalizzato
  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    qualche anno fa mi ero rivolto a te per un mio sito di modellismo, era stato retrocesso di molte posizioni, però poi si è ripreso, adesso sono alle prese con un sito di annunci dai risultati, almeno per me, molto strani.
    Ho chiesto lumi anche sul forum di Google, però nessuno è riuscito ad avere una mezza idea di cosa potesse essere.
    Il sito come ti dicevo prima è un sito di annunci generalista, 9 categorie e svariate sottocategorie, è online dal 2009 ed ha il seguente problema, il 99,9% dei visitatori che ricevo dalle ricerche su Google riguardano solo ed esclusivamente la categoria degli annunci personali, che contiene annunci matrimoniali, anima gemella ecc…le altre categorie che contengono magari meno annunci o lo stesso numero di annunci se non di più, vengono totalmente ignorate.
    Poco tempo fa ho avuto modo di accedere ai risultati di un altro sito di annunci, online da poco e con backlink di granlunga inferiori al mio, eppure nei pochi risultati, tutte le categorie erano presenti, qualcuno lo trovava cercando un auto, altri un immobile e così via, perchè tutto questo?
    Scusami della lungaggine, ma non so più che pensare, questo è il link del forum in cui ho cercato invano uno spiraglio di luce: https://productforums.google.com/forum/#!topic/webmaster-it/r3UFZvYdYGQ
    Se avrai un pò di tempo libero e vuoi dare anche una semplice occhiata…ti ringrazio.

    • Ciao Antonio,

      grazie per il commento.

      Ho dato un’occhiata al sito la prima da cosa da fare è ottimizzarlo, in quanto non lo è. Nel dettaglio:

      1] Tag Title delle categorie
      2] Meta Description delle categorie
      3] Aggiungere almeno 200 parole di testo ottimizzato nelle categorie
      4] Migliorare le ottimizzazioni delle schede prodotto (nel tuo caso gli annunci)

      Per ottimizzazione intendo l’inserimento di parole chiave per le quali vuoi posizionarti, ad esempio “annunci di lavoro” nei tag e negli elementi sopra indicati.

      Fatto questo poi si vede come reagisce il sito e se il problema persiste… senza fare questo non si può fare una diagnosi.

      Buon lavoro,
      a presto.
      Michele

  • Stefano scrive:

    Buongiorno Michele,

    mi occupo anche io di SEO e vorrei un consulto da un altro professionista.

    Da almeno 7 mesi a questa parte, tutte le parole chiave su cui andavo a lavorare venivano posizionate in prima pagina (sicuramente quelle più “semplici”, ma comunque in prima pagina).

    Oggi, da un giorno all’altro, il 99% delle mie pagine posizionate in prima pagina sono scese di posizione e non di poco (ti dico anche dalla prima pagina Google alla nona pagina).

    Ho verificato tutto, sito penalizzato, sito segnalato ecc ecc, ma nulla di nulla, da un giorno all’altro crollo drastico di tutto il sito!

    Cosa ne pensi? Potresti fare una rapida analisi del mio sito www. svilpporeticommerciali .com? Ti è mai successo?

    Grazie
    Saluti
    SC

  • Erion scrive:

    Ciao Michele innanzi tutti mi complimento per l’articolo…
    veramente molto pratico…
    Finalmente dopo tantissime settimane a cercare nel web ho trovato un esempio pratico come il tuo…
    Volevo chiederti a proposito del mio sito http://www.ristrutturareroma.it ….
    Dopo un mese che lo pubblicato apparivo nelle pagine alte di google, addirittura nella prima pagina per certe parole chiavi..
    Dal 7 febbraio scorso che il sito ha preso una drastica calata addirittura sparito dalla serp

    Mi potresti dire che è successo …
    Sarò stato penalizzato????
    Grazie mille

    • Ciao Erion, grazie.. troppo buono. 🙂

      Quello che descrivi essere successo al tuo sito è un comportamento “normale” di Google che ha coi siti nuovi.. appena vengono pubblicati vengono spinti in alto nei risultati un po’ per testarli (questo lo chiamiamo BOOST) per poi dopo 3-4 settimane essere riposizionati nella “posizione di partenza” che per il tuo sito al momento è intorno alla 80-90esima posizione per gran parte delle parole chiavi per le quali è ottimizzato.

      Ti consiglio ora di lavorare sulla promozione (ottenere links verso le tue pagine) così inizierai la tua scalata verso la Prima Posizione.. Cit. 🙂

      Quindi escludo penalizzazioni… è solamente un sito nuovo che deve acquisire fiducia agli occhi di Google.
      Buon lavoro,
      a presto
      Michele

  • Simone scrive:

    Ciao Michele, complimenti per il tuo lavoro.
    Ho aperto da poco un nuovo sito e sto avendo grossi problemi con Google, o meglio, non riesco a vederlo nelle ricerche.
    I problemi che ho riscontrato sono due:
    – dopo 10 giorni di iscrizione a webmastertools, registrazione della proprietà e tutto il necessario, non risulta ancora indicizzata neanche una pagina
    – effettuando le ricerche (come da te descritto sopra) non c’è modo di vedere il sito. Molto probabilmente è stato bannato (magari dal vecchio proprietario).

    Come faccio a comunicare con Gogle per farlo ri-ammettere?
    E per l’indicizzazione c’è qualche soluzione? Non risultano errori…

    Grazie mille per il tuo prezioso aiuto!

  • Valentina scrive:

    Buongiorno Michele! Innanzitutto mi unisco agli altri nel farti i complimenti per questo bel sito e per il tuo lavoro 🙂 Ti scrivo per chiederti un parere su un problema che sto riscontrando con il mio blog ilovespagna.com
    In pratica, il primo articolo sulla home “10 trucchi per imparare lo spagnolo velocemente e senza grandi sforzi!”, che ho scritto il 17 dicembre 2016, l’ho scritto per posizionarmi con la parola chiave “imparare lo spagnolo”, ma purtroppo vedo che dopo più di 15gg l’articolo non appare nemmeno sulla decima pagina di Google! Invece ora è in prima pagina di Google un altro articolo del blog che prima non era così ben posizionato 🙁 Credi che può essere una penalizzazione di Google? Grazie mille! Valentina

    • Ciao Valentina,
      grazie per il commento e i complimenti. 🙂

      Escludo si tratti di penalizzazione perché altrimenti nemmeno l’altro articolo si posizionerebbe in prima pagina su Google per una keyword mediamente competitiva come “imparare lo spagnolo”.

      Credo che semplicemente il nuovo post abbia aiutato il sito a tematizzarsi meglio sull’argomento “imparare lo spagnolo” ma che Google abbia valutato più autorevole il precedente post rispetto a quello attuale.

      Una soluzione per fargli cambiare idea potrebbe essere quella di far linkare il vecchio post a quello nuovo e aumentare i backlinks esterni al nuovo post.

      Spero di essermi spiegato bene,
      altrimenti sono qui. 🙂
      Un abbraccio,
      Michele

  • sonia scrive:

    Buongiorno, sto cercando di posizionare il mio sito Soniavoice.it in prima pagina con la parola chiave “musica matrimoni milano”. In effetti in prima pagina ci son arrivata ma son molto precaria e son scesa rispetto ad altri periodi. Può essere che la home debba contenere più testo rispetto a quello presente? Influisce molto questo aspetto? Grazie mille!

    • Ciao Sonia,
      grazie per il commento. 🙂
      Ho dato un’occhiata al tuo sito e alla sua SEO.. vedo che sta crescendo quindi stai lavorando bene. Magari si, cercherei di inserire un testo di almeno 100-150 parole in homepage che riprenda l’ottimizzazione per “musica matrimoni milano” anche se guardando i tuoi competitors hai davanti dei colossi che difficilmente riuscirai a superare solo con l’ottimizzazione onpage delle pagine.
      Ti consiglio quindi di lavorare anche per attrarre link, magari da giornali locali oppure blog che parlano di matrimonio e weeding… insomma, ci vuole un po’ di promozione per stare “stabilmente” (si fa per dire) in prima pagina e sperare di superare Matrimonio.it & CO.
      Spero di esserti stato d’aiuto, altrimenti sono qui.
      Buon lavoro,
      a presto.
      Michele

  • Paolo scrive:

    Ciao Michele, innanzitutto complimenti per l’articolo.
    Mi occupo di creazione, indicizzazione e marketing per siti web da ormai oltre dieci anni.
    Ho all’attivo decine di siti web e mai ho riscontrato particolari problemi SEO, almeno per le chiavi di ricerca basilari.
    Per esempio se ho un sito pincopallino.it e su google cerchi pinco pallino, il sito web risulta in prima pagina (e ci mancherebbe altro…)
    Da qualche mese mi sto arrovellando su un sito web ( f l o r a c a f f e punto i t ) che risulta indicizzato da google ma ha un rank talmente basso che perfino cercando ” flo** caf** caserta ” su google è difficile da trovare.
    Scusa se inserisco spazi o asterischi ma non vorrei che questa pagina fosse indicizzata cercando il bar in questione.
    Ti sarei grato se dessi un’occhiata al sito e mi dessi il tuo parere, grazie e bona giornata

    • Ciao Paolo,
      grazie per i complimenti, fanno sempre piacere… in particolare se fatti da colleghi con cotanta esperienza. 🙂

      Ho dato un’occhiata al sito dove hai problemi di posizionamento e non ho riscontrato particolari anomalie (secondo me è un problema di autorevolezza del sito in termini di linkbuilding, infatti viene superato da tutti gli altri portali che citano il “Caffé”).

      Consiglio:
      1) Cerca di ottenere link da tutti i profili sociali dove il locale è citato (Facebook c’è già, poi Foursquare, etc. etc.)
      2) Fai un comunicato stampa dove comunichi il rilascio del nuovo sito, che pubblicherai su 3-5 siti che ti mermettono di inserire un link al sito (qui trovi una buona lista di partenza: http://liste.giorgiotave.it/comunicati-stampa/)
      3) In tutti i link che andrai a costruire, linka sempre l’homepage e come anchortext la ragione sociale + località del cliente (NO altre parole chiave)

      Fatto questo tempo 2-3 settimane e il sito dovrebbe comparire in prima posizione per quella SERP (ne ha tutte le carte).

      Poi mi fai sapere come va? 🙂

      Resto a disposizione,
      buon lavoro,
      a presto.
      Michele

      • francesco scrive:

        Buongiorno scrivo in quanto anche io ho notato delle probabili penalizzazioni da parte di google verso il mio portale web.
        La mia è una azienda di vendita prodotti, e sto cercando per alcuni più importanti di indicizzare meglio le pagine. Mi sono concentrato su una pagina in particolare per una parola chiave. Questa pagina alla creazione iniziale si posizionava circa in 3à pagina.
        Ma volevo riuscire a portare il mio link verso la prima pagina, in quanto questo prodotto in particolare per me è il più importante.
        Provo quindi a ricorrere di più la parola chiave nel testo, e sbagliando ripercorro la parola chiave più volte anche nascondendola ( ho letto invece che questa procedura è penalizzata da google). Difatti ecco che google mi penalizza portandomi verso la 10à pagina. Capito che google si fosse fatto girare qualcosa, ho immediatamente riportato la pagina allo stato iniziale, quindi pulita delle parole nascoste e titoli in H3 o H2.
        Quindi decido dal webmaster di portare all’indice la pagina in questione.
        Dopo alcune ore provo a cercare la parola chiave e il mio link è riportato in primissima pagina!
        Forse google ha voluto premiarmi per il fatto che ho migliorato la mia pagina.
        Purtroppo questo risultato è durato poco perchè la mia pagina non è più visibile in prima pagina, ma neanche in 3à neanche in 4à neanche in 5à ecc.. fino a non so dove…

        Il mio quesito dunque è capire cosa google premia per avere un ottimo posizionamento, come capisco che sto sbagliando a creare o modificare una pagina?
        E soprattutto come mai ora il mio link non è più presente nella ricerca per questa parola chiave?
        Vorrei capire come ragiona google per migliorarmi!

        • Ciao Fransceco,
          grazie per il tuo ampio commento.

          Parto dalla fine rispondendo alla domanda: “Come ragiona Google?”

          Beh, si potrebbe scrivere un libro (ogni citazione è puramente casuale) sull’argomento, ad ogni modo semplificando al massimo Google usa questa formula: ([OTTIMIZZAZIONE DELLA PAGINA]x[QUALITA’ DEI BACKLINKS])/[TECNICHE ILLECITE]

          Quindi come prima cosa bisogna ottimizzare la pagina, riempiendola di contenuti interessanti legati alla parola chiave che vuoi posizionare (per contenuti si parla di: testo, immagini, video, infografiche, etc. etc.).

          Poi bisogna ottenere links a quella pagina (cosa possibile solo facendo bene il punto precedente) e usare bene i link interni al proprio sito/portale.

          Tutto quello fatto nei punti precedenti deve essere fatto rispettando queste regole per i webmaster: https://support.google.com/webmasters/answer/35769?hl=it.

          Inoltre per completare il tutto ti consiglio alcune guide SEO (autoreferenziale al massimo XD):

          Buona lettura e buona SEO! 🙂
          a presto
          Michele

  • Proprio un paio di giorni fa ho incontrato una ragazza che mi ha detto di volersi iscrivere ad un corso di seo copywriting. Ho cercato di dissuaderla, perché dopo aver letto il programma, ho capito subito che non si approfondiva ne la scrittura, ne la seo, insomma, un corso seo che si rispetti deve trasmetterti la consepevolezza per uscire da una penalizzazione da negative seo, no? Altrimenti stiamo sempre a parlare di come si fa il titolo, come si mettono le keyword nell’apposito spazietto e via e via. Ottimo post, più utile di alcuni corsi seo.

  • Nicola scrive:

    Ho analizzato il tutto come indicato sopra e nonostante il mio sito non sia ne bannato ne penalizzato con tutte le voci non appare su google. Fatta eccezione per una sola. La cosa è pazzesca perchè circa 10 giorni fa era ben visibile e tutto ad un tratto è sparito… Potete darmi una mano per favore? Grazie

    • De Capitani scrive:

      Ciao Nicola,

      grazie per il commento.. Una domanda: il tuo sito è quello della tua email? (non lo cito e metto il link perché essendo un sito Adult preferisco evitare.. Google potrebbe fraintendere).

      Se si, quindi il sito è Showe*****t.com, ho fatto una brevissima analisi dell’andamento della visibilità organica su Google.it e devo dire che da ottobre 2010 il sito ha intrapreso un trend negativo che lo ha portato da una discreta visibilità a un scarso posizionamento attuale.

      In questi mesi (da ott-2010 a oggi) hai fatto qualche cambiamento? Hai lavorato sulla SEO o sulla Linkbuilding? Tieni presente che il settore SEO nell’adult è nettamente diverso dalla SEO tradizionale per gli altri settori.. quindi anche i comportamenti e criteri di penalizzazione.

      Attendo tuoi dettagli così da poterti dare qualche indicazione in più per aiutarti a risolvere il tuo problema…

      Buon lavoro,
      a presto.
      Michele

  • […] 3) il sito non è penalizzato. Per verificarlo basta utilizzare alcune piccole query elencate in questo altro post (Capire se un sito è penalizzato su Google) […]

  • Jacopo scrive:

    Grazie mille Michele per la risposta,
    sto adottando alcune contromisure, alcune di quelle che hai suggerito anche tu.
    Una domanda ancora, se è possibile farla in questa sede:
    per l’eliminazione di tutti i risultati “hackerati”, tipo questo:

    Pioglitazone Buy In Canada
    – [ Translate this page ]
    http://www.trentinowelcome.com/index.php?category=1845&watch...
    L´Hermitage Bio-hotel è situato in un Parco privato immerso nella natura, nel cuore delle Dolomiti, con un panorama un. …

    Cosa mi consigli di fare? Deve restituire un 404 perchè google non la consideri o io possa inserirla nel tool di webmaster tool “rimuovi url”?
    Perchè onestamente, partendo dal presupposto che il codice è stato bonificato, non saprei proprio come fare (a parte reinviare la sitemap) perchè si reindicizzi correttamente il sito in oggetto, a parte lasciare che google faccia da solo con i suoi tempi. Come dominio preferito ho messo “www” su webmaster tools, seguendo il tuo consiglio. In attesa di una risposta, grazie ancora
    Jacopo

    • dechigno scrive:

      Ciao Jacopo,

      per eseguire la rimozione dal google webmastertool la pagina deve restituire 404.

      Però se la pagina è stata bonificata e quindi ancora presente a quell’url, devi solo aspettare che Google reindicizzi il sito.

      Poi facilitarlo/velocizzarlo passando qualche link direttamente a quelle url che deve riaggiornare. 🙂

      Buona giornata,
      a presto.
      Michele

  • Jacopo scrive:

    Ciao Michele,
    sono arrivato a questi interessanti commenti sul tuo blog proprio perchè stavo cercando qualcosa che riguardasse penalizzazione e ban di google.
    Sperando di non sbagliare topic, provo ad illustrare la situazione del sito per cui sto lavorando, per cui ti chiedo di esprimere un parere rispetto al ragionamento che ho fatto su quello che è successo:
    a marzo comincio a lavorare su questo sito,cms joomla, scopro scandagliando le serp e regsitrandolo in webmastertools che è stato hackerato, conferma ne sono le righe di codice nel codice sorgente con links a siti spam (viagra, pillole, etc), e i risultati indicizzati da google, ma mai segnalato in “diagnostica:malware” in webmastertools. Comincio quindi col comunicare ai tecnici di bonificare il sito, rifaccio tutto il SEO,correggo pagine, links, no follow, etc etc, tutto quanto concerne per avere un sito conforme.

    Monitoro la situazione, google reindicizza correttamente il sito (ita+eng), webmastertools aggiunge prima le pagine in “errori di scansione non trovate” e poi piano piano comincia ad eliminarle (prima del secondo attacco ne rimanevano “solo” 204). La situazione era idilliaca.

    Poi ieri al quotidiano monitoraggio di site:www.trentinowelcome.com scopro che tutti i risultati indicizzati sono stati modificati, per es.
    “Online Diet Clubs
    L´Hermitage Bio-hotel è situato in un Parco privato immerso nella natura, nel cuore delle Dolomiti, con un panorama un. …
    http://www.trentinowelcome.com/index.php?category=1845... – Copia cache”

    Tutti questi risultati hanno un redirect all’homepage del sito. Inoltre i risultati che sembrano aver mantenuto il title corretto, hanno la description e l’url vecchie, come se l’indicizzazione che era stata fatta dopo il mio aggiornamento SEO sia sparita del tutto.

    Intuisco che il post è troppo lungo, ma sto sudando freddo: non sono riuscito a trovare molto nel web e ho visto che un tuo parere potrebbe essere molto utile.
    Se ora ribonifichiamo (ho suggerito ai tecnici che sarebbe il caso di cambiare CMS..), c’è qualche possibilità facendo la richiesta di “riconsiderazione” di tornare con i risultati prima della penalizzazione (se di penalizzazione si tratta?)

    Ogni suggerimento, consiglio o parere, è per me fondamentale. Scusa la lunghezza, ma non saprei come spiegarlo in meno parole. Se c’è bisogno di altre informazioni, chiedetemi pure. Grazie

    • dechigno scrive:

      Ciao Jacopo,

      innanzitutto grazie per il dettaglio delle informazioni, mi sono indispensabili per comprendere bene le dinamiche e cosa sia successo.

      Per quanto riguarda gli attacchi, ti consiglio di:

      1) Aggiornare Joomla all’ultima versione disponibile
      2) Controllare i vari template e plug-in che utilizzi (alcuni hacker lasciano aperte delle porte appositamente e le sfruttano a loro piacimento)
      3) Cambia tutte le password a FTP, Admin Joomla e Database Mysql

      Questo dovrebbe quanto meno ridurre futuri attacchi.

      Per quanto riguarda invece la richiesta di reinclusione, non è un problema rientrare in serp anche nella seconda volta (ho visto rientri sino al terzo stadio di penalizzazione, in pratica un sito penalizzato per motivi diversi per ben 3 volte!).

      Il sito però, dai controlli che ho fatto, non mi sembra tuttora penalizzato, quindi devi solo risolvere il problema di spam ripulendo tutto (non è necessario fare altre richieste di reinclusione, l’importante è chiudere tutte le porte!).

      Dall’analisi che ho fatto, posso darti il suggerimento di usare come dominio predefinito quello col “www” e quindi di impostare un redirect 301 dalle pagine “senza www” a quelle “con www”. Esempio:

      http://trentinowelcome.com/ -> 301 -> http://www.trentinowelcome.com/

      Comando htaccess:

      Options +FollowSymlinks
      RewriteEngine on
      rewritecond %{http_host} ^miosito.com [nc]
      rewriterule ^(.*)$ http://www.miosito.com/$1 [r=301,nc]

      Spero di essere stato d’aiuto,
      tienimi aggiornato.. 🙂

      grazie,
      a presto.
      Michele

  • dechigno scrive:

    I link di affiliazione, solitamente, non sono link “puri” per il posizionamento.. quindi subiscono altro trattamento (non rientrano nella casistica illustrata).

  • Alan scrive:

    Quindi in questo caso neanche affiliazione va accettato vero? strano però che in tanti siti sia UFFICIALI danno la possibilità di mettere affiliazioni….e su questo non mi era molto chiaro :S

  • dechigno scrive:

    Ciao Alan,

    come puoi vedere qui:
    http://www.google.com/support/webmasters/bin/answer.py?hl=it&answer=35769#3
    è lo stesso Google che sconsiglia l’ultilizzo di “schemi di link” (triangolazioni e scambi).

    Credo sia chiaro, no?! 🙂

    Buona serata,
    a presto.
    Michele

  • Alan scrive:

    Ok ultima domanda xkè non è consigliato di fare scambi link? C’è un rischio di penalizzazione? anche per affiliazioni?

  • dechigno scrive:

    Si, ho visto.. ma WordPress è altrettanto semplice, ma in più fa’ tutto in modo professionale 😉

  • Alan scrive:

    Peccato pero se sei interessato puoi andare un occhiata weebly.com tanto per farti venire un’idea come gira la cosa.

    Quello è molto semplice da creare il sito.

  • dechigno scrive:

    Ciao Alan,

    mi spiace ma non conosco Weebly.

    Io coglierei la palla al balzo per cambiare CMS.. e passare a WordPress! 🙂

    Buona giornata,
    a presto.
    Michele

  • Alan scrive:

    Ciao michelle

    Il discorso prima che abbiamo parlato dei TAG duplicati….in fondo per la creazione del sito che sto usando é weebly hai mai sentito nominare? se si c’é un modo per sistemare? ho fatto tutto il possibile, ma a quanto pare mi risulta uguale…. non so che pesci pigliare ora 🙁

  • dechigno scrive:

    Ciao Massimiliano,

    grazie per la tua richiesta e scusa il ritardo.. ma sono stato a Roma.. 🙂

    Ho dato uno sguardo al tuo blog, ti segnalo alcune cose:

    1) Eviterei di fare queste pagine di scambio link: civitavecchiahotelsangiorgio.com/p/suggested-links.html

    2) Ho visto che stai facendo un po’ di stuffing nei meta tag:

    [HTML]

    meta
    meta

    [/HTML]

    Ti sconsiglio di inserire tutte queste parole chiave nei testi alternativi, etc. etc.. 🙂

    3) Anche per te, vale lo stesso discorso approcciato con Alan, infatti come vedi qui: http://www.google.com/search?hl=&q=site%3Acivitavecchiahotelsangiorgio.com&sourceid=navclient-ff&rlz=1B3GGGL_itIT308IT308&ie=UTF-8 la maggior parte delle tue pagine indicizzate ha title pressochè identici che vanno a replicare il TITOLO DEL BLOG (che è molto lungo e ripete le keywords per le quali desideri posizionarti)

    Qui trovi alcuni consigli per migliorare l’ottimizzazione del tag title su Blogspot.com: http://www.bluranocchio.com/2010/01/ottimizzare-titolo-su-blogger.html

    Con questo è tutto… per il momento.. 🙂

    Buona giornata,
    a presto.
    Michele

  • MASSIMILIANO PIERGENTILI scrive:

    Ciao Michele,
    stavo cercando una soluzione ad un mio problema, e vedo che ad Alan è successa la stessa cosa che è successa a me dal 1 novembre.

    Il mio blog ( dell’albergo) era indicizzato da quasi 5/6 mesi in maniera ottimale, come postavo andava in cima a google.
    Ora improvvisamente non mi ritrovo più il blog in nessuna ricerca ( tipo hotel san giorgio civitavecchia – oppure capodanno a civitavecchia) niente da fare, mi arrivano solo visita da link diretti.

    Ho controllato su strumenti per web master è tutto ok, tutto indicizzato, manon trovo niente sui motori.
    Aiutoo.

    Spero di ricevere consigli in merito.
    Grazie e buona serata.

  • dechigno scrive:

    Ciao Alan,

    dipende dal tuo CMS, per esempio wordpress ha del plug-in appositi, come: All in pack SEO oppure SEO Platinum.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Alan scrive:

    Quindi in questo caso il difetto è solo nella sezione di blog giusto? hmmm come faccio a sistemare? >.< hai un contatto msn? se hai tempo, perchè vorrei chiederti alcune domande in + riguardo al sito.

  • dechigno scrive:

    Ciao Alan,

    ho controllato, non mi sembra ci siano problemi di penalizzazioni al tuo sito. Ma se mi spieghi bene qual’è il problema che hai riscontrato, posso essere più preciso.

    Per esempio, quale keywords per la quale eri posizionato ora non ci sei, le attività che hai fatto, etc.

    Come per @Davide (vedi post precedente) anche tu non hai una perfetta ottimizzazione dei tag title dei post del tuo blog (risultano tutti uguali). Ti consiglio di installare qualche componente SEO che ti permetta di generare title univoci in funzione dei contenuti esposti nei post.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Alan scrive:

    Ciao vorrei sapere se questo sito “virtualestrumenti.net” è tutto apposto su google? spero che non ci siano penalizzazione.

    Puoi controllare per favore? se c’è qualcosa che non va mi dici dove corregere grazie 🙂

  • dechigno scrive:

    Ciao Davide,

    grazie per i complimenti, vanno davvero sempre molto piacere. 🙂

    Ho dato un’occhiata alla tua situazione e quella del blog indicato nella tua firma, in effetti ho rilevato la penalizzazione (sembra una penalty -50).

    Ora bisognerebbe vedere quali attività hai fatto nei mesi precedenti sia a livello di linkbuilding sia di ottimizzazione del codice.

    Ad ogni modo da qui:

    http://www.google.it/search?as_q=ponte+immacolata+2010&hl=it&num=100&btnG=Cerca+con+Google&as_epq=&as_oq=&as_eq=&lr=&cr=&as_ft=i&as_filetype=&as_qdr=all&as_occt=any&as_dt=i&as_sitesearch=&as_rights=&safe=images#num=100&hl=it&lr=&as_qdr=all&q=site:ponteimmacolata.com&aq=f&aqi=&aql=&oq=&gs_rfai=&pbx=1&fp=cb517e3d3e88fbde

    vedo che hai tag title tutti ripetuti (ripeti il nome del blog su tutti i post e pagine interne.

    Questo te lo sconsiglio, meglio avere title specifici per ogni post.

    Il problema è che blogger pone dei limiti forti sull’ottimizzazione delle pagine, ad ogni modo è possibile, come puoi vedere qui: http://cs-comunicatistampa.blogspot.com/ ogni post ha il proprio title personalizzato.

    A mio avviso, forse ti basta accorciare notevolmente il nome del blog che poi viene ripreso in testa a tutti i title generati dal blog.

    Resto a disposizione.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

    • Davide scrive:

      Ciao Michele e grazie mille, sei gentilissimo. In merito al tuo consiglio finale, puoi farmi un esempio sul da farsi per uno dei miei post? Non sono sicuro di aver ben compreso.. Grazie ancora, Davide

      • dechigno scrive:

        Ciao Davide,

        se non sbaglio hai già fatto la modifica in modo corretto, quindi bene.. 🙂

        Per i links agli altri siti del network, si meglio scollegarlo quindi toglili pure.

        Buona giornata,
        a presto.
        Michele

      • Davide scrive:

        Inoltre Michele, mi consigli di togliere i link degli altri miei blog del circuito penalizzati che puntano su questo blog?

  • Davide scrive:

    Ciao Michele e complimenti per il blog che seguo appena posso.

    Ti contatto perchè da qualche giorno la metà dei miei blog, solo quelli turistici, hanno subito una penalizzazione importante (sempre che di penalizzazione si tratti) dopo anni che tutto funzionava perfettamente e pensavo di aver trovato la strada giusta per piacere a google. Il blog di cui sopra era primo da un anno e mezzo nelle serp. Dal 1 novembre è finito molto molto indietro. E con lui hanno subito la stessa sorte altri miei blog costruiti come quello e sempre primi nelle serp di google. Secondo te cosa è successo? Ban? Quality rater? Altro? Non riesco a spiegarmelo.. Grazie mille per una tua risposta,

    Davide

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Grazie Michele!
    Ho infatti lasciato in piedi il vecchio blog perchè è posizionato meglio del penalizzato e in attesa di riabilitazione, ma vi ho cancellato tutti gli articoli e poi alla fine penso proprio di eliminarlo.

    Per quanto riguarda i links esterni , ripeto che WMT non mi da alcuna anomaliaIl fatto è che sono links che puntano ad articoli presenti sempre sullo stesso mio blog e perfettamente visibili.

    In effetti la risposta di Xenu è: temporarily overloaded

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Proseguendo sempre nell’indagine ho utilizzato il sw Xenu per sapere se avevo link in uscita maligni.
    Non ce ne sono ma mi segnala tantissimi broken links.
    Ma cosa significa?
    WMT non mi ha segnalato nessun problema
    Una cosa che ho ricordato è che una settimana fa avevo inserito sul blog il Feed Burner ma poi l’ho tolto.
    Può centrare qualcosa?

    • dechigno scrive:

      Broken Links significa letteralmente “Links Rotti”, cioè link che portano a pagine che non esistono più o comunque che portano a pagine di ERRORE (solitamente 404).

      Certamente avere tanti link rotti non è un bene, ma solitamente non porta a penalizzazioni..

      Comunque meglio correggere questi errori.. 🙂

      grazie,
      a presto.
      Michele

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Ciao Michele
    un aggiornamento:

    sono passato dalla 36 pagina alla 24esima.

    E’ una fluttuazione o un recupero naturale dovuto alla mia attività normale di backlinking?
    Non penso che sia la fine della penalizzazione perchè è passato poco tempo dalla richiesta, vero?

    PS: Mi viene un dubbio, a parte il sito .piano-marketing.blogspot.com io avevo un altro sito che ho abbandonato progressivamente .marketingplanner.blogspot.com che non ha ranking e che però ho aggiornato recentemente con un articolo che rimanda al sito che sto utilizzando ora .piano-marketing.blogspot.com.
    Può essersi generato un conflitto?
    Mi conviene chiudere il sito scarno dopo la riabilitazione?
    L’importazione di post sul nuovo blog può generare duplicazione di contenuti?

    Grazie ancora

    • dechigno scrive:

      Ciao Antonio,

      no, non dovrebbe aver generato il conflutto, a meno che il sito non sia bannato o fortemente penalizzato (ma non credo).

      Se il post comunque è duplicato, certo bene non fa.. quindi ti consiglio di eliminarlo.

      Buon lavoro,
      a presto.
      Michele

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Grazie! Ho fatto tutto il possibile ma in effetti se le cause sono quelle di cui abbiamo parlato non dovrebbero esserci altri problemi…
    Comunque Vi farò sapere………….

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Si, in effetti la prima risposta in automatico di presa in carico di google è del 9. Oggi sempre in automatico mi hanno comunicato che è in revisione…
    Spero ce la facciano in un mese… Quanto tempo passa fra la revisione e la depenalizzazione?

    • dechigno scrive:

      Le tempistiche per uscire da una penalizzazione sono variabili ma sembra scadenzate di 30 giorni quindi ad ogni fine mese.

      Quindi a scaglioni: 30/60/90/120 giorni (dipende anche dalla gravità dell’infrazione).

      Però bisogna essere sicuri di aver risolto il problema quello è il difficile.. 🙂

  • Antonio Ferrandina scrive:

    WMT mi ha risposto che sta elaborando la richiesta, speriamo bene.

    Michele ti chiedevo:

    Posso andare a sostituire ora negli annunci fatti il link con il mio blog al posto dei subdomini che ho eliminato?

    grazie

    • dechigno scrive:

      Ciao Antonio,

      si è una risposta standard che mandano a tutti (è un autoresponder).

      Si puoi farlo, non dovrebbe infastidire Google.

      Buon lavoro,
      a presto.
      Michele

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Grazie Michele.
    Ho appena cancellato i subdomini
    Posso andare a sostituire ora negli annunci fatti il link con il mio blog?
    Almeno così non ho perso tutto il tempo e spero di assicurarmi un minimo di traffico prima della RIABILITAZIONE

    In effetti avevo già chiesto la riconsiderazione qualche giorno fa in modo generico.

    Devo rifarla ora o mi basta aver bonificato?

  • dechigno scrive:

    Grazie a te per aver condiviso qui la tua esperienza… aspetto tue news positive.. 🙂

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Grazie Michele
    i miei sospetti sono confermati purtroppo :-((
    Farò quanto consigliato sperando che il periodo di pena non sia eccessivo ;-))

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    rispondo punto per punto:

    1) Si, direi che queste tecniche sono molto molto pericolose (poi su blogger Google gioca in casa.. 🙂 ). Consiglio di bonificare il tutto.

    2) OK, si stacca tutti i riferimenti a quei siti satellite.

    3) No, non credo.

    4) No, questa attività non porta a penalizzazioni (ma è la natura stessa dei domini di terzo livello ad essere SPAM)

    5) Si, può darsi. Assicurati che quelle pagine siano rimosse o ad ogni modo completate in modo da dare dei contenuti utili (eliminare la sensazione di stuffing)

    Cosa puoi fare?

    Fare una bonifica eliminando i terzi livelli e tutto quanto fatto nell’ultimo mese (lato on-site). Poi effettui la richiesta di reinclusione e ammetti le tue colpe dichiarando quanto fatto e quanto bonificato.

    Prometti di non infrangere mai più le regole e aspetta dai 30 ai 120 giorni per la reinclusione al 100% nell’indice… 🙂

    Purtroppo la prassi è questa!

    Grazie,
    a presto.
    Michele

  • Antonio Ferrandina scrive:

    Salve, allora ti dò come richiesto i dettagli del caso:

    Andamento posizionamento: 1^ giorno dal fenomeno:
    dalla 1^ alla 64^ pagina
    per un solo giorno alla 24^
    attualmente fra la 35^ e 36^

    Fatto i 3 test dell’articolo: primi 3 giorni positivi (nel senso che palesavano penalizzazione)

    Ora con il miglioramento del posizionamento sono negativi nel senso che non sembrerebbe esserci penalizzazione

    blog fondato ad inizio 2009
    Con un solo articolo a settimana ben ottimizzato e contenuto originale, ping e qualche backlinks, il blog raggiunge la prima posizione su google per kw piano marketing con quasi 9 milioni di competitor.
    Su altre kw come piano di marketing, piani di marketing, marketing plan. ecc. NO.
    Decido allora 1 mese fa alcune strategie più aggressive:

    1. Acquisto un servizio di creazione di subdomini di 3 livello, creo subdomini ottimizzati nella title, descrizione e meta tag e imputo un redirect al blog principale. Potrebbe essere questa la causa?
    Ad oggi però solo 1 di questi subdomini è indicizzato, gli altri no.
    Dal WMT di google non si vede traccia di backlinks in entrata da questi sub…………………………..

    Azione intrapresa dopo probabile penalty: eliminato il redirect sul mio blog

    2. Effettuo submit a vari motori di ricerca di questi subdomini e inserisco i banner di cortesia sul blog principale.
    Può essere che abbia fatto il submit su qualche sito spammato?

    Dopo probabile penalty: eliminato i banner dal mio blog

    3. Ho fatto il ping con vari tools per i diversi sudomini
    Può essere stato interpretato come spam?

    4. Ho pubblicato circa 100 annunci pubblicitari complessivi per i 10 subdomini a rotazione in 1 mese su Craiglist, You Post, Annunci Gratuiti, OLX, kijjj, ma non ho avuto che pochissime visite ne vià traccia di backlinks da Google Analitics

    5. Blogger permette ora di creare sul blog delle pagine sino a 10: ne ho create diverse con link legate alle kw ma tali pagine sono rimaste vuote per alcuni gioni
    Può essere stato ritenuto spam o kw stuffering?

    Azione intrapresa dopo probabile penalty: eliminato alcune pagine e quelle residue le ho riempito di contenuti.

    L’unica indicizzazione sulla kw non riguarda la pagina home del blog ma solo un articolo del 2009…

    Cosa posso fare?

    Grazie mille

  • Certo, posso però spiegarti meglio ad una mail personale?
    Me la puoi inviare?
    Grazie

    Antonio

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    da un’analisi molto veloce, credo che il sito sia penalizzato (forse hai incrementato troppo rapidamente il backlinks?!).

    Se mi giri i dettagli, di quanto fatto nei mesi scorsi (un po’ la storia del blog in pratica e delle attività che hai svolto per promuoverlo) posso guardare con più calma e darti consigli utili per superare questo momento di difficoltà.

    Attendo tuo cortese riscontro,
    grazie a presto.
    Michele

  • Ho fatto qualche cambiamento oggi ma vorrei lo stesso un parere.
    grazie

  • Tre giorni fa il mio blog http://www.piano-marketing.blogspot.com è scomparso dalla 1^ pagina per kw piano marketing scendendo alla 67^esima.
    Anche su molte altre parole.
    Molti articoli sembrano scomparsi.
    Qualcuno può fare qualche controllo Oggi sono in 35 pagina

  • dechigno scrive:

    Grazie ChiavePC,

    presto credo di avere novità a riguardo, ma ci sto ancora lavorando… 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • chiavepc scrive:

    Bella guida!

  • dechigno scrive:

    Ciao Andrea,

    grazie per la segnalazione.

    Leggerò con interesse la guida.. 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Andrea scrive:

    A proposito delle segnalazioni di spam che giungono da parte dei quality rater, è possibile approfondire l’argomento direttamente sulla guida che Google consegna loro, è tradotta in italiano qui:
    http://www.arte-web.it/Le-linee-guida-di-Google-per-i-propri-Quality-Raters.php

  • dechigno scrive:

    Ciao Luigi,

    questo post tratta le penalizzazioni di Google, non dei filtri anti-spam e blacklist via email.

    Ad ogni modo facendo alcuni controlli:

    http://www.mxtoolbox.com/SuperTool.aspx?action=blacklist%3awww.invidio.it

    anche qui: http://www.mailradar.com/rbl/

    il server/sito non sembra inserito in black-list.

    Solitamente i messaggi vengono rifiutati per periodi relativamente brevi, ad ogni modo, prova a riscrivere la mail togliendo tutti i riferimenti e cambiando l’oggetto.

    Inoltre, hai fatto attività di invio massiccio di email? spam?

    Grazie mille,
    a presto.
    Michele

  • Luigi scrive:

    Salve a tutti, chiedo ai luminari della rete di aiutarmi a risolvere questo problema.
    Credo che il mio sito sia finito in qualche black list anti spam.
    Infatti se si inserisce il link “invidio.it” all’interno di una mail si presentano numerose e gravi anomalie.
    – da account fastweb e linea fastweb la mail non parte mai e mi dice di cambiare smtp.
    – da account fastweb e linea Alice la mail parte e spesso non arriva
    – da qualsiasi account ad accont @fastwebnet.it, parte ma torna indietro con questo messaggio:
    Action: failed, Status: 5.5.0, Diagnostic-Code: smtp;554 Message refused.
    – da qualsiasi account a qualsiasi account parte ma nella stragrande maggioranza dei casi non arriva.
    Avete un consiglio da darmi, visto che con il sito ci lavoro è lo sfrutto per mostrare ai clienti il contenuto?
    Grazia anticipatamente
    Luigi

  • Alan scrive:

    Grazie mille ora provo a leggere con calma 😀

  • dechigno scrive:

    Ciao Alan,

    questo post presenta come eseguire alcuni controlli, non si ha mai la certezza ma comunque si hanno conferme al 98%.

    Il webmastertool di Google indica alcuni suggerimenti per migliorare le performance del sito, avere troppi title/description duplicate non è positivo, ma solitamente non genera penalizzazioni.

    Per essere penalizzati solitamente bisogna infrangere le regole di Google. 🙂

    Per quanto riguarda la risposta allo scambio (cosa che sconsiglio vivamente) probabilmente non hanno approfondito l’analisi del tuo sito, si sono solo limitati a visionare la barretta verde del PR e giudicarlo penalizzato nel PR (cosa che non è affatto vera, visto che il sito è appena stato pubblicato).

    La disinformazione purtroppo tira brutti scherzi… a volte! 😀

  • Alan scrive:

    Ciao dechigno grazie per la tua rapidissima risposta! Si in effetti è nuovo sito, ma come hai fatto a eseguire un controllo? usi qualcosa uno strumento particolare? Comunque su google webmaster ho cliccato su Diagnostica + suggerimenti HTML e risulta solo 1 e “meta descrizioni brevi” quando ci clicco li appare solo testo “Streaming Internet Toolbar”. Devo preoccuparmi o vanno bene lo stesso? 🙂 Trovo strano che quando ho inoltrato un email a uno utente per fare scambi link e lui mi ha praticamente risposto cosi: “Putroppo al momento non possiamo accettare scambi link in quanto il sito è già stato penalizzato in pagerank probabilmente per questo motivo. A presto, qualora potremmo nuovamente accettare scambi.” Se ho ben capito forse si riferisce il suo sito oppure mio….

  • dechigno scrive:

    Ciao Alan e grazie per il commento.

    Ho controllato e dai controlli eseguiti il tuo sito non sembra in alcun modo essere penalizzato.

    Soprattutto tenendo presente la giovanissima età del dominio/sito (1 mese di vita), quando le fluttuazioni sono all’ordine del giorno. 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Alan scrive:

    Salve vorrei sapere se il mio sito e’ stato penalizzato oppure no (ma si presume uno utente mi diceva via email che sono gia’ penalizzato a mia insaputa) puoi fare un controllo da questo sito streamingtoolbar.net? Se possibile capire quali sono le cause…e cosa devo risolvere. Grazie 🙂

  • dechigno scrive:

    Ciao Simone,

    1] si, le pagine sembrano penalizzate per alcune parole chiave
    2] oltre a quanto indicato in questo post, praticamente no: non esiste un metodo “avanzato” per essere certi di una penalizzazione
    3] una volta fatti tutti gli interventi di bonifica (on e off site) suggeriti, richiedere la considerazione è sempre cosa buona e giusta 🙂
    4] non ti preoccupare, 3 domande non sono poi così tante

    Grazie,
    ciao
    Michele

  • Simone scrive:

    Grazie Michele.
    Sto provvedendo ad eliminare i link “incriminati” e cercando di ottenerne altri con anchor differenti. Ma secondo te sono state penalizzate le pagine? Esiste un metodo efficace e avanzato per capirlo? Se di penalizzazione si trattasse tu credi che dovrei solo lavorare per migliorare la link popularity o dovrei chiedere riconsiderazione a google?
    troope domande vero?
    😀

  • dechigno scrive:

    Ciao Simone,

    se riesci sarebbe meglio modificare le anchortext, oppure come dici eliminare quei links.

    Google è divenuto sensibilissimo al bombing.. 🙂

    Buon anno,
    a presto.
    Michele

  • Simone scrive:

    Ciao Michele, si è già scambiato opinioni (meglio: mi hai già dato consigli) sul gt forum. Riscontro problemi (penalizzazione? te cosa pensi?)per due pagine interne del mio sito (arredamento moderno e arredamento classico): per queste pagine ho praticato link building su forum di settore con lo stesso anchor (in poco tempo forse). Ho modificato l’anchor dei link ma ancora niente…Cosa mi consigli? Li elimino?
    Buon anno

  • dechigno scrive:

    Ciao Fulvio,

    si è possibile che una pagina/sito venga filtrato per una singola parola chiave. Sono penalizzazioni temporanee tipo Yellow Card che durano dai 30 ai 90 giorni.

    Generalmente sono causate da attività massicce di linking mediante l’utilizzo di quella stessa keywords nell’achortext.

    Si esce se si sospendono le attività di linking.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • fulvio scrive:

    E’ possibile la penalizzazione solo su una pagina o parola?
    Noto ad esempio che una pagina secondo me bene fatta nel mio sito è meno raggiunta di altre pagine che ho messo successivamente su altri siti di comunicati stampa, per promuovere la mia pagina in questione.

    Molto strano

  • […] un vecchio post (ancora attuale) parlavo di come individuare se il proprio sito è bannato o penalizzato da […]

  • dechigno scrive:

    Ciao Filo Thai,

    il “problema” si risolve utilizzando i reindirizzamenti automatici, in particolar modo i redirect 301.

    In pratica devi far coincidere ad ogni vecchia url (xyz.it/lang2/pagina1.html) un reindirizzamento lato server 301 alla url nuova (xyz.com/pagina1.html).

    Ti consiglio, se non l’hai ancora fatto, di scaricarti la mia guida al posizionamento, dove affronto anche questa tematica con tutte le istruzioni e comandi in funzione del tuo web server e del linguaggio di programmazione:

    http://www.prima-posizione.it/download/guida-posizionamento-motori-ricerca.pdf

    Buon lavoro a presto, 🙂
    Michele

  • Filo Thai scrive:

    Michele..visto che sei stato così gentile aprofitto per chiedere un altro consiglio. ho un sito che ho voluto tadurre in inglese la parte italiana è http://www.xyz.it mentre quella in inglese è http://www.xyz.it/lang2 chiaramente poi tutte le pagine di quest’ultimo sono tipo http://www.xyz.it/lang2/pagina2.html ecc. Il problema sta nel fatto che ho acquistato il dominio http://www.xyz.com e traferito tutto il contenuto in inglese in quest’ultimo. Adesso della parte http://www.xyz.it/lang2 non me ne puo’ fregare di meno. Il problema è che se vado ad eliminare le pagine direttamente da filezilla google mi penalizza sicuro perchè sono tutte indicizzate. Cosa mi conviene fare??
    scusa il disturbo ma in rete sei uno dei pochi gentili rimasti.

  • Filo Thai scrive:

    ok provo e ti faccio sapere.
    grazie mille

  • dechigno scrive:

    E’ un’eventualità ma solitamente qualche pagina la indicizza (soprattutto l’homepage) quindi penso si tratti di una mancanza di spiderizzazione, dovuta alla bassa popolarità del sito. 🙂

  • Filo Thai scrive:

    grazie Michele,
    volevo chiederti se secondo te è possibile che google non l’abbia preso per i contenuti simili in ogni prodotto v. http://www.twinsspecial.it/guantoni_thai_boxe_twins_special_monocolore.html oppure e’ solo da inviare sitemap…questo perche’ il sito l’avevo fatto alemno 4 mesi fa. grazie Filo

  • dechigno scrive:

    Ciao Filo,

    a mio avviso è solo un problema di indicizzazione e tempistiche.

    Ti consiglio per far indicizzare velocemente il tuo sito da Google di:

    1) Registrarti al webmastertool di Google e sottoporre la sitemap xml del sito
    2) Passargli qualche backlink da pagine/siti già indicizzate da Google, preferibilimente se ad elevato trust (dove lo spider è più presente)

    Se il tuo sito non viene indicizzato entro 10 giorni da queste operazioni significa che c’è qualche altro problema.

    Tienimi informato.

    buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Filo Thai scrive:

    non riesco a capire se il sito http://www.twinsspecial.it sia bannato o meno da google. Non dovrebbero esserci motivazioni. Su yahoo va alla grande…google nemmeno l’ha preso..qualcuno mi può aiutare a capire?? ve ne sarei infinitamente grato. Filo

  • Lux scrive:

    quindi escluderesti una penalizzazione ma si tratta di mancanza di trust del sito, forza per restare in alto giusto? io sospetto questo (considerando il mio parere estremamente modesto), se era penalizzato non credo arriverebbe ai primi posti giusto?

    sapere la “malattia” è già molto, perchè così sai come curare, mi spiego:

    un conto è sapere che devo muovermi per curare una penalizzazione

    un conto è sapere di dovermi muovere per curare mancanza di forza, con backlink ecc…

  • dechigno scrive:

    Ciao Lux,

    scusa il ritardo ma ero in viaggio di nozze… 🙂

    Allora rispondo alla tua domanda:

    “Com’è possibile? E’ indice di penalizzazione, oppure di mancanza di “trust” o forza del sito e delle pagine?”

    Purtroppo è possibile, quando Google reputa una notizia “fresca” molto interessante ma poi il sito non ha abbastanza trust per sostenerla nelle primissime posizioni.

    Ad ogni modo, fai anche attenzione a non essere loggato col tuo account di google quando fai ricerche, altrimenti i risultati sono personalizzati e non attendibili. 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Lux scrive:

    Ciao Michele, torno a scriverti per avere un chiarimento in merito al sito in questione di cui ti avevo chiesto un parere a fine estate, ovvero http://www.ilpescara.it.

    Ieri mi sono accorto di una cosa molto strana: un’articolo che avevo inserito appariva al primo posto assoluto su circa 8 mila risultati dopo appena 3 ore dall’inserimento.

    Poi, però, un’ora dopo, andando a ricontrollare, ho notato che è completamente sparito non solo dalla prima pagina ma praticamente dai risultati

    Com’è possibile? E’ indice di penalizzazione, oppure di mancanza di “trust” o forza del sito e delle pagine?

    Personalmente credo che se fosse penalizzato non sarebbe mai arrivato al primo posto in prima pagina giusto?

    Attendo, se possibile, delucidazioni
    Ciao e grazie mille

  • dechigno scrive:

    Ciao Ric,

    confermo che il sito è BANNATO.

    Non riesco nemmeno io a capire come mai il sito non compaia nell’indice (senza avere accesso al webmastertool e allo storico completo).

    Ad ogni modo, prima di cambiare nome a dominio, ti consiglio di fare un tentativo di reintegrazione in questo modo:

    1) Cambio hosting (passare ad un servizio professionale, perchè ora sei hostato su una macchina che ha altri 4000 siti caricati al suo interno)

    2) Fare una richiesta di reinclusizione spiegando filo e per segno tutte le attività svolte e che il sito è conforme alle loro line-guides.

    Tienimi informato.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • ric scrive:

    ciao Michele
    ho gestito per un cliente la realizzazione di un sito (www.goodvibrationsmilano.it) e mi sono occupato di preparare una versione preliminare (in attesa della versione che verrà seguita attraverso un cms). A parte i primi giorni – il sito ha debuttato a marzo di quest’anno – in cui le poche pagine online furono indicizzate, nel momento in cui segnalai il sito a google e provai a gestirlo con i webmaster tools inizio il dramma. Prima i problemi con le sitemaps, rifatte più volte perchè dava errore dopo una iniziale approvazione, poi con la sparizione totale dal motore di ricerca. Addirittura cercando l’indirizzo completo del sito non si ha nessun risultato. Temo sia stato bannato e non so il perché. Attraverso google analitycs noto che i bot di google nemmeno passano contrariamente a quelli di yahoo, dove peraltro appare nelle prime pagina di ricerca. Nel frattempo il sito è cresciuto e ci sono anche link provenienti da siti esterni ad alto traffico che dovrebbero in qualche modo aiutarci ma nessun risultato. A questo punto è probabile che sposteremo il sito su altro dominio. Mi chiedo, per non rivivere la stessa situazione, cosa fare e quale può essere il problema che ha causato tutto ciò. Ti ringrazio per l’aiuto.

    ric

  • Ciao Michele, io la penso come te, però c’è anche da dire che non c’è una caso di studio simile dove un portale con alto trust ha fatto questa “prova pazza”.. L’algoritmo di penalizzazione potrebbe anche in questo caso sfiorare il portale con buon trust..

    Se mi decido di provare ti avviso 🙂

    Lorenzo

  • dechigno scrive:

    Ciao Lorenzo,

    per un portale/blog ad elevato Trust il problema non sussiste perchè Google ha talmente tanta fiducia dei contenuti del sito che anzi, trova utili i tag del blog in quanto elencano tutti i post relativi a quella parola chiave.

    Il trust influisce molto sugli algoritmi di penalizzazione, in modo inversamente proporzionale (più il trust è altro, meno sono gli effetti degli algoritmi penalizzanti).

    Per tanto, consiglio di lascieare le cose come stanno… semmai sei sempre in tempo ad eliminare i tag dagli indici e bloccare l’indicizzione… 😀

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Ciao dechigno,
    si è discusso tempo fa in giro il problema dei tag wordpress, come tu hai consigliato:

    2) Blocca l’indicizzazione (sempre che queste pagine non ti portino la maggior parte del traffico) dal file robots.txt dei tag (es. ilpescara.it/tag/asl/)

    E’ un argomento a cui prestare veramente attenzione.. Volevo sapere tu cosa ne pensavi a riguardo.

    Secondo te (faccio un esempio) un portale che ha 1000 articoli e 2000 tag, ha un buon trust sull’argomento ed è posizionato sia per i tag che per gli articoli. Eliminando dalle serp i tag, non potrebbe succedere che gli articoli prendano più rilievo, migliori posizionamenti, che portano maggior traffico dei 1000articoli+2000tag precedenti?

    Diciamo che non ho il coraggio di provare, però sarebbe un buon test.. Tu che pensi?

    Lorenzo

  • dechigno scrive:

    Ciao Lux,

    1) Si, meglio moderare le sottomissioni agli aggregatori. Magari limitati ad una al giorno

    2) Si, meglio puntare sul posizionamento delle proprie pagine rispetto che passare contenuti ad altri siti

    3) No, non è il caso di richiedere la rimozione dei contenuti duplicati agli aggregatori

    4) Ah già, il tuo CMS è molto simile a WP.. 🙂 Comunque la situazione non cambia, la generazione di troppi tag può generare a problemi di visibilità su Google simili a quelli da te indicati

    5) Linkbait… dovresti saperlo dalla guida!!:D … dai scherzo, non ti preoccupare, ecco qui un breve riepilogo tratto dalla guida seo:

    “Per esempio, il linkbaiting può essere attuato fornendo contenuti utili ed originali come:
    • Tool e/o software da utilizzare direttamente on-line
    • Creazione di contenuti ridistribuibili (questa guida ne è un esempio lampante)
    • Traduzioni di contenuti disponibili solo in altre lingue
    • Articoli tecnici originali (che possono essere ripubblicati su altri siti)
    • Spazio alla fantasia… 🙂 ”

    Buon lavoro!!
    A presto.
    Michele

  • Lux scrive:

    grazie delle risposte, troppo gentile
    alcune piccole precisazioni vorrei avere:
    dici che il sito subisce fluttuazioni perchè ci sono pagine uguali in siti (aggregatori) con maggiore forza, cosa che sospettavo anche io
    quindi il tuo consiglio è quello di non segnalare più nulla sugli aggregatori oppure di farlo in maniera più moderata?
    queste pagine portano indirettamente parecchio traffico, perche sono ben posizionate ed una volta che l’utente clicca quasi sempre arriva sul mio sito. mi consigli quindi di pazientare per un po ed invece di segnalare le news attendere una buona indicizzazione diretta del sito giusto?
    per quanto riguarda le pagine già presenti sugli aggregatori, per caso devo chiedere di farle rimuovere?
    per i tag io non utilizzo wordpress ma un cms di nostra creazione
    per i link in ingresso, cosa intendi per tecniche di linkbait?
    GRAZIE MILLE!!!!!!

  • dechigno scrive:

    Ciao Lux,

    ho dato un’occhiata al tuo sito ed al suo comportamento in SERP.

    Il sito non sembra penalizzato ma subisce qualche fluttuazione dovuta al contenuto duplicato generato da altri siti ad elevato TRUST (forza). Questo non permette al sito di emergere per SERP precise e incentrate su parole chiave strettamente legate al tuo sito.

    Inoltre anche la creazione dei tag di wordpress può generare problematiche simili, spostando parecchie pagine nell’indice secondario di Google.

    I miei suggerimenti a riguardo sono:

    1) Continua a scrivere articoli unici e originali
    2) Blocca l’indicizzazione (sempre che queste pagine non ti portino la maggior parte del traffico) dal file robots.txt dei tag (es. ilpescara.it/tag/asl/)
    3) Richiedi la rimozione di queste pagine dal webmastertool di Google
    4) Incrementa i tuoi links in ingresso, magari utilizzando qualche tecnica di linkbait.

    Spero di essere stato chiaro.. 🙂
    Altrimenti son qui…!

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Lux scrive:

    Grazie mille michele di queste delucidazioni, soprattutto per me che di SEO capisco davvero poco
    Ho fatto il controllo sulle penalizzazioni come da te descritto, inserendo sia nome sito da solo che con due keywords del title, ed accade una cosa strana:
    il nome sito da solo è sempre al primo posto
    nome sito + keywords è molto fluttuante: spesso è in prima posizione il risultato, mentre nell’arco della stessa giornata scende al settimo, ottavo ed anche nono posto
    secondo te può essere sintomo di penalizzazione?
    per tagliare la testa al toro, il sito è “ilpescara.it”, se ti è possibile perdere 1 minuto per fare un rapido controllo se il sito ti sembra penalizzato mi faresti un grande favore!!
    ciao e ancora mille grazie

  • dechigno scrive:

    Ciao Lux,

    rispondo sinteticamente alle tue domande:

    1) Si, troppi backlinks ricevuti in brevi lassi temporali portano a penalizzazioni temporanee del sito. Non è comunque il caso in cui si segnalino notizie agli aggregatori con la frequenza da te indicata

    2) Segnalare in continuazione le notizie sugli aggregatori, in teoria non porta ad alcuna penalizzazione. Il problema è che così facendo continui a passare contenuto duplicato a chi, molto probabilmente, ha più trust di te e quindi ti supera in serp

    3) nessun problema invece per i feed rss, più ne ricevi… meglio è 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Lux scrive:

    Ciao a tutti, avrei un dubbio che mi attanaglia da diverso tempo. Da circa 3 mesi mi occupo di un portale d’informazione locale, un quotidiano on line. Da circa un mese ho iniziato a segnalare le mie notizie su alcuni aggregatori specializzati, come diggita.it ed altri simili.
    La domanda che mi pongo è questa, premetto che sono abbastanza ignorante in materia di SEO e motori di ricerca:

    ho letto che troppi backlink al proprio sito in breve tempo danno fastidio a google, ma inserendo giornalmente le mie notizie su questi aggregatori, posso ricevere penalizzazioni da google?
    quello che mi chiedo è se inserire le mie notizie ogni giorno sugli aggregatori può creare problemi di indicizzazione e penalizzazione al mio sito? google infatti potrebbe vedere molti link al mio sito provenire da un unico sito (l’aggregatore in questione). considerate che molti di questi aggregatori non hanno il no follow, specie quelli a segnalazione manuale

    per gli aggregatori con feed rss automatico, che quindi hanno come anchor text lo stesso titolo degli articoli da me pubblicati, ci sono problemi?

    attendo lumi grazie!!

  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    Ti ringrazio per la velocissima risposta, allora lo lascio stare così, è più pulito e non faccio spam…a maggior ragione di quanto mi hai detto…che google sta prendendo dei provvedimenti, ma guarda caso se la prende sempre con i più deboli…come si chiama uno che fa il forte con i deboli…vigliacco?
    Certo, l’anzianità di un sito ha il suo valore, ma se entra in vigore la regola che un sito non può fare decine o centinaia di sottodomini perchè è palese che lo fa non per facilitare gli utenti ma per riempire le pagine con i loro risultati e quindi di spam, ma come sempre la legge non è uguale per tutti, vorrei vedere google che penalizza kijiji & company solo per imparzialità…ma questa è pura fantasia, la realtà è sempre la stessa.
    Termino ringraziandoti del tuo consiglio e delle informazioni, ci sentiamo al prossimo quesito, grazie!

    Saluti
    Antonio

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    grazie per il tuo quesito sicuramente molto interessante, sia dal lato etico sia dal lato motore di ricerca.

    Anch’io mi sono sempre schierato con chi reputa questa tecnica (di utilizzare domini di terzo livello) per monopolizzare alcune SERP sia quanto meno scorretta.

    So anche che Google si sta attrezzando per limitare questo fenomeno e, a mio avviso, ha già preso provvedimenti per quanto concerne i siti nuovi a bassa popolarità (ho visto forti penalizzazioni o ban parziali dei terzi livelli su siti appena nati che presentano un’architettura simile).

    Il problema sorge quando il sito ha un forte trust e un’anzianità discreta… esistono tantissimi siti (anche lo stesso Google con Blogspot) che concedono a terzi di utilizzare domini di terzo livello… e il motore non vuole perdere questi siti.

    Per concludere, io non farei mai un’architettura del genere perchè effettivamente risultata contro l’utente… Google lo sa e quindi prima o poi filtrerà questi abusi.

    Inoltre è molto più facile incrementare il Trustrank concentrandosi su un solo dominio, anzichè su 126 (mi pare sia il numero delle province italiane).

    Resto a disposizione,
    a presto.
    Michele

  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    Dopo circa un’anno rieccomi quì, vengo a romperti un pò le scatole…ma ho alcune domande alle quali solo tu puoi rispondere, cercherò di sintetizzare…se ci riesco, ecco le domande:
    Ho fatto un sito di annunci (www.annunci365.it) e mi sto scontrando con dei colossi…davide e golia…solo che io (davide) sono senza fionda 🙁
    Il problema è questo, se qualcuno nel mio sito cerca per esempio…bilocale con giardino…lo troverà in pagina x come miosito/bilocale…e basta, mentre i colossi come kijiji riempiono le pagine con…roma.kijiji/bilocale…. napoli.kijiji/bilocale e così via di seguito, questo perchè essendo il nome della città un dominio di terzo livello…il motore di ricerca lo vede come se fosse un’altro sito e quindi non limita i risultati mostrati a 2 ma riempie le pagine…con maggiore chance che qualcuno ci clicchi sopra.
    Premetto che per me questo se non è spam ci è molto vicino, comunque, tempo fa avevo letto da qualche parte che google aveva l’intenzione di considerare tutti i domini di terzo livello come se fosse uno, riducendo…anzi eliminando il problema di cui ho parlato prima.
    A me non costerebbe così tanto fare come loro, però se da un lato sono sicuro di avere più risultati…dall’altro vorrei evitare che un domani il signor G decidesse di attuare la sua idea e di ritrovarmi ad eliminare i sottodomini.
    In base alla tua esperienza e conoscenza, cosa mi consiglieresti di fare…come loro e spammare o rimanere così con un rapporto di forza che a parità di popolarità sarebbe 1 a X (numero di province o categorie)?
    In attesa di una tua gentile risposta.

    Saluti
    Antonio

  • ROBERTA scrive:

    ciao
    grazie mille. Non sto variando il sito, ma il provaider dove mi appoggio per la pubblicazione del sito ha fatto dei trasferimenti di server il 13 giugno e temo che il problema sia sorto in quel momento. Ho già provveduto ad avvisarli e spero che mi rispondano velocemente. Pensi che una volta tolta la pagina Under Construction tornerò nelle mie vecchie posizioni?
    Grazie ancora per tutto
    ciao
    roberta

  • dechigno scrive:

    Ah.. scusa.. ho visto solo ora… che il sito è normalmente online.. 🙂

    Il tuo a mio avviso è un problema legato appunto alla presenza di quella pagina di UNDER CONSTRUCTION… ti consiglio di chidere al tuo webmaster di:

    Eseguire un redirect 301 lato server dal sito senza www al sito con www.

    In pratica da:

    http://fantastilandia.com/ -> 301 -> http://www.fantastilandia.com/

    Vedrai che il problema dovrebbe rientrare.

  • dechigno scrive:

    Ciao Roberta,

    bhe qui la questione è semplice, la tua homepage è cambiata:
    http://fantastilandia.com/

    C’è la pagina: UNDER CONSTRUCTION

    E google naturalmente ha deprezzato l’intero sito (non è una risorsa utile agli utenti un sito in costruzione).

    Ti consiglio di ripristinare immediatamente la vecchia versione del sito.. se stai facendo un restyling farai il cabio una volta che il nuovo sito è già pronto.

    Così sarà un passaggio (quasi) indolore.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • ROBERTA scrive:

    ciao
    il mio sito (fantastilandia.com) è stato in prima pagina con tantissime chiavi di ricerca (es: trenino thomas, bob aggiustatutto, peluche, principesse disney, cars disney, bambolotti, ecc…), ma da qualche giorno sta inesorabilmente perdendo posizioni. Purtroppo non ho la più pallida idea del perchè. Potresti aiutarmi?
    Grazie mille
    ciao
    Roberta

  • dechigno scrive:

    Google è in grado di capire le formattazione dei testi, se non hai colore testo = colore sfondo non genera nessun problema. 🙂

  • Duilio scrive:

    ok 🙂 grazie michele, comunque oggi sono tornate le query ke avevo, vorrei sapere una cosa nn è xkè ho lo sfondo nero mi causa penalizzazione? dato ke se metto copia cache visualizza solo testo nn si vedono molti testi?
    Buon lavoro anche a te
    a presto
    Duilio

  • dechigno scrive:

    Ciao Duilio,

    si, il sito risulta penalizzato in SERP.

    I suggerimenti e consigli sono identici a quelli dati per “lavorareguadagnandodacasa.com” (gli errori commessi sono pressochè identici.. giustamente 🙂 ).

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Duilio Mele scrive:

    Ciao Michele oggi mi sono sparite tutte le mie query di ricerca sulle serp di google, sul mio sito www. shoppingsuinternet.com potresti controllare se me lo hanno penalizzato x cortesia? o darmi dei consigli utili? in attesa di una tua risposta cordiali saluti

  • dechigno scrive:

    Ciao, sono molto contento per te e per il tuo sito! 🙂

    Quando parlo di:
    “.. penso che siano siti studiati appositamente per ricevere click sui vari link di affiliazione e questo non è bene …”

    Mi riferisco proprio a questo:
    “.. non l’ho fatto per ricevere clic ma per cercare di portare clienti a quelle ditte in quanto io prendero una provvigione sui loro acquisti, capito?…”

    Si avevo già capito e questa provvigione si chiama sistema di affiliazione… 😀

    Per i suggerimenti vedi il commento precedente.
    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Duilio Mele scrive:

    Ciao michele il sito www. lavorareguadagnandodacasa.com ha ripreso le posizioni sulle serp non so come ringraziarti 🙂

    Non ho capito ke intendi con questa frase: penso che siano siti studiati appositamente per ricevere click sui vari link di affiliazione e questo non è bene (Google non ama questi siti perchè sono poco utili all’utente).

    Ti consiglio di creare per ogni link di affiliazione un contenuto/recensione orginale che ti permetta di:

    1. differenziarti dalla massa
    2. dare informazioni utili ai tuoi utenti.

    Ps se ti riferisci al sito shoppingsuinternet .com non l’ho fatto per ricevere clic ma per cercare di portare clienti a quelle ditte in quanto io prendero una provvigione sui loro acquisti, capito? comunque ogni consiglio su migliorare quel sito è ben accetto volentierissimo :-):-)
    un saluto Duilio

  • dechigno scrive:

    Ciao,

    penso che siano siti studiati appositamente per ricevere click sui vari link di affiliazione e questo non è bene (Google non ama questi siti perchè sono poco utili all’utente).

    Ti consiglio di creare per ogni link di affiliazione un contenuto/recensione orginale che ti permetta di:

    1. differenziarti dalla massa
    2. dare informazioni utili ai tuoi utenti

    Resto a disposizione,
    buon lavoro.

    A presto.
    Michele

  • Duilio scrive:

    grazie michele si ce l’ho l’account di google e lo uso spesso pure per controllare i miei tre siti www. shoppingsuinternet.com e www .superlavorodacasa.com questi sono gli altri due se ti va dimmi ke ne pensi per favore

  • dechigno scrive:

    Ah.. dimenticavo… altrimenti lo vedi dal webmastertool di Google, se non hai un account ti consiglio di crearne uno subito. 😀

  • dechigno scrive:

    Ciao Dulio,

    di niente figurati… 😉

    Per trovare e visionare le directory che ti linkano con quell’anchortext ti consiglio di usare questo utilissimo tool online: http://www.linkdiagnosis.com/ se non ricordo male richiede firefox come browser.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Duilio scrive:

    Grazie Michele per l’aiuto provvederò subito alle modifiche.
    ps per quanto riguarda questo punto: 1) Vai a richiedere alle varie directory di modificare anchor text e descrizioni dei link al tuo sito (oppure eliminarli definitivamente). In pratica dovrai avere un link con descrizione differemente per ogni directory. come faccio a trovare tutte le directory in cui ho segnalato il sito?

  • dechigno scrive:

    Ciao Duilio,

    confermo che la penalizzazione è in corso, anche se molto velata e mirata.

    Difatti sembra che il tuo sito sia penalizzato solo per parole chiave legate a “Guadagno” e le varie desinenze: guadagnando, guadagnare, etc.

    Queste penalizzazioni solitamente sono legate ad attività di linkbuliding con tecniche di booming (utilizzo delle stesse anchor text nei vari backlinks che si creano “naturalmente” e “artificiosamente” sul web).

    A tal proposito, penso che la penalizzazione sia dovuta al 99% all’iscrizione alle directory effettuata dove è stata usata la stessa anchortext (fra l’altro molto lunga con molte keywords all’interno).

    Quindi procederei in due direzioni per “riabilitare” il sito:

    1) Vai a richiedere alle varie directory di modificare anchor text e descrizioni dei link al tuo sito (oppure eliminarli definitivamente). In pratica dovrai avere un link con descrizione differemente per ogni directory.

    2) Ho notato che molte pagine: http://www.google.it/search?q=site%3Alavorareguadagnandodacasa.com&sourceid=navclient-ff&ie=UTF-8&rlz=1B3GGGL_itIT308IT308
    hanno o title o meta description duplicate… anche in questo caso ti consiglio di avere title e description uniche e originali per ogni pagina (senza duplicazioni).

    Questo dovrebbe farti tornare in SERP entro 15-30 giorni. 😀

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Duilio scrive:

    Ciao a tutti io da circa due mesi ho il sito penalizzato, ho seguito le linee guida, non faccio spam eppure nonostante abbia page rank 2 il mio sito è praticamente scomparso dalle serp di google con qualsiasi mia query. Mi potreste dare una mano per favore sono disperato. il sito è www. lavorareguadagnandodacasa.com

  • Pino scrive:

    Carissimo, la mia non è frustrazione, è solo voglia di rispetto delle regole; capisco che in Italia la cosa sia ignorata ad ogni livello, ma io sono ancora uno di quelli che provano a rispettarle.

    Se Google non è in grado di operare come dovrebbe – agendo in modo sperequativo – ammetta i propri limiti lasciandoci intendere che anche la fortuna sarà alla base del risultato del nostro lavoro, oppure cessi di operare in modo iniquo.

    Cordiali saluti e grazie
    Pino

  • dechigno scrive:

    Ciao Pino,

    capisco la tua frustrazione ma ti assicuro che Google combatte ogni giorno contro lo SPAM (il problema è che ce n’è troppo).

    Ad ogni modo, se fai qualche esempio concreto potremmo valutarlo insieme e vedere se “aiutare” Google all’eliminazione di tali siti che infrangono il suo regolamento.

    Grazie mille per il commento,
    a presto.
    Michele

  • Pino scrive:

    Non ho ancora capito come mai Google penalizzi siti non “sporchi” indicizzando perfettamente siti con contenuti che Google stesso reputa passibili di penalizzazione (testo nascosto, pagine di rimando, duplicati etc.).

    Mi pare che – essendo Google il principale mezzo di ricerca in rete – questo comportamento iniquo sia da segnalare all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, in quanto le leggi andrebbero applicate in modo uguale ed equo per tutti, non in modo casuale o parziale.
    Chi lavora creando siti “puliti” viene puntualmente penalizzato dallo strapotere che Google lascia a siti di agenzie con home page piene di contenuti nascosti con ogni mezzo (div di copertura, fondo e testo di colore uguale etc.), sottodomini a cascata e chi più ne ha più ne metta.

    Pino

  • dechigno scrive:

    Ciao Lorenzo,

    il problema di tool simili a quello è legato al fatto che il testo è generato automaticamente e il motore se ne accorge subito (appena inserisci un post si ritrova 10-12 altre pagine generate).

    Invece per quanto concerne l’eliminazione dei post, dal GWT puoi far cancellare intere directory (quindi dovresti fare solo 10-12 richieste di rimozione). Stesso discorso vale per il file robots.txt dove puoi bloccare l’accesso direttamente alle cartelle delle varie lingue.

    Per quanto riguarda i backlinks, li ho controllati con questo esito:

    – La maggior parte dei BL arrivano da directory
    – Molte di queste directory sono in lingua inglese e da pagine con più di 50-100 outboundlinks (sarebbe meglio evitare queste situazioni).

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Quindi, oltre allo scarso trust evidente per mancanza di backlinks, dici che il tool di traduzione può essere un motivo, ma perchè? Testo grammaticalmente e semanticamente scoretto?

    Inoltre, se volessi eliminare le pagine indicizzate in altre lingue richiedendo la rimozione, sono oltre 600 mila :-O… non si faceva a mano uno alla volta..

    Pensavo a link spam, nel tempo chiunque può aver inserito link di siti bannati, etc.. Ricordo che esisteva un tool che li individuava.. Sai per caso qualkosa?

    Ti ringrazio,
    Lorenzo

  • dechigno scrive:

    Ciao Lorenzo,

    penso che il problema sia legato principalmente al tool di traduzione automatica degli articoli (ho visto altri blog/siti tenere lo stesso comportamento con tools simili).

    Per tanto ti consiglio, se vuoi lasciare questa funzione per gli utenti, di bloccare l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca di tutti gli articoli tradotti in modo automatico e di richiedere la rimozione degli stessi dal webmastertool di Google.

    Questo problema è ancor più accentuato in quanto il sito non gode di molti backlinks. Per tanto, per completare l’operazione ti consiglio di incrementare anche notevolmente la popolarità sia dell’homepage sia sulle pagine interne (articoli).

    Resto a tua disposizione,
    grazie per la considerazione.

    A presto. 😉
    Michele

  • Per la sitemap volevo dire che me la fa inviare e non mi da errori, però devo dividerla in 4 pezzi per la grandezza..

  • Ciao dechigno, vorrei una tuo parere, consulenza in merito a messaggiamo.com..

    Ha quasi un milione di articoli e nel tempo li ho visti sempre più diminuire nelle serp, ad oggi ci sono solo 16000 articoli indicizzati.. 🙁

    Il pr da 4 nel tempo è sceso a 0..

    La sitemap non me la fa

    Immagina che potenziale un portale da 1 milioni di articoli, oggi con soli 16 mila da 1500 unici al giorno :-O

    Ipotesi?

    Grazie,
    Lorenzo

  • dechigno scrive:

    Ciao Laboo,

    grazie per i complimenti 🙂

    Si, in effetti c’è un filtro anti-boombing che penalizza un sito che riceve troppi backlinks con uguale anchortext in breve periodo.

    Questa però è una sensazione che è verificabile solo in serp, non c’è un modo per capire se effettivamente la keyword risulta filtrata oppure no.

    Resto a disposizione,
    buon lavoro.

    A presto 😉
    Michele

  • Laboo scrive:

    Otti contributo. Una penalizzazione per singola chiave è identificabile? non sono ancora riuscito a capire se legata ad un eccesso di BL con anchor unica.. c’è un modo?

  • dechigno scrive:

    Ciao Eugenio,

    molto probabilmente il tuo sito è stato penalizzato:

    http://www.google.it/search?hl=it&safe=off&rlz=1B3GGGL_itIT308IT308&num=100&q=workingonline.ws+%22lavoro+da+casa%22&btnG=Cerca&meta=

    Difatti per ricerche: nome dominio + keywords.. il tuo sito è superato da altri siti che parlano di te.

    Ti consiglio di verificare bene il codice di ogni pagina e controllare i vari backlinks che ricevi.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Eugenio scrive:

    io non capisco se sono stato penalizzato oppure… so solo che non sono più nelle prime posizioni se si ricerca gdi italia, cosa che accadeva prima, però se cerco il mio sito per intero lo trovo primo… che significa ciò?

  • Grazie Michele, vedrò di puntare su uno dei due blog.
    Puoi consigliarmi uno script da inserire in piattaforma blogger per il redirect?
    Grazie, grazie ancora!

  • dechigno scrive:

    Ciao Paik,

    sempre dal webmaster tool di Google trovi dal menu “Strumenti” il tool di Rimozione delle URL.

    Seguendo le istruzioni riportate puoi far rimuovere in 24 ore tutti i contenuti che vuoi.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Paik scrive:

    ciao, vorrei chiedeeti un’ultima informazione. Ho utilizato “analisi dei contenuti” di google ed è proprio come hai detto tu. Ho disinstallato completamente il plugin ma vorrei domandarti come faccio ad eliminare completamnete i 56 contenuti duplicati? Potresti aiutarmi? Ti ringrazio ancora

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    nessuno dei tuoi due blog è penalizzato, ad ogni modo se gli argomenti e i contenuti sono simili (praticamente uguali) conviene puntare esclusivamente su un blog, al fine di poterlo aggiornare periodicamente e renderlo sempre più ricco di testi ed informazioni per l’utente.

    Se opti per questa operazione, ti consiglio di effettuare un 301 da un blog all’altro e riprendere i vari post che saranno cancellati sul blog che mantieni attivo.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Grazie Michele,
    io ho anche un altro blog che sto lentamente abbandonando e che è più commerciale: http://www.marketingplanner.blogspot.com con contenuti e impostazione grafica simile.
    Potrebbe esserci stata una penalizzazione anche per questo?
    Mi converebbe fare un redirect per fondere i blog prima dell’eliminazione?
    Grazie, grazie ancora.

  • Paik scrive:

    ho capito , grazie per avermi risposto cmq ho lasciato per il tradutore la lingua inglese. Per le keywords mi suggerisci di cambiarle? Ammeto che ho scelto delle parole un pò troppo competitive

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    ho analizzato il tuo blog. In pratica è successa una cosa normalissima che Google fa con tutti i nuovi siti/blog. Ti spiego: quando Google trova una nuova risorsa, gli dà 5-10 giorni di grande visibilità, poi la fa sparire per qualche giorno per poi tornare successivamente alle posizioni che le competono.

    Oltre tutto la prola chiave da te indicata è molto competitiva e ci vorranno un bel po’ di baklinks per raggiungere la prima pagina.

    Spero di essere stato abbastanza chiaro.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Il mio blog era al primo (primo posto) sulle chiavi “piano marketing”.
    Un giorno aderisco ad un programma di article submitter (www.resellergo) e quindi sparisco in 22 pagina.
    Dopo un altro giorno mi ritrovo in 8-9 pagina e non riesco a venirne fuori.
    Qualcuni può controllarmi il blog?
    Vi ringrazio davvero molto.

  • dechigno scrive:

    Perchè genera troppe pagine “automaticamente” e se non hai una corretta popolarità, questa cosa genera problemi. 🙂

  • Paik scrive:

    ti ringrazio per il consiglio, ho appena eliminato tutte le lingue lasciano solo inglese, speriamo bene. Ma perche dovrei eliminarlo proprio il plugin? Eppure tantissimi siti hanno traduttori.

  • paiked scrive:

    ho fatto come mi hai consigliato, ho lasciato solo inglese, speriamo bene. Perche mi consigli di eliminare proprio il plugin? Eppure tantissimi blog utilizzano traduttori.

  • dechigno scrive:

    Ciao Paik,

    il sito è al 99,9% penalizzato da Google.

    Il problema, secondo me, è il tool di traduzione automatica che hai inserito.

    Magari anzichè farla per tutte quelle lingue prova a ridurla per il solo inglese, così vediamo se si risolve il problema.

    Il passo successivo è togliere completamente quel plugin e deindicizzare tutte le cartelle dei tag.

    Buon lavoro,
    a presto 😉
    Michele

  • Paik scrive:

    ho letto un pò tutti i commenti, come molti anche io riscontro qualche anomalia strana sul mio sito. Da 3 mesi aperto, le visite sono sempre aumentate, ho inserito nuovi plugin per ottimizzarlo dal punto di vista seo, e d’improvviso le visite sono calate drasticamente. In questi giorni non sto ricevede nessuna visita proveniente da google ma solo da diversi social network per pubblicizzare alcuni articoli.
    Data la tua esperienza sicuramente potrai darmi un valido consiglio. Ti ringrazio.

  • secondo me tanti hanno fatto il mio errore ciò si sono fatti attrarre dal PR ed hanno cominciato a fare scambio link. il mio sito è sparito, e non capisco dove sia l’errore che mi inputa google, dicendo che non riesce ad indicizzarlo 🙁

  • […] la (ri)lettura di uno “storico” post del buon dechigno (che tra l’altro spiega molto bene la differenza fra sito bannato e sito penalizzato) e anche di dare un’occhiata a questi articoli di Francesco “mister.jinx” Tinti, altro noto […]

  • […] di uno “storico” post del buon dechigno (che tra l’altro spiega molto bene la differenza fra sito bannato e sito penalizzato) e anche di dare un’occhiata a questi articoli di Francesco “mister.jinx” Tinti, […]

  • dechigno scrive:

    Ciao Mihaela,

    ma su quale sito sei stata bannata? perchè qui stiamo parlando dei Ban di Google, cioè quando Google elimina un sito dai propri indici.

    Fammi sapere,
    a presto.
    Michele

  • lipciuc mihaela scrive:

    Buongiono,vorrei sapere per favore per che non posso piu entrare a chatare.Mi dice che sono stato BANNATO non capisco per che,vi ringrazio di cuore

  • dechigno scrive:

    Molto bene Massimo, sono proprio contento per te… 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Massimo scrive:

    INCREDIBILE!
    Dopo solo un giorno e 1/2 da 155 a 409 Pagine Indicizzate! E LA PRIMA PAGINA sempre su Google su 1.400.000 voci e le keywords “blog orologi” (come una volta…)

    Grazie per la dritta Michele!

    IL MIO PROBLEMA SI E’ RISOLTO!

    Passa a trovarmi…sul blog, se ti piacciono gli orologi da polso.

    massimo

  • Massimo scrive:

    Michele,
    grazie per i consigli. Ho però potuto eseguire solo il punto 1) che per altro, potrebbe essere decisivo. Al tempo che usavo Google Translate avevo creato directory /en/ /es/ etc… Poi insieme ad aver disattivato il plugin ho cancellato la cache e quindi anche le directory e richiesta la rimozione degli URL come directory( Google dovrebbe rimuovere anche le pagine php indicizzate…), ma purtroppo continua a segnalare eroori 404 su indirizzi rimasti indicizzati.

    Aspetterò l’effetto del dominio preferito.

    Grazie

    massimo

  • dechigno scrive:

    Ciao Massimo,

    il fenomeno che ha colpito il tuo sito sembra proprio la deindicizzazione dell’homepage (infatti meno col comando site: viene visita).

    Si tratta quindi di una penalizzazione atipica e va risolta in altri modi:

    1) Imposta dal webmastertool di Google come dominio preferito quello con “www.”

    2) Ho visto che hai fatto abbastanza confusione con le lingue, ti consiglio di eliminare tutti i post tradotti in lingua e lasciare esclusivamente post in ITALIANO. Se vuoi fare anche le versioni in altre lingue, ti consiglio di inserire i post in un’altra directory (ad esempio: /en/ per l’inglese, /fr/ per il francese, e così via.

    Fatte queste modifiche aspetta qualche giorno e vediamo se la home ritorna.

    Inoltre assicurati che le sitemap siano aggiornate e blocca dal file robots.txt i vecchi post richiedendo la rimozione dal webmastertool di google.

    Tienimi aggiornato.
    grazie.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Massimo scrive:

    Ciao,
    avevo letto e bookmarcato questo articolo tempo fa, sperando invano di poter risolvere il mio problema. Il mio sito è stato quasi certamente bannato, penalizzato al 101% visto che al momento che scrivo cercando con “site:www.blog-orologi.com” mi restituisce 155 risultati, ma guardando in dettaglio sono tutti tag, articoli e cache al settembre 08, data in cui tutto funzionava a meraviglia…
    Credo di sapere anche il perchè: utilizzando il plugin “Google translate” avevo in un primo momento abilitato la traduzione del blog in Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo. Le pagine in cache nelle lingue elencate sono state indicizzate, ma poi avendo disabilitato io il plugin si vede che Google mi ha bannato per una serie di errori 404 dovuti anche all’eliminazione di alcuni tag anche questi, si vede, indicizzati…
    Ho anche, utilizzando la “Richiesta di riconsiderazione” 2 volte, nella sezione Strumenti per i Webmaster, provato a spiegare il problema a Google, ma senza successo… da 2 mesi…
    Inoltre la CACHE della home e le INFO del sito sono assenti… anche se ho risegnalato il sito,
    Qualcuno può aiutarmi come uscire da questa immeritata situazione?

    Grazie

    massimo

  • dechigno scrive:

    Ciao Marco,

    bene meglio così 😉

    Per quanto riguarda il testo di un sito bannato è quello che hai indicato nei post precedenti: cioè che nessuna pagina è presente nell’indice di Google e poi ti consigliano di leggere le regole/norme per far si che i siti siano idoneei ad essere inseriti su Google.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Customsoft scrive:

    Comunicazione di servizio :-]
    Il sito non era bannato … dopo 6 gg dalle modifiche da me consigliate è entrato nell’indice [-: … almeno l’home page
    Saluti
    Marco (SE&O)

    PS: sempre curioso ed in attesa di vedere il testo di un sito bannato! ;-]

  • dechigno scrive:

    Ciao Marco,

    probabilmente è un sito mai indicizzato, comunque per vedere se è stato penalizzato, puoi vedere i dati storici presenti su questo sito: http://web.archive.org/.

    Se il sito presentava spam in passato è probabile il ban. Altrimenti passagli 1 o 2 link giusti e vedrai che viene indicizzato.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Customsoft scrive:

    No certo, dove sbaglio no … ma almeno sapere se è bannato o meno … io ora vedo su un sito aperto (non da me) 3-4 mesi fa la sottocitata scritta … e mi hanno chiesto se è bannato … io credo sia solo non indicizzato … perchè nuovo, perchè fatto male e non linkato. Prima di metterci però le mani vorrei capire se è bannato, perchè se lo fosse mi conviene partire a fare il lavoro su un nuovo dominio. Di seguito il testo di google:

    “No pages from your site are currently included in Google’s index. Indexing can take time. You may find it helpful to review our information for webmasters and webmaster guidelines.”

    Tu che dici … solo fatto male l’attuale lavoro da parte del webmaster e quindi rifacendo il sito e tutto quel che c’è da fare attorno la cosa si sistema, o meglio cambiare dominio? Come vedi qui non c’è nessun riferimento al fatto del NON RISPETTO delle norme di google…

    PS: cercasi sito bannato per analisi :-)))

    Grazie per il tuo supporto.
    Saluti .. a tutti
    Marco

  • dechigno scrive:

    @Gianni

    Ho analizzato il tuo sito, probabilmente c’è una penalizzazione in atto.

    A mio avviso generata dai backlink un po’ troppo “near to spam” soprattutto per quanto riguarda quelli in lingua inglese.

    A mio avviso, dovresti rivedere il piano di promozione e link building.

    Inoltre il tuo sito propone molti articoli duplicati (non so se ti hanno copiato o viceversa).

    Spero di esserti stato utile, 😉
    a presto
    Michele

  • dechigno scrive:

    @Customsoft

    Mi fa piacere leggerti qui sul mio blog. 🙂

    Bhe, vedo che la soluzione l’hai trovata da sola, in effeti duplicare il contenuto non è mai positivo per i motori di ricerca.

    Quando un sito è bannato presenta la dicitura: il tuo sito non è presente nei nostri indici (e se va bene ti scrivono perchè non rispetta le norme di Google).
    Certo dove sbagli non te lo dicono dal webmastertool ma esclusivamente se ti mandano la lettera di avviso (lo fanno per penalizzazioni manuali e sono gli stessi quality rater che trovano l’incogruenza e la riportano nell’email di comunicazione).

    Spero di essere stato esauriente,
    a presto.
    Michele

  • Gianni scrive:

    Ciao Michele,
    grazie per a risposta, alcune chiavi con cui comparivo nei primi posti e mi portavano diverso traffico erano “tecniche di rilassamento, esercizi massa,cibi per dimagrire…” adesso nessuno di questi mi da risultati, ripeto non ho tante pagine, circa 40, ma avevano tutte un pò di traffico..adesso zero..

  • Customsoft scrive:

    Mi scuro per il terzo post di fila 🙂 mi è venuta in mente la soluzione per aggirare problema della duplicazione del testo per fare l’ombra a certi contenuti testuali.
    Basta aggiungere 5-6 righe di js che raddoppiano il div e lo posiziona sfalsato in secondo piano rispetto al div da duplicare.
    Saluti
    Marco (SE&O)

  • Customsoft scrive:

    Precisazione:
    So dell’esistenza di text-shadow, ma funziona solo su opera e safari (2% degli utenti lo vedrebbero ad essere generosi) e su firefox bisogna scaricare un plugin.

  • Customsoft scrive:

    Ciao ti ricordi di me 🙂 La prima volta che scrivo qui ma penso che sul gruppo di google ti sarai annoiato a leggere le mie frasi 🙂
    Mi ha incuriosito quanto hai scritto:
    “2) iscrivendo il sito al Webmastertool di Google, nell’homepage relativo al sito internet (dopo la verifica) è possibile vedere alcune indicazioni da parte del crawler di Google che indica chiaramente la motivazione del perchè il sito non sia presente negli indici”

    Io una volta credo di aver incrociato un sito bannato, ma non ho mai visto la motivazione indicata chiaramente. Puoi fare un esempio? Solo per capire.

    Poi un’altra domandina … sui contenuti duplicati. Secondo te se uno scrive due volte lo stesso paragrafo per creare un effetto ombra del testo incorre in penalizzazioni da parte di google? Non mi pare che vi sia la possibilità di fare testo ombreggiato via css.

    Saluti
    Marco (SE&O)

  • dechigno scrive:

    Ciao Gianni,

    in questi ultimi giorni vi sono stati veri e propri stravolgimenti in SERP.

    Vista la giovane età del tuo blog, può darsi che questo sia stato rivalutato.

    Ma per una più attenta analisi, avrei bisogno due-tre parole chiave per le quali comparivi nelle prime posizioni.

    Grazie mille,
    a presto.
    Michele 🙂

  • Gianni scrive:

    Ciao a tutti, al mio sito sicilianodentro non arrivano più visite dai motori di ricerca mentre per diversi giorni ho avuto tante visite su alcuni articoli. Il blog ha circa 2 mesi di vita. Penalizzato?? grazie mille..

  • Beppe scrive:

    Ti ringrazio per la disponibilita’ e la velocita dlla risposta.
    Procedero’ secondo i tuoi consigli e piu’ avanti ti terro’ informato degli eventi.
    Grazie mille e cordiali saluti.
    Beppe

  • dechigno scrive:

    @Beppe

    Escludo a priori la possibilità di una penalizzazione per violazione del copyright delle immagini (questo perchè altrimenti 3/4 dei blog non dovrebbero esistere su Google).

    Mi spiace molto per tuo figlio, ma stai tranquillo, i blog sono una forma di espressione completamente libera (se si sta nel legale). Magari per sicurezza e se vuoi tutelarti al 100% ti consiglio di segnalare ad ogni post, la fonte con link al sito di dove ai prelevato le immagini.

    Invece, per quanto riguarda il calo di posizionamento è del tutto normale, visto che si tratta di un sito/blog nuovo, difatti il comportamento di Google in queste circostanze è quello di dare una forte spinta iniziale al blog (premiando la novità) per poi dopo ricalcolare successivamente il ranking del sito, posizionandolo dove gli compete in base al trust rank ed altri parametri di valutazione.

    Resto a tua disposizione e grazie per il tuo commento.

    In bocca al lupo per tuo figlio,
    a presto.
    Michele

  • dechigno scrive:

    @Valerio

    Ciao e grazie per aver postato.

    Rispondo solo ora in quanto in ferie mi è stato impossibile collegarmi (forse è un bene!) 😀

    Comunque non distrurbi, se hai qualche domanda specifica io son qui… 😉

    A presto,
    buona fortuna.
    Michele

  • dechigno scrive:

    Ringrazio Giorgio e Francesco per la citazione.. 😉

  • Beppe scrive:

    Ciao Dechigno, ti vedo oggi per la prima volta perche’ ho un problema. Scrivo perche’ vedo che sei molto serio e preparato ed io avrei bisogno di informazioni sicure. Mio figlio ha fatto un blog, il cui indirizzo e’ nel sito web come richiedi, e dopo qualche giorno lo abbiamo visto in seconda o terza pagina e ci andava benissimo. (e’ stato fatto per fare domanda ad adsense successivamente) Mio figlio ha fatto una piccola modifica al titolo e per combinazione, o per quel motivo, ieri non lo abbiamo piu’ visto. Abbiamo cercato di capire, ma e’ la primissima volta che facciamo una cosa del genere, e abbiamo pensato alle immagini tratte da internet con cui e’ stato completato il blog. Puo’ essere causa un eventuale copyrigth?
    Potresti per cortesia darmi qualche informazione? Non voglio correre rischi inutili perche’ lo faccio per mio figlio che in questo periodo non sta bene, deve distrarsi e il blog lo impegna molto, ma piuttosto che avere altri problemi piuttosto lo faccio concellare. Resto in attesa e ti ringrazio moltissimo se potrai farmi sapere come stanno le cose. A me interessa solo non avere guai perche’la posizione non mi interessa, al momento, piu’ di tanto.
    Cordialmente
    Beppe

  • Valerio scrive:

    Ciao!
    Ho letto i vari messaggi, le problematiche, le soluzioni suggerite e la logica che costantemente appare dietro di esse.
    Ho applicato al mio sito crociere, dove possibile, i suggerimenti dati.
    Quindi non ti angoscero’ con il mio problema che, evidentemente, e’ cosi’ diffuso.
    Avrei varie domande da farti.
    Ma preferisco, prima, vedere l’esito delle variazioni applicate e poi (ab)usare della tua disponiblita’.
    Ti ringrazio per l’aiuto che mi hai dato rispondendo ai vari webmasters angosciati.
    Ciao!
    Valerio

  • […] post di mister.jinx nel quale segnala anche l’articolo di dechigno ci può aiutare a capire meglio le dinamiche di una […]

  • Gianluca scrive:

    Ciao Michele,

    nel wm tool di Google la sitemap viene presa regolarmente ogni 2 – 3 giorni (già questo mi sembra eccessivo come tempo)
    nella diagnostica ho 20 tag title duplicati e tra l’altro non posso evitarlo in quanto nell’impaginazione dei siti presenti in una categoria il titolo viene visualizzato sempre identico anche nelle pagine succesive, ovvero, more2.html more3.html, etc etc

    Grazie per l’aiuto…
    Ciao Gianluca

  • dechigno scrive:

    Attendi ancora qualche giorno e monitorizza gli spostamenti del sito in SERP.

    Nel frattempo, puoi dirmi se ci sono comunicazioni particolari dal webmaster tool di Google?

    Grazie,
    a presto.
    Michele

  • Gianluca scrive:

    Grazie per la gentile risposta,
    il problema è la sparizione totale per le 2 query diciamo “attinenti”.
    E’ chiaramente una penalizzazione perchè non compaiono in nessuna delle pagine del risultato! 🙁 , il secondo dilemma che mi pongo è che sto usando “indexu” come software directory e lo stesso è usato come applicativo su molte directory ed alcune anche di rilievo con 30-40 mila pagine indicizzate tra le quali anche la directory GT di Giorgio.
    Onestamente mi sento spiazzato!
    Cosa devo fare?

    Un Saluto
    Gianluca

  • dechigno scrive:

    @Gianluca

    Ciao e grazie anche a te per il tuo contributo e grazie per i complimenti al blog (fanno sempre molto piacere).

    A mio avviso il problema principale del tuo sito è che riceve pochi backlinks, in aggiunta l’homepage si presenta come una grande lista di link ed il megamenù sulla sidebar di destra (che poi si sposta sulla sinistra nelle pagine interne) può dare problemi (difatti è stato riscontrato anche oltreoceano che queste tipologie di menù ripetuti su tutte le pagine vengono mal interpretati da Google e generano una sorta di penalizzazione).

    Ad ogni modo, il comportamento del sito può anche essere considerato normale, tenendo presente che in fase di nuova pubblicazione (uno o due mesi) Google tende a spingere in SERP i contenuti nuovi delle pagine, per poi ricalcolare successivamente il ranking in funzione dei backlink e della popolarità acquisita dal sito.

    Resto a tua disposizione per chiarimenti in merito, 🙂
    a presto.
    Michele

  • dechigno scrive:

    @gstanzani

    Ciao e grazie per il commento.

    Il comportamento di Google con il tuo blog è una situazione che si è manifestata frequentemente e su molti altri blog negli ultimi tempi (ormai è quasi un mese).

    Per maggiori informazioni a riguardo, ti consiglio di leggere questo 3D sul Forum GT, dove abbiamo analizzato nel dettaglio la situazione di vari casi studio:
    http://www.giorgiotave.it/forum/consigli-seo-e-penalizzazioni/83673-che-sta-succedendo.html

    Nel caso avessi bisogno di altre indicazioni, puoi postare qui oppure iscriverti al forum.

    Grazie ancora,
    a presto.
    Michele

  • Gianluca scrive:

    Salve a tutti e complimenti per il Blog, letto tutti i post, mi hanno schiarito un pochino le idee 😉

    prima di in iniziare:

    sito: http://www.romaest.it
    età dominio: 3 anni
    età sito: 3 mesi

    ho creato su questo dominio una directory per la mia zona ( romaest )
    con l’intento di dare visibilità anche al piccolo negozietto sotto
    casa mia.
    Dopo aver visto indicizzare le pagine a Google e comparire in seconda
    posizione in prima pagina con le chiavi “roma est e romaest” dopo un
    mese dalla creazione di questa directory zio G sembra che mi abbia
    penalizzato ! la mia home è sparita inspiegabilmente e non compare in
    nessuno dei risultati.
    Le pagine indicizzate escono difficilmente nelle ricerche su Google e
    quando si fanno vedere sono al di sotto di tutte, è inutile ripetere
    che come la maggior parte dei Webmaster anche io non so cosa ho fatto
    di male, posso ipotizzare!

    Cause possibili:
    1 – Zio G si è visto nella serp piu’ di 1000 nuove pagine tutte
    insieme e forse ha pensato che fossero spam?
    2 – Il sistema php per la directory che utilizzo non dovrebbe avere
    problemi in merito (tra l’altro viene usato nella directory GT……
    qualcosa mi sfugge ?
    3 – iframe con i quali carico dei banner in home ?
    4 – Forse questo sito da fastidio a qualcuno ?(tipo, il piu’ grande
    centro commerciale di europa, ovvero roma est, al quale ho detto no ad
    una proposta di acquisto per il mio dominio)

    Ragazzi, ormai è passato un piu’ di mese dalla presunta
    penalizzazione, tutto è iniziato il 5-6 Giugno!! help me please!!!
    consigli e suggerimenti sono ben accetti…

    Saluti
    Gianluca

  • gstanzani scrive:

    Ciao a tutti,

    da circa un mese il blog del mio sito ha un comportamento molto strano, sono sparite diverse pagine da Google (quelle più visitate) e mentre prima venivano indicizzate in poco tempo adesso le pagine nuove impiegano diversi giorni prima di comparire. L’indirizzo del blog è http://www.moonbay.it/Blog, Non sono esperto e mi piacerebbe capire come mai è accaduto questo, potrebbe essere perché ho cambiato con un redirect l’indirizzo delle pagine da un certo momento in poi?
    grazie mille

  • dechigno scrive:

    Ciao Alessandro,

    grazie per il commento.

    Visto che parli di fluttuazioni, sicuramente avrai già letto i miei articoli a riguardo… 🙂

    Difatti, i siti in fluttuazione, sono caratterizzati da un calo del 90% delle visite in funzione ad un calo dei posizionamenti per alcune parole chiave. Però il sito non subisce una classica penalizzazione e resta ben visibile (anche con ottimi posizionamenti) solo per alcune parole chiave.

    In queste ultime settimane, i casi di siti entrati in fluttuazione si sono moltiplicati… per il momento ti consiglio di attendere ancora qualce giorno e monitorare la situazione.

    Poi se non succede nulla, possiamo analizzare il tuo caso studio proprio qui, come ho già fatto per altri webmaster. 😀

    Grazie ancora e buon lavoro.
    A presto.
    Michele

  • alessandro scrive:

    il mio sito ha subito a giugno la cosiddetta fluttuazione… le chiavi che portavano il traffico al sito hanno perso + di 100 posizioni, ma il sito non è nè penalizzato nè bannato (facendo le prove che hai consigliato).

    ho provato a riottimizzare il codice (usando ibp), attenderò un paio di settimane e vedrò i risultati…

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    a mio avviso non si tratta di penalizzazione.

    Questo perchè sono convinto che il tuo sito abbia avuto un comportamento che Google riserva a tutti i nuovi siti, in pratica quando Google indicizza un nuovo sito con nuovi contenuti, lo “premia” posizionando la “novità” nelle prime posizioni.

    Durante questa spinta iniziale, Google raccoglie alcuni dati importanti sui click effettuati dagli utenti e nel contempo calcola la vera forza del sito in base ai backlinks che esso riceve.

    Una volta finita l’analisi del sito (solitamente non occorrono più di 7-10 giorni, il ranking del sito viene ricalcolato in funzione di tutti i fattori raccolti (in particolar modo dalla “forza” dei links che il sito riceve).

    In pratica il tuo sito, attualmente, non può competere con gli altri siti per parole chiave così competitive come quelle turistiche ed esaurita la forza iniziale data dalla “novità” del sito è stato posizionato nelle posizioni (posizione più, posizione meno) che gli competono.

    Alcuni consigli per aumentare le posizioni in SERP:

    1) Elimina il meta keywords da tutte le pagine, non serve a nulla se non ad insospettire Google che stai cercando di posizionare il sito per quelle keywords

    2) Aumenta la tua linkpopularity a tema, questo lo puoi fare con:

    – Inserimento del sito nelle directory free
    – Attività di article marketing e comunicati stampa (in modo non aggressivo, possono rivelarsi buoni strumenti, oltre che di branding anche di popolarità)
    – Continuare a scrivere contenuti validi e completamente originali, in quanto questi portano sempre a links spontanei (i migliori per il posizionamento)

    3) Quando ti fai linkare, cerca di farlo con Anchor text differenti e distribuisci i links con percentuali simili a queste: 70% alla homepage, restante 30% frazionato sulle pagine interne

    Vista la competitività del settore, ci vorrà qualche mese prima di vedere i primi buoni risultati su Google.

    Resto a tua disposizione,
    buon lavoro.

    A presto.
    Michele

  • 3ff33mm33ss3 scrive:

    ciao Michele

    ehmm non sono stato rapido come te a rispondere …

    .. innanzitutto scusami che ho storpiato il tuo nick name nell’altro messaggio 🙂

    la storia ….
    brevemente sono ormai certo che è penalizzato in quanto le visite si sono azzerate
    … sono google-dipendente
    e la penalizzazione è avvenuta 26 giugno

    l’altro ieri è passato googlebot
    WM Tools non dice nulla di particolare

    le pagine indicizzate sono 23
    su 33 totali era arrivato a 27 poi uno o due mesi fa calò a 12 .. tenendo solo quelle più importanti ..
    poi era ricresciuto a 22
    ora dovrebbe essere 23

    semplicemente lo dico in base a quel po’ di stringhe di ricerca che monitoravo

    alcuni esempi

    Bed and Breakfast pigneto
    era 19 ora 324

    bed and breakfast al casilino
    era 1 ora in ultima pagina disponibile

    bed and breakfast prenestino labicano
    era 7 ora ultima

    bed and breakfast al casilino
    era 1 ora ultima

    bed and breakfast tuscolano roma
    era 120 ora 280

    siti archeologici al casilino
    era 1 ora ultima

    siti archeologici al prenestino
    era 1 ora ultima

    bed and breakfast roma porta maggiore
    era 13 ora ultima

    torrione prenestino
    era 5 ora 80

    tipologia tombe romane
    era 1 ora 260

    parco degli acquedotti roma
    era 32 ora 160

    parco delle tombe di via latina
    era 30 ora ultima

    tecniche costruzione antica roma
    era 1 ora ultima

    roma divieti circolazione
    era 26 ora ultima

    credo che bastino :)))

    il mio problema sarebbe semplicemente capire perché ehehh ehe

    mi sono convinto che sia stato”manualmente” penalizzato perché giudicato “sovra posizionato”

    o forse “inesatto” o comunque “irrilevante”
    in quanto qualcuno deve aver cercato una qualche voce (da poche centinaia di risultati) in cui comparivo magari al primo posto e per la cui voce non dicevo in sostanza niente in quanto era in definitiva una semplice citazione dell’esistenza di un palazzo ^_^

    … in verità credo anche di sapere qualle sia la voce ….
    una delle ultime visite ricevute da ricerca web
    una ricerca che ora restituisce 210 risultati
    non so’ dove fosse prima ma ora è in posizione 80 con la pagina giusta

    i risultati sono ancora molto ballerini e cambiano anche in continuazione le pagine restituite, spesso diverse da quelle più pertinenti che dovrebbero uscire nella ricerca.

    spesso le pagine più pertinenti sono uscite dai risultati e il sito compare con altre pagine (che linkano le prime di solito nel menu) o .. adesso usa molto la pagina che avevo battezzato come home per la parte informativa del sito del sito (roma.html) che sta’ spesso in posizione 240

    sembra anche in qualche misura che per i risultati dove compariva in cima ora sia di preferenza nell’ultima pagina disponibile

    una cosa positiva credo sia che per tutte le chiavi dove prima compariva
    il sito ancora compare… anche se un pochino più indietro.

    direi che le pagine (sempre per le ricerche che prima mi davano diciamo nei primi 30) siano di preferenza o in posizione 80 – 260 o direttamente in fondo ma ci sono sempre 🙂
    … non so’ perché ma trovo la cosa confortante

    un’altra cosa carina è che pare non mi abbia penalizzato in ricerca immagini …ma non sono molto sicurto di ciò in quanto anche lì le visite stanno calando
    in effetti però ieri mi ha indicizzato altre due o tre immagini ..
    .. non so’ ,,, non capisco ..

    in effetti io sto’ sviluppando le pagine basandomi innanzitutto sulle foto che ci metto e probabilmente le immagini sono la parte migliore del sito

    quello che mi chiedo ora è :

    il sito è stato “bloccato”
    -per un tempo predeterminato
    -o aspettando che cambi qualcosa nel sito stesso
    -o per sempre
    -o finché qualcuno non decide di “sbloccarlo”
    -o forse nelle attuali posizioni è gia libero di “muoversi” e fluttuare nei risultati?

    il sito potrà raggiungere in futuro gli stessi risultati
    o la penalizzazione graverà per sempre sul suo posizionamento?
    insomma ,., in che consiste stà penalizzazione ?

    la domanda è semplice 🙂

    ciao
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    grazie per i complimenti 🙂

    Ho dato uno sguardo al tuo sito, come mai pensi sia penalizzato?

    Mi spiegheresti tutta la storia?

    Solo così saprò risponderti, altrimenti sarei superficiale.

    Grazie mille,
    a presto.
    Michele

  • 3ff33mm33ss3 scrive:

    dechigno
    grazie per tutte le risposte
    sei fortissimo

    ., ora tolgo il meta keywords
    non pensavo fosse penalizzabile ^_^
    .,.,.

    devo ancora finire di leggere questo thread …
    ma non è che guardando il mio sito trovi qualche “tecnica scorretta”?
    …oltre al meta keywords
    …mi piacerebbe capire perché è stato penalizzato 🙁

    ciao

    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ottima notizia Antonio!

    Sono proprio contento per te.

    Probabilmente anche tu eri nella fase penalizzazione per 1 keywords (infatti le tempistiche di ritorno in SERP sono più o meno uguali).

    Concludo con una battuta:
    … se Google fornisse uno strumento del genere… sarei disoccupato!!! 🙂

    Grazie a te per aver condiviso con i lettori del blog la tua esperienza.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    Ti scrivo per farti sapere che il mio sito dopo un’agonia di 15 giorni esatti ha ripreso le stesse identiche posizioni nelle serp di google, tali e quali prima del tracollo.
    Che dirti…oggi è un GRANDE GIORNO, ormai mi ero quasi rassegnato al declino inesorabile, fino alle 13:30 avevo controllato e non era ancora cambiato niente, alle 16:00 con mia grande sorpresa e direi anche felicità ho constatato che avevo ripreso le stesse posizioni di prima come se niente fosse successo.
    Ho messo in atto il tuo consiglio per la directory, d’ora in avanti oltre che pensare di migliorare dove possibile le posizioni su google, farò il possibile per essere meno googledipendente anche se non è una cosa facile.
    Comunque concludendo penso che se google avesse un servizio nel quale informasse i webmaster del motivo della penalizzazione, o meglio ancora li informasse ancora prima…credo sia una cosa più giusta, almeno si potrebbe provvedere a rimuovere quello che non va ed evitare queste punizioni a mio modesto parere ingiuste, cosciente che sviluppare un servizio del genere non sia facile…ma parliamo di google, attualmente il motore di ricerca più utilizzato al mondo e non di un motore regionale.
    Termino ringraziandoti ancora e sperando che non ricapiti in seguito.

    Saluti
    Antonio

  • dechigno scrive:

    Molto bene.

    Sono contento per te. 😉

  • Giuseppe scrive:

    Grazie Michele, si è vero, oggi sono rispuntato come per magia. Dopo 4 giorni di agonia. Grazie ancora di tutto.

  • dechigno scrive:

    Ciao Giuseppe e grazie per il tuo commento.

    Ho dato uno sguardo al tuo forum ed al suo comportamento fra i risultati delle ricerche (SERP).

    Il sito mi sembra correttamente indicizzato e posizionato: per la parola chiave TG Tecno è in prima posizione, mentre per la ricerca “Luigi Tenco” risulta ancora in prima pagina (decima posizione).

    Molto probabilmente hai subito una leggera fluttuazione dopo l’aggiornamento del Pagerank (è successo a tantissimi siti), ma ora mi sembra tutto normale.

    Invece, se hai perso posizioni, molto probabilmente è perchè sei stato sopravanzato dai tuoi competitors in serp.

    Continua a lavorare sulla popolarità del forum ed a creare contenuti originali ed interessanti… vedrai che il sito continuerà a crescere.

    Resto a tua disposizione, 😉
    a presto.
    Michele

  • Giuseppe scrive:

    Ragazzi, ho bisogno di aiuto. Sono il webmaster del forum luigitenco60s.forumfree.net.

    Il mio forum è sempre stato in prima pagina su google. All’improvviso è scomparso.

    Se effetto la query come sopra riportato, il sito esce solo se inserisco il dominio luigitenco60s.forumfree.net ma se a questo aggiungo ad esempio TG TENCO che è una delle sezioni non trova nulla. Ho cercato nelle prime 10 pagine il mio forum digitanto LUIGI TENCO ( con questa query ero sempre in prima pagina ), adesso non ci sono piu’.

    Ad onor del vero devo anche dire che dal 5 Aprile 2008, sul mio forum sono presenti le 4 prove dell’omicidio di Luigi Tenco. Ora, non vorrei fare cattivi pensieri. Qualcuno di voi ha una spiegazione logica a questa anomalia? Mi sono accorto di questo perchè LE VISITE ERANO CALATE DEL 50%

    Grazie anticipatamente per la risposta
    Giuseppe

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    sono d’accordo su quanto da te esposto, soprattutto per quanto riguarda nel cercare e trovare l’indipendenza da Google.

    Però se mi dici che le SERP sono ricche di SPAM probabilmente è una situazione temporanea (solitamente Google utilizza queste tecniche per far emergere lo SPAM in serp e successivamente rimuoverlo dai propri indici).

    Una mano a Google, la potresti dare segnalando lo spam presente fra i risultati grazie al form presente nel webmaster tool. 🙂

    Buon lavoro e buona fortuna,
    a presto.
    Michele

  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    Ringraziarti è poco, sei stato molto gentile e disponibile oltre che competente, attualmente la penalizzazione continua come in una specie di accanimento, anche altre keys sono andati oltre le colonne di ercole e sono arrivato a 147 visitatori.
    Quello che davvero mi riesce difficile sopportare è quel senso di ingiustizia, parliamo di motori di ricerca, quindi meccanismi automatici che in base a certi algoritmi creano l’indice e la classifica dei siti, però quando tu sei in buona fede, non usi testo nascosto o le altre tecniche più o meno complesse per taroccare un sito, ma cerchi di usare quello che sai come l’uso dei meta tags…e poi forse per lo scambio banner che è una cosa lecita anche se mal sopportata da google, il tuo sito viene escluso sbattuto a pagina 91 e magari vedi dei siti che non hanno nessun contenuto, se ne fregano delle regole utilizzando (l’ho letto ieri) Markov chain e altro, siti cinesi che non possono neanche chiamarsi siti ma solo un’insieme di script che raccolgono testo e parole chiavi a destra e a manca da altri siti compreso il tuo e che sono nelle prime pagine (non parlo per il modellismo) e tu sei dopo di loro…questo ti lascia l’amaro in bocca.
    Termino quì, in effetti invece di studiare come risultare ai primi posti sarebbe meglio impegnarsi a trovare un valido sistema per non dipendere da google, perchè se per un periodo anche lungo ti fa sorridere…magari poi ti volta le spalle e in base al tipo di sito, hobby, siti personali o commerciali…il risultato produce effetti diversi…molto diversi.
    Se ci saranno variazioni significative te lo farò sapere, ancora mille grazie per la disponibilità e i tuoi consigli.

    Saluti
    Antonio

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    molti webmaster dopo l’ultimo upgrade del pagerank hanno subito una cosa simile alla tua, se vuoi puoi seguire queste discussioni sul forum GT (del quale sono moderatore della sezione “Consigli SEO e Penalizzazioni” – Ecco il link).

    Da quello che siamo riusciti a capire, pare si tratti di una penalizzazione transitoria che dovrebbe venire a meno entro una quindicina di giorni, infatti in molti casi i siti sono ritornati alla normalità dopo 10 giorni di agonia.

    Per quanto riguarda la directory, Google non approva la richiesta di un link obbligatorio i quanto non ama gli scambi links. Per tanto, se la tua directory ha questo vincolo, ti consiglio di torglierlo e sperare solamente di ricevere backlinks spontanei (se giochi bene le tue carte, vedrai che ne ricevi molti… ho anch’io una directory free e la sua popolarità cresce a vista d’occhio senza obbligo di scambio).

    Capisco benissimo la tua situazione, ma purtroppo quando si è dipendenti da un monopolista (Google) i rischi sono maggiori ed i risultati possono essere anche questi.

    Resto a tua disposizione,
    tienimi aggiornato sulla situazione. 🙂

    Grazie mille,
    a presto.
    Michele

  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    Ti ringrazio per la risposta, fino al 5 di Maggio tutto nella norma, il 6 invece è sparita la key principale che era al nono posto “modellismo” più qualche altra, sono ovviamente diminuiti drasticamente i visitatori e sono cominciate le query che ti ho accennato.
    Un consiglio, conviene ancora avere una directory per lo scambio link o c’è il rischio che google la veda come uno strumento di spam o roba simile?
    Comunque non ho fatto cambiamenti degni di nota da diversi mesi, l’unico come ti dicevo è stata quella decisione di inserire i due programmi scambio link di aruba che ho subito tolto, ora ho tolto qualche link di troppo che era diventato inutile, per il resto è come prima.
    Spero che sia davvero una cosa passeggera…non ti racconto la mia storia personale perchè non è ne il caso ne il luogo più adatto per parlarne, ma credimi che questa è stata una batosta e non solo morale.

    Saluti
    Antonio

  • dechigno scrive:

    Ciao Antonio,

    ho dato uno sguardo al tuo sito, non mi sembra penalizzato in serp.

    Probabilmente si tratta di una fluttuazione momentanea dovuta alla situazione molto instabile delle SERP degli ultimi tempi (si parla di una implementazione dell’algoritmo piuttosto sostanziosa).

    Per quanto riguarda gli scambi links tipo i servizi che hai citato, io li sconsiglio vivamente perchè non portano ad alcun risultato se non infastidire Google.

    Invece per le ricerche che vedi, portrebbe essere un quality rater che sta valutando il tuo sito che molto probabilmente è stato segnalato per qualche anomalia. Da quanto tempo succede?

    Il mio consiglio, comunque, è sempre prima di effettuare cambiamenti radicali di aspettare che la situazione si stabilizzi e poi intervenire. Altrimenti se si tratta di una fluttuazione indipendente dal sito, si rischia di perdere il lavoro fatto sin qui.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • dechigno scrive:

    Ciao Luca,

    così va molto meglio… grazie! 😀

    Per caricare il file html che ti indica google per la verifica del sito devi avere gli accessi FTP di netsons (se non li ricordi, richiedili a loro).

    Una volta che sei conesso via FTP al tuo website non devi far altro che effettuare l’upload del file .html di Google e seguire le ulteriori istruzioni riportate dal webmaster tool.

    Le fluttuazioni in SERP naturalmente non colpiscono tutti i siti, ma ricorda che per un sito che scende ce n’è sempre uno che sale. 😉

    Bisogna pazientare perchè la situazione è ancora instabile.

    Per quanto riguarda i miei contatti online (skype e MSN), sono pubblici e li trovi nella mia pagina del mio sito: http://www.prima-posizione.it

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Antonio scrive:

    Ciao Michele,
    Fino a due giorni fa avevo questo sito (modellismo.netsons.org) che aveva una media di 500 visitatori al giorno, per le parole chiavi più importanti come modellismo, auto radiocomandate ecc… apparivano in prima pagina fino a due giorni fa.
    Ho visto una netta flessione delle visite, sono scese a circa 150/180 al giorno, eseguendo una ricerca per parole chiavi ho notato che con “modellismo” sono passato dalla posizione 9 alla posizione 902, con la parola chiave “auto radiocomandate” dalla posizione 6 alla 406esima, qualche keyword ancora tiene ma il resto è andato a farsi benedire.
    Premetto che nello stesso sito ho una directory dove scambio link, che una settimana fa mi ero iscritto ai due programmi di aruba (scambiobanner e uplink) che ora ho tolto avendo il dubbio che potessero in qualche modo essere la causa, inoltre ho una pagina links che obiettivamente fa schifo.
    Inoltre succede una cosa che non avevo mai visto prima, ovvero, vedo un visitatore (così me lo presenta il mio script di statistiche) con explorer 6 e risoluzione 800×600 ma con l’ip che è di google, il quale esegue una query di questo tipo:
    site:modellismo.netsons.org auto-rc-zillionaire-pro-4wd-video-p-499
    Questo si ripete molto frequentemente per tutti gli articoli e categorie del sito, non è il googlebot…allora cosa può essere e perchè?
    Siccome questo sito è di vitale importanza per me, ti chiedo se quando hai qualche minuto libero di dargli un’occhiata e poi magari farmi sapere qualcosa.
    Non sono un webmaster, quindi alcuni aspetti del sito non sono proprio ineccepibili, ma questo so fare e faccio.
    Ti ringrazio in anticipo.

    Saluti
    Antonio

  • epidemia scrive:

    comunque visto la tua collabborazione mi piacerebbe parlare con te molto più facilmente se ti va,non credo che sei disposto a mettere la tua email di msn se lo hai,comunque ti do la mia,alla risposta alla mia domanda scrivi anche se mi aggiungi o meno.
    [email protected]

  • epidemia scrive:

    ok scusa per la scrittura ma io penso di scrivere in italiano invece a quanto pare non è cosi,comunque,io posso capire che il fatto del PR ha fatto questo calo pero non posso accettare questa cosa soprattutto ora che ho messo adsense.comunque visto che anche tu usi wordpress siccome non capisco mi spieghi come faccio per fare quella cosa del webmaster tools??? grazie soprattutto per le risposte immediate sei proprio ottimo come blogger,e non è per arruffianarmi fidati.
    e poi comunque sia perchè su altri blog questo calo non c’è stato???

  • dechigno scrive:

    Ora che ho sistemato il commento, ecco la risposta:

    Tieni presente che in questi giorni le SERP (risultati delle ricerche) sono molto instabili a causa dell’export del PR che c’è stato nei scorsi giorni. Ti consiglio di aspettare una decina di giorni prima di disperare.

    La verifica per il tuo sito la puoi fare caricando via FTP la pagina (anche vuota) che ti viene indicata dal Webmaster Tool. Ad esempio la pagina dev’essere raggiungibile a:

    gamescage.netsons.org/google-1321njnr434in.html

    Ti consiglio comunque di verificare i siti ai quali passi dei links, tanto per essere sicuri.

    Invece il backlinks che ricevi dai forum non possono che far bene, anche se i link multipli dallo stesso sito contano praticamente come 1 solo link.

    A presto,
    Buon lavoro.
    Michele

  • dechigno scrive:

    Luca,

    a me fa’ molto piacere poter dare una mano agli utenti proprio come te, ma ti prego di postare utilizzando un italiano grammaticalmente corretto, senza abbreviazioni e con un utilizzo normale della punteggiatura.

    Poi non c’è bisogno di sollecitarmi, in quanto ho sempre risposto a tutti entro le 24-36 ore.

    Per tanto, ora modifico per l’ultima volta il tuo commento e ti rispondo. Se successivamente non rispetterai questa piccola condizione (lo faccio anche per chi legge il mio blog) sarò costretto a non più rispondere alle tue domande, cancellando i tuoi prossimi post.

    Scusami, ma post di questo genere sono “scomodi” da leggere ed alquanto irritanti per i lettori del blog. 😀

    Ti ringrazio per la collaborazione,
    a presto.
    Michele

  • epidemia scrive:

    Ciao,

    allora, in questo momento con la parola “games cage” non sono nemmeno in prima pagina.

    A tal proposito, ti volevo chiedere come posso verificare il mio sito sul webmaster tool di Google, in quanto mi richiede di autenticare la proprietà del mio sito.

    Il problema è che utilizzando wordpress, come faccio a creare una pagina html o inserire il meta tag di verifica?

    Inoltre, i siti che linko non dovrebbero essere bannati oppure penalizzati. Però ricevo molti link da forum in quanto ho il link in firma a tutti i miei post.

    Rispondi, grazie.

  • dechigno scrive:

    Ciao Luca,

    ho dato un’occhiata al tuo sito.

    Il sito non è sicuramente bannato, infatti è tranquillamente presente ed indicizzato su Google con oltre 300 pagine. Quindi escludiamo il ban.

    Per quanto riguarda la penalizzazione, pare proprio che sia attuata solamente su specifiche parole chiave, infatti qui il tuo sito è in prima pagina (quindi niente penalizzazione).

    Ma vediamo cosa può aver portato a questo scompenso nelle SERP (tieni presente che in questi giorni ci sono moltissimi scossoni in quanto è stato aggiornato il PR ed implementato l’algoritmo):

    1) Il title tag è un po’ troppo ricco di keywords, ti consiglio di non elencare parole chiave separate da virgole, ma di scrivere un titolo descrittivo di 10-12 parole (dove naturalmente inserirai le parole chiave che ritieni più interessanti)

    2) Il meta description non è importante per il posizionamento ma serve per diversificare la descrizione di ogni pagina in SERP (riducendo il rischio di contenuti duplicati). Qui trovi indicazioni utili per ottimizzare i meta.

    3) Sei sicuro di non linkare qualche sito penalizzato o addirittura bannato? Controlla tutti i tuoi links in uscita, perchè sono molto importanti per Google.

    4) Il web master tool cosa ti dice? hai un account? se no, fallo subito per vedere se ci sono commenti interessanti riguardanti il tuo sito.

    5) Mi parlavi di una massiccia dose di promozione su altri siti, che attività hai fatto?

    6) Sei sicuro che i siti nel quale ti sei promosso con i backlinks siano puliti? Anche questi links sono importanti.

    L’altra possibilità è che il sito sia vittima di fluttuazioni sinusoidali (alcuni sintomi sembrano proprio riscontrabili nel tuo caso). Ti invito a leggere questa analisi: Analisi fluttuazioni sinusoidali Google.

    Bhe, un po’ di materiale da controllare e sul quale lavorare ora ce l’hai.

    Fammi sapere come procede,
    Grazie ed a presto.

    Michele

    PS: l’invito a scrivere correttamente (anche se c’è stato un netto miglioramento) è ancora valido, soprattutto sul tuo sito (ho visto tantissimi errori di grammatica e punteggiatura!!!). 😀

  • epidemia scrive:

    Allora io facendo quello che dici nel post per vedere se sono penalizzato o bannato l’ho fatto, e i risultati sono positivi nel senso che non risulto ne penalizzato ne bannato, però il punto è come mai allora le visite da google non ce le ho piu? infatti se leggi il primo commento che ho scritto capisci la mia disfatta con google, vedendo il mio sito mi dite da cosa deriva questo calo di visite da google? anzi non ce le ho proprio più? In base al problema mi dite come risolverlo? un amico mio ha detto che mi ha penalizzato google perchè ho post copiati,anche fosse vero perche nn risulto penalizzato? forse ho sbagliato a fare la prova, bo ditemi voi il mio sito è: gamescage.netsons.org, lo scrivo cosi senno non mi fa mandare il messaggio…
    grazie michele…

  • dechigno scrive:

    Ciao Epidemia,

    grazie per il commento, ma ti prego di fare le richieste e scrivere in italiano corretto.

    Ho modificato praticamente tutto il tuo commento e non ho capito bene a cosa ti riferisci e quale consiglio vuoi.

    Il modo di scrivere abbreviato e con almeno 15 errori di grammatica non è utile a nessuno, nemmeno a te. 🙂

    Grazie,
    ciao
    Michele

  • epidemia scrive:

    Allora sei stato molto chiaro, io ho un sito (gamescage.netsons.org) e da circa 3-4 giorni non ho più visite come la scorsa settimana e dal contatore risulta che non ricevo più visite da Google.

    Però vorrei dirti che riguardo alla penalizzazione, nel primo caso, io campaio primo e anche nel secondo caso. Purtroppo non ho fatto la prova del 9 (come la chiami tu).

    Riguardo al ban, se io metto “site:link” non mi compare nessuna pagina quindi in teoria dovrei essere bannato… però non riesco a capire come mai pur non essendo penalizzato come faccio a essere bannato?

    Visto che avete il link del mio sito potresti cortesemente provare a vedere se sono bannato o penalizzato? Ed in ognuno dei 2 casi mi scriveresti la soluzione? Perchè su questo sito ho lavorato tanto spammando alcuni links. Prima facevo circa 500 visite al giorno ora solo 100 e nessuna da Google.

    Grazie in anticipo.

  • dechigno scrive:

    Ciao Sfefano,

    grazie per i complimenti.. 🙂

    Per il meta keywords intendevo di eliminare proprio tutto questo:

    naturalmente in tutte le pagine.

    In effetti lo scambio links non è ben visto da Google e l’idea di limitarli è sicuramente buona.

    Escludo la penalizzazione da hosting gratuito, visto che si tratta di un network con elevato trust.

    Lo script l’ho notato in homepage… penso proprio si il contatore delle visite (poi installare gratuitamente Google Analytics se vuoi).

    Buon lavoro,
    a presto
    Michele

  • Stefano scrive:

    Grazie sei stato gentilissimo e velocissimo. Mi hai consigliato: Elimina il meta keywords. Intendi le parole chiave? Quelle nelle impostazioni pagina?

    Una persona mi ha detto che lo scambio link ultimamente non è molto ben visto da Google, o comunque in alcuni casi puo’ creare problemi, ti risulta? Pensavo ti togliere i banner, o di limitarli un po’.
    Secondo te puo’ essere che il mio sito è stato penalizzato perchè pubblicato su un host gratuito?
    In quale pagina hai notato lo script che non si apre? Forse è il contatore…

    Grazie ancora.

  • dechigno scrive:

    Ciao Stefano e grazie per esserti rivolto al mio Blog. 🙂

    Inizio col dirti che il webmastertool attualmente non è molto aggiornato e quando lo è, aggiorna quei dati con frequenze che vanno dai 5-10 giorni a 20-35 giorni (quindi probabilmente vedi ancora i dati prima del down di marzo).

    Veniamo ora al tuo sito:

    1) Elimina il meta keywords. Non serve più a nulla, poi se abusato potrebbe insospettire Google e portare a penalizzazioni per keywords stuffing.

    2) Cerca di evitare ripetizioni (tipo elenco) di parle chiave nel meta description ed ancora più importante nel tag title.

    3) Da un primo controllo, hai qualche script sulla pagina che non si carica (la pagina resta sempre in aggiornamento senza completarlo). Meglio che verifichi cosa genera questo errore, perchè se lo spider entra in qualche loop, può generare il down del sito in serp.

    4) Tutti quei banner nel footer dichiarano che fai scambio link, ti consiglio di inserire l’attributo nofollow a tutti questi link in uscita

    5) A mio avviso, il tuo sito è vittima di fluttuazioni sinusoidali, un fenomeno che sto studiando da oltre un anno… qui trovi maggiori informazioni riguardanti tutti i miei studi a riguardo.

    6) Segui i consigli riportati nei 3 articoli riguardanti le fluttuazioni

    7) Chiedimi pure chiarimenti in merito. Solitamente rispondo a tutti ed in breve tempo… 😀

    A presto e buon lavoro.
    Michele

  • Stefano scrive:

    Anche il mio sito (digilander.libero.it/idste). dal 24 marzo, è stato fortemente penalizzato.
    l’80% delle pagine è scomparsa dai risultati, altre in ve per ora resistono.
    Quasi tutte erano segnalate nella prima pagina di risultati. Ho già scritto su altri forum, ma senza risposta.

    Qualcuno puo’ dare un sguardo al mio sito per vedere se c’è qualcosa che non va?

    Es di parole chiave:
    gardaland mirabilandia orso bruno

    La cosa strana è che, anche nelle ultime due settimane, l’analisi delle query tramite gli strumenti per i webmaster indica quelle tre keyword sono risultate nei primi posti (gli stessi di una volta) ma di fatto non è cosi, perchè facendo una ricerca non vengono le mie pagine visualizzate.

    Grazie

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    no, non penso che i links dai tuoi clienti influiscano negativamente (al massimo dovrebbero essere ignorati).

    Invece per quanto riguarda la richiesta di reinclusione:

    1) non ti giochi nulla, ma se i quality rater trovano ancora qualcosa che non va, non tolgono la penalizzazione

    2) no, alle richieste non rispondono mai. Noti che ci hanno lavorato solo dalle SERP (se al sito viene tolta la penalizzazione).

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Filippo scrive:

    Ciao Michele, per quanto riguarda le pagine interne al dominio credo di aver completato la pulizia, diciamo che l’unica cosa che mi rimane da fare è quella di eliminare la firma che inserisco a piede pagina nelle pagine dei siti dei miei clienti, anche se devo dire mi sembra strano che questo porti ad una penalizzazione…. e vero anche che la firma si ripete in tutte le pagine e con la stessa anchor text…. Aspetto qualche giorno o mi conviene iniziare il processo di bonifica esterna….. ?
    Se chiedo come da tue indicazioni la rinclusione c’è rischio di bruciarsi se poi ci sono ancora cose che non vanno? Non è che magari alla richiesta ti rispondono qual’è il problema…? è chiedere troppo?
    Grazie e poi ci sentiamo anche via mail…..:-(
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao,

    è facile che ci siano scossoni come questi quando si torna da una penalizzazione (infatti è proprio per questo che ti dicevo di aspettare qualche giorno prima di fare qualsiasi azione).

    Ed il consiglio non cambia, aspetta magari fino a lunedì e vedi come va’.

    Nel caso, se sei sicuro di aver pulito tutto il sito dallo SPAM, effettua la richiesta di reinclusione.

    A presto,
    Michele

  • Filippo scrive:

    Disastro!!!!! Ho cantato vittoria troppo presto, sono nuovamente penalizzato…. ma come è possibile…. cosa sta seccedendo, mi sai dare tu una spiegazione? IO nel frattempo non ho fatto nulla….Grazie Ciao Filippo

  • Filippo scrive:

    Disastro!!!!! Oggi sono ancora sparito… aiuto cosa sta succedendo?

    Ciao
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ottimo Filippo!

    Sono molto contento per te.

    Ora prima di riprendere a “pompare” il sito, ti consiglio di aspettare ancora qualche giorno, in modo tale da farlo stabilizzare.

    Poi pian piano inizia a farlo crescere con contenuti validi ed originali… il resto arriverà praticamente da solo. 🙂

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • filippo scrive:

    Finalmente l’incubo è finito…. evviva, uscito dalla penalizzazione senza nemmeno aver fatto richiesta di reinclusione. Grazie per il tuo sostegno durante questo calvario… Le cose fatte sono state tantissime, forse troppe visto che con alcune SERP le pagine hanno perso posizioni sopratutto per le pagine più giovani. Le altre pagina invece si sono riposizionate dove erano prima… Forse una cosa che ha contribuito alla ripresa è il distacco di alcuni portali dove in tutte le pagine vi erano link al sito in oggetti sia nel footer che in una colonna e si ripetevano tutti in tutte le pagine, nella stessa posizione e con lo stesso anchor text (brevetto Google boilerplate), tra l’altro queste pagine erano a basso contenuto di testo praticamente dei template. Io non so se è stato questo il motivo sta di fatto che dopo 6 o 7 ore dal distacco il sito è riapparso. Certo che la pulizia fatta è andata oltre ma non succedeva niente per cui….. Di nuovo grazie per il tuo sostegno, ti ringraziero anche via mail… Ciao, a presto Filippo

  • dechigno scrive:

    Si, meglio eliminarli per il momento.

    Poi valuterai se reinserirli. 🙂

  • Filippo scrive:

    No problem, grazie come sempre per la risposta… tra l’altro proprio questa mattina sono venuto a conoscenza in alcuni blog che dei link sul footer della pagina possono essere penalizzanti… porlo di link anche che mandono a pagine interne… possibile? Siccome io li Ho mi consigli di eliminarli in tutte le pagine? In giro in diversi siti che gestisco, ho all’interno del tag noscript delle frasi che hanno insiro dei link al mio portale” hanno validità, visto che sono all’interno di questo tag?…
    Grazie ancora
    Ciao
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo e scusa il ritardo con il quale ti rispondo.

    Se sei sicuro di aver pulito completamente il sito, puoi fare tranquillamente la richiesta di reinclusione, così come già indicato nei commenti precedenti.

    Comunque, prima di spingere il sito con nuovi backlinks ti consiglio di aspettare che il sito sia tolto dalla penalizzazione.

    Solitamente i sito vengono rivalutati entro 30 giorni, e dovresti tornare alle posizioni occupate precedentemente.

    Se poi non dovesse succedere niente, si riparte da zero: rivalutando il sito, vedere se c’è qualcosa che non va e capire le motivazioni del down.

    Buon lavoro e buona fortuna!
    a presto.
    Michele

  • Filippo scrive:

    Ciao Michele, lunedì credo sia il tanto atteso giorno della richiesta di rinclusione, dopo avere controllato circa 2000 pagine del sito ed eliminato tutte le cose che potevano essere scorrette è arrivato il momento di provare a rientrare o meglio a riposizionarsi visto che non è un ban. Dopo la richiesta credo sia buona cosa spingere il dominio con un po di link buoni esterni vero?
    Quanto tempo ci vorrà per ritornare su… in base alla tua esperienza? e se passando i giorni questo non accade, che fare?
    Ciao
    Grazie
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Non ti preoccupare, non disturbi affatto. 🙂

    In effetti se i banner puntano a siti penalizzati o addirittura bannati (in ogni caso considerati SPAM da Google) rischi che anche il tuo sito venga penalizzato.

    Forse ti conviene per il momento mettere il nofollow a tutti i banner, poi quando il sito sarà tolto dalla penalizzazione valuterai il da farsi.

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • filippo scrive:

    Ciao Michele, sono sempre io che ti rompo a quest’ora, ma mi volevo togliere questo dubbio… secondo te nella pulizia che sto facendo sulle pagine del sito, dovrei mettere il tag nofollow su tutti i banner che ho in giro nelle pagine o secondo te non è oggetto di possibile penalizzazione?

    Grazie
    Ciao
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Tranquillo.. in Italiano.

    Basta che accedi al webmastertool in lingua italiana. 😀

  • Filippo scrive:

    grazie ancora sopratutto perche sei una scheggia nel rispondere, complimenti ancora…. Ultima cosa, ma hai tecnici scrivo in italiano o in inglese?

    ciao… e ti terrò al corrente
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    bene per i lavori di pulizia. 😀

    Comunque accertati bene che il sito sia completamente pulito prima di sottoporlo a revisione richiedendo la reinclusione dal webmastertool.

    Anzi, aspetterei anche qualche giorno (1 settimana) al fine di far aggiornare almeno già un po’ di pagine (e se la penalizzazione è algoritmica non è detto che tu debba fare per forza la richiesta di reinclusione).

    Ad ogni modo, spiega ai tecnici di Google che purtroppo c’erano pagine vecchie sul sito che non erano conformi alle ultime linee guida di Google ma che ora hai aggiornato il tutto e che rispetterai sempre le loro norme di pubblicazione.

    I tempi variano da 10 giorni ad un massimo di 60 (solitamente però analizzano il sito entro 30 giorni).

    Tienimi informato 😉
    a presto!
    Michele

  • Filippo scrive:

    Ciao Michele, questa settimana ho lavorato come un matto per sistemare tutte le pagine del mio sito che tuttora rimane fortemente penalizzato (serp che dalla prima pagina sono finite in 60esima pagina e d oltre…) e devo dire che ho trovato pagine fatte 4 o 5 anni fa non del tutto in linea con le linee guida di google, diciamo che per giovedi dovrei aver bonificato tutto il sito e parlo di circa 2000 pagine. Per sicurezza anche se non so se vi è una relazione ho tolto gli adsense dalle pagine in cui erano presenti (la penalizzazione è avvenuta circa 20 giorni dopo l’inserimento dell’Adsense). A questo punto farei la richiesta di reinclusione con l’apposita procedura, hai dei consigli da darmi in merito a cosa scrivere? Si possono fare altre azioni per accelerare la reinclusione? Quanto tempo può passare?

    Grazie mille
    Ciao
    Filippo

  • Filippo scrive:

    grazie mille… ti terrò al corrente…se vuoi.
    Ciao
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Come ti dicevo, dopo aver bonificato il sito ti consiglio di attendere qualche giorno prima di fare la richiesta di reinclusione dal webmastertool di Google.

    Invece per quanto riguarda le posizioni, bisogna vedere come strutturi nuovamente il testo, forse un minimo di flessione lo avrai.

    Ma lavorando su contenuti e popolarità recupererai tutto in breve tempo… ne sono sicuro! 😉

    Buon lavoro,
    a presto.
    Michele

  • Filippo scrive:

    Cavolo che velocità di risposta… tra l’altro molto utile in quanto mi era sfuggita questa pagina e credo anche altre, ora mi metto al lavoro e alla caccia di altre pagine simili anche se sarà un lavoro immane… tolti questi problemi pensi che si possa tornare alle posizioni d’origine?

    Ciao
    Grazie ancora… a buon rendere
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao,

    l’ho trovato in questa pagina: minicity.it/hotel-4-stelle-rimini/rimini.html

    Vi sono sovrapposizioni di immagini e testo che sembrano proprio SPAM agli occhi di un quality rater (anche perchè il testo è molto staccato dalla welcomepage iniziale).

    Questo può insospettire i tecnici di Google e portare a penalizzazioni/ban.

    Comunque tutto questo a mio avviso, sai che nel nostro settore non c’è nulla di sicuro e certo! 😀

    Buon lavoro,
    Michele

  • Filippo scrive:

    Intanto ti ringrazio della celere risposta, e ti chiedo una ultima cortesia a titolo di informazione, mi faresti un esempio di dove hai trovato del testo nascosto o un utilizzo improprio degli H1 e H2…. così da poter verificare anche perchè io non lo trovo o non ricordo dove è inserito… grazie e scusa del disturbo
    Ciao
    Grazie mille della pazienza
    Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    ho dato un’occhiata alla tua situazione. Ho notato che non è ancora stabile, infatti su alcuni datacenter ho visto che il tuo sito non è più presente nelle prime 50 posizioni.

    Probabilmente sta per essere bannato o comunque sta subendo una forte penalizzazione in SERP.

    Questo perchè nelle tue pagine, hai inserito del testo nascosto ottimizzato (per di più con utilizzi ripetuti di H1 e H2).

    Google non permette queste azioni e su segnalazione procede al ban del sito o alla sua penalizzazione in SERP.

    Ti consiglio di bonificare l’intero sito, iscriverti al webmastertool di Google e richiedere (fra una decina di giorni) la reinclusione fra gli indici.

    Resto a tua disposizione,
    a presto.

    Michele 😉

  • Filippo scrive:

    Ciao Michele, grazie ancora per l’interessamento, non coi sono problemi di segretezza, anzi se tutto ciò puo servire ad altri ben venga, il dominio in questione è minicity.it ed un esempio di parole chiave è il seguente: hotel 3 stelle rimini, hotel 4 stelle rimini, prenotazione hotel misano, Hotel pesaro, Hotel bellaria-igea marina…. per tutte queste chiavi il sito con le relative pagine, sino a ieri, era posizionato nella prima pagina di GOOGLE oggi parliamo in alcuni casi della 30esima, 40esima pagina…. Se riesci a capire il motivo te ne sarei davvero grato, tra l’altro è possibile che l’inserimento in alcune pagine dell’Adsense possa causare tutto questo? Grazie ancora della disponibilità…
    Ciao, Filippo

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    mi spiace per la penalizzazione.

    Come ti dicevo nel precedente commento, per fare un’analisi e valutare il sito ho bisogno di sapere il dominio e alcune parole chiave dove il sito era in prima pagina.

    Se non vuoi renderlo pubblico, puoi inviarmi una email a michele[at]prima-posizione[dot]it (naturalmente dovrai sostituire [at] con @ e [dot] con .)

    Grazie,
    a presto! 😉
    Michele

  • filippo scrive:

    Scusa ma mi sono dimenticato di scrivere il mio nome nel post delle 10.05 pm

  • Ahi... Ahi purtoppo è già accaduto scrive:

    Quello che temevo è accaduto… i data center di Google si sono allineati e purtroppo con la penalizzazione. Ora mi trovo in questa strana situazione, alcune pagine posizionate sono slittate dalla prima alla seconda pagina altre dalla prima alla 22, 23esima pagina e altre qua e là…. Inoltro se scrivo sul motore di ricerca di Google il nome del dominio.it lui mi appare in prima posizione….Ora come faccio a capire il problema e quindi a che cosa è dovuta la penalizzazione… tutto sommato non mi sembra di avere fatto cose gravi. Mi puoi suggerire una procedura per uscire dalla penallizzazione? Grazie te ne sarei davvero grato…
    Ciao e buona notte… per me sono certo non lo sarà!

  • Filippo scrive:

    Grazie mille per la tua risposta, seguirò il tuo consiglio… speriamo che tutto si risolva… da solo..
    Ciao e Buone feste

  • dechigno scrive:

    Ciao Filippo,

    a mio avviso dovresti monitorare la situazione per alcuni giorni (facciamo fino a settimana prossima).

    Se progressivamente vedi che i datacenter si aggiornano con nuovi posizionamenti (cioè che le tue pagine non sono più presenti in SERP), molto probabilmente la nuova situazione verrà adottata da tutti i DC (quindi dovresti preoccuparti).

    Però può capitare che alcuni datacenter subiscano scossoni per poi tornare alla situazione precedente. Quindi, prima di intraprendere qualsiasi azione, il mio consiglio è quello di pazientare ancora qualche giorno.

    Poi eventualmente se i posizionamenti peggiorano, puoi postare l’indirizzo del tuo sito con alcuni esempi di keywords per le quali non si trova più in SERP e da li potremmo esaminare la situazione.

    Buon lavoro e buona fortuna 😉
    a presto!
    Michele

  • Filippo scrive:

    Ciao,mi serve una mano e un confronto… nel giorno di pasqua ho trovato una spiacevole sorpresa, del tipo che avevo molte pagine ben posizionate con parole chiave altamente competitive riferite al turismo, oggi in alcuni data center di google queste pagine sono introvabili mentre invece in altri le pagine sono sempre nelle stesse posizioni…. Le pagine non sono bannate nemmeno nei data center dove non compaiono più ma sembrano molto penalizzate.
    E’ possibile questo oppure mi devo aspettare che tra poco in tutti i data center scompaiono? in quanto tempo? come se ne esce da una situazione simile… ringrazio tutti per i consigli che mi vorrete dare… Grazie mille ragazzi

  • Christopher scrive:

    Vero anche quello che dici te ! Insomma, bisogna stare attenti 😉

    saluti

  • dechigno scrive:

    Ciao Christopher,

    scusa accettate! 😀

    Invece per quanto riguarda il tuo esempio è calzante.

    Ma ti rispondo con una domanda: “Da cosa si misura la qualità di un sito?”

    Dai backlinks? Non solo… anzi i backlinks sono una “conseguenza” della qualità dei contenuti del sito. Ed un buon sito deve mantenere nel tempo i propri contenuti validi, altrimenti si qualifica in modo quasi naturale.

    Se le tue pagine contengono outboundlinks devi assicurarti che questi link siano buoni, altrimenti qualcosina rischi.

    Poi non è matematico.. se prendi per esempio la directory più grande ed in trust del mondo (DMOZ) molto probabilmente nei suoi indici avrà qualche sito scaduto, riacquistato da uno spammer e bannato da Google.

    Ma non per questo la forza della directory è compromessa.

    Ciao! 😉

  • Christopher scrive:

    Ciao Michele, scusa per il linguaggio forbito :-/

    dunque, anche il tuo ragionamento e’ interessante, ma ora ti faccio una domanda:

    se io dovessi linkare un sito OK, diciamo.. ” a posto “… e se questo dopo un po’ si mette a fare spam per qualche assurdo motivo, io vengo penalizzato per un’ingiustizia. La situazione non e’ irreale perche’: la mia azienda ha nella sezione clienti, una grande quantita’ di links ai siti di altre aziende che hanno comprato da noi. Ora…io settimanalmente guardo se ci sono dei link morti, ma oltre non vado. Se uno di questi siti, cominciasse a fare spam, io verrei penalizzato, nonostante non centri nulla.

    🙂

    a presto

  • dechigno scrive:

    Grazie Christopher per il commento,

    anche se ho dovuto moderarlo in quanto sul mio blog esigo un linguaggio appropriato e non volgare.

    Tornando al commento, non sono d’accordo con la tua affermazione, perchè se io dovessi linkare un sito bannatto (quindi ritenuto SPAM da Google) significa che anche il mio sito ha qualcosa a che vedere con quel sito.

    Siti Trust linkano siti trust, siti SPAM linkano altri siti SPAM (questa in breve la politica di Google in questi termini).

    In base alle mie esperienze, non accade sistematicamente, ma con una buona frequenza.

    Grazie ancora,
    a presto.
    Michele 😉

  • Christopher scrive:

    “Backlink ad un sito Bannato (se il sito linka un sito già bannato, è probabile il ban ricada anche sul sito contenente il link)”

    Se fosse cosi’, questa sarebbe una Grande e Bella gaf made in Google.
    Non mi pare **assolutamente** un algoritmo giusto, anzi, completamente ingiusto.

  • […] 3) il sito non è penalizzato. Per verificarlo basta utilizzare alcune piccole query elencate in questo altro post (Capire se un sito è penalizzato su Google) […]

  • Andrea scrive:

    @lorenzo
    La case-history nel blog TSW di piersante paneghel, purtroppo non conferma la tua tesi, il ban o la penalizzazione purtroppo avviene in maniera più subdola e talvolta non è facilmente individuabile. Servono esperienza e controlli manuali a tentativi, come quello di Fradefra.

  • lorenzo scrive:

    un’altra tecnica e’ quella di controllare un servizio di statistiche e vedere gli accessi dimezzati se non peggio! 8)

  • […] è Michele Capitani, tra i giovani è uno dei miei preferiti; il suo articolo s’intitola: Google come capire se un sito è bannato o penalizzato – a Michele emetterò regolare fattura per il link a uno dei satelliti del suo network ( googlebot […]

  • fradefra scrive:

    Altro sistema, se non si può entrare nei tool, è cercare il sito con una chiave certa (come il suo nome) e poi con la url.
    Con la url un sito bannato esce sempre. Se poi non esce con null’altro, allora il ban è quasi scontato.

Lascia un commento