Gli 11 imprenditori più famosi di tutti i tempi (e ciò che li ha resi ricchi sfondati)

imprenditori-di-successo

 

Gli imprenditori più famosi della storia, dal passato al presente. Scopri come sono arrivati in cima.

Oggi condivido con voi una lista degli 11 tra i più famosi imprenditori della storia. Da Oprah a Hans Christian Anderson, ecco le storie di imprenditori del passato e del presente che hanno dovuto arrampicarsi fino in cima.

1. Oprah Winfrey

Credo che Oprah Winfrey abbia una delle storie “dalle stalle alle stelle” più sorprendente di tutti i tempi. Come forse ben sai, Oprah è l’afroamericana più ricca del Ventesimo secolo, e con un patrimonio netto di oltre 3 miliardi di dollari, è considerata probabilmente la donna più influente al mondo. Il suo incredibile successo è ancora più impressionante se si considera la sua infanzia difficile. Figlia di un’adolescente non sposata che lavorava come badante, Oprah crebbe nella povertà più estrema. La sua famiglia era a tal punto povera che da giovane a scuola veniva presa in giro perché indossava abiti fatti di sacchi di patate. Fu anche vittima di abusi sessuali da parte di membri della sua famiglia, cosa che discusse in TV con i propri spettatori durante un episodio speciale del suo programma.

La prima grande occasione per Oprah fu un posto alla stazione radio afroamericana locale. I dirigenti della radio furono impressionati dalla sua passione ed abilità oratoria, portando Oprah a giungere sempre più in alto nei ranghi fino a stazioni più grandi, ed infine facendola giungere in televisione.

 

È stato effettivamente Robert Ebert che convinse Oprah a firmare l’accordo che lanciò The Oprah Winfrey Show. E il resto, amici, è storia.

2. Walt Disney

Walt Disney iniziò come un ragazzo di fattoria che amava ritrarre come cartoni i cavalli dei vicini. Quando divenne più grande, Walt cercò un lavoro come vignettista per un giornale, ma il suo sforzo non ebbe successo e finì a lavorare in uno studio d’arte, dove creava inserti pubblicitari per giornali e riviste. Col tempo la sua carriera crebbe, e lavorò su pubblicità, si interessò all’animazione, ed infine fondò la propria agenzia di animazione.

La prima creazione di un personaggio originale di Disney fu Oswald il coniglio fortunato, che però era ufficialmente di proprietà di Universal Pictures, dal momento che all’epoca egli aveva un contratto con loro. Quando Walt se ne andò da Universal Pictures a seguito di un taglio di stipendio, si trovò a dover creare un’alternativa, e da qui nacque Topolino.

Disney ebbe un successo pazzesco con la sua agenzia di animazione, ma non era ancora soddisfatto. Era determinato a costruire il parco a tema più grandioso mai visto, dicendo a un collega, “Voglio che sia come nessun’altra cosa al mondo.”

Uno dei più grandi magnati dell’intrattenimento di tutti i tempi e con irrefrenabile spirito e impegno nella sua visione, Disney è indubbiamente una star leggendaria dell’imprenditoria.

3. J.K. Rowling

Oggi J. K. Rowling è un nome familiare per i fan dell’amata serie di libri, Harry Potter, ma Rowling non ha sempre avuto il tocco magico. Di fatto, J. K. Rowling era quasi alla fine della corsa prima che la sua gang di maghi e streghe disadattati la salvassero. Prima che il suo bestseller incantasse i lettori, J. K. Rowling viveva di assegni di disoccupazione, e faticava a sbarcare il lunario come madre single.

Si stima oggi che abbia un patrimonio netto di un miliardo di dollari. Si dice anche che sia presidente della Banca dei Maghi Gringott, anche se questo è una sorta di segreto presso i goblin.

Sapevi che alcune persone credono che J. K. Rowling abbia venduto l’anima al diavolo in cambio dell’ispirazione per Harry Potter? Quando hai così tanto successo da far credere alla gente che stai facendo affari col diavolo, stai andando piuttosto bene.

4. John Paul DeJoria

Oggi è conosciuto per i suoi prodotti per capelli Paul Mitchell e per la Tequila Patron, ma John Paul DeJoria iniziò dal basso. Americano di prima generazione, DeJoria nacque da genitori tedeschi e italiani. Fu mandato a vivere a Los Angeles in una casa-famiglia, e passò anche del tempo come membro di una gang di strada.

Quando inizialmente creò la John Paul Mitchell Systems, vendeva i suoi prodotti per capelli porta a porta e viveva nella sua macchina. Ne valse la pena, però – oggi la John Paul Mitchell Systems guadagna oltre 900 milioni di dollari l’anno.

John Paul DeJoria è la prova che le cose debbano peggiorare prima di poter migliorare.

5. Madam CJ Walker

Sarah Breedlove (anche nota come Madam CJ Walker) fu una donna stupefacente. È considerata la prima donna afroamericana negli Stati Uniti a farsi milionaria con le proprie mani.

Nata nel 1867, i suoi genitori e fratelli maggiori furono schiavi in una piantagione della Louisiana. Ella fu la prima della sua famiglia a nascere in stato di libertà (che tempismo!)

La Signora CJ Walker fondò la propria linea di prodotti di bellezza e per capelli, specificamente per donne di colore. Vide un mercato che non stava venendo soddisfatto, e creò una soluzione per un problema che nessun altro sembrava interessato a risolvere.

Come puoi immaginare, nel corso della sua vita dovette combattere con le unghie e con i denti per ogni gradino della scala. Donna intelligente, strategica ed intraprendente, ella incarna perfettamente lo spirito imprenditoriale (e lo fa con una gran pettinatura).

6. Steve Jobs

Non puoi certo stilare una lista di “imprenditori famosi” che si rispetti senza metterci dentro Steve Jobs. Jobs si ritirò dal college poiché la sua famiglia non era in grado di gestire l’onere finanziario della sua educazione. Egli continuò in via non ufficiale a seguire le lezioni, vivendo di pasti gratuiti al tempio Hare Krishna locale, e riportando bottiglie di Coca Cola vuote al riciclo giusto per guadagnare qualcosa. Jobs ringrazia il corso di calligrafia su cui si soffermò come ispirazione per il design rivoluzionario dei tipi di carattere e dei font presenti nel Mac.

Jobs andò avanti ed ebbe una carriera incredibile, fondando infine la Apple Computer Company assieme al suo amico d’infanzia nonché esperto di elettronica Steve Wozniak. Chiamato spesso “Il nonno della Rivoluzione Digitale,” Jobs cambiò per sempre l’industria elettronica di consumo. Al momento della sua morte il suo patrimonio netto era di oltre 8,3 miliardi di dollari, e la sua influenza si farà sentire per molte generazioni digitali a venire.

7. Andrew Carnegie

Solo sentire il nome di Andrew Carnegie riporta la memoria a sbadigli e sogni a occhi aperti dai tempi delle lezioni di storia alle scuole superiori. Quando andavo a scuola non avevo nessun interesse per Carnegie, ma oggi lo trovo un esempio di imprenditoria piuttosto sorprendente.

Carnegie ebbe una vita molto difficile, da giovane. Egli passò l’infanzia a lavorare in fabbrica, e di notte si sforzava di addormentarsi in modo da dimenticare la fame costante.

Carnegie in seguito arrivò a diventare sovrintendente per la Pennsylvania Railroad Company prima di fondare molte imprese proprie, delle quali la più di successo fu la Carnegie Steel Mill. Nonostante sia stato uno degli statunitensi più ricchi di tutti i tempi, egli è anche un esempio di classe di generosità.

Seguendo il proprio credo che “l’uomo che muore ricco muore disgraziato,” Carnegie donò quasi il 90 percento dei propri averi a diverse fondazioni ed enti benefici. La sua è comunemente considerata una delle benefattrici più grandi di biblioteche ed istituzioni educative di tutto il Paese. Grazie, Carnegie, per aver dato una seconda casa a noi ragazzi secchioni, che praticamente vivevamo in biblioteca.

8. Benjamin Franklin

Solo un imprenditore farebbe alcuni dei pazzi esperimenti coi quali era sempre occupato il vecchio Benny. Franklin è noto per aver creato il parafulmine, le lenti bifocali, e la stufa Franklin (sì, quest’ultima è stata forse un po’ un flop).

Come molti altri imprenditori famosi prima e dopo di lui, Franklin fu un uomo dai mille cappelli. Scienziato, tipografo, politico, inventore, autore, diplomatico, e abile uomo d’affari furono soltanto alcuni dei suoi tanti mestieri.

9. John D. Rockefeller

Anche se amiamo molto questi uomini della Gilded Age per essere stati così dannatamente ricchi, non si può dire che non abbiano fatto del bene con le loro fortune.

Uno degli individui più facoltosi di tutti i tempi, Rockefeller fu il figlio di un venditore ambulante. Mostrò presto talento imprenditoriale vendendo caramelle e svolgendo impieghi saltuari per i vicini, e poi divenendo il fondatore della Standard Oil Company. Non c’è proprio un business come il business del petrolio, e questo rese Rockefeller ricco sfondato.

Anche se Rockefeller viene accusato di aver fatto uso di losche pratiche d’affari per liberarsi della competizione, nell’arco della sua esistenza donò 500 milioni di dollari a cause filantropiche (cosa che venne ispirato a fare da Carnegie).

10. Hans Christian Anderson

La fiera determinazione e la mentalità intraprendente di Hans Christian Anderson lo rendono un altro grande esempio di imprenditore famoso.

Anderson crebbe povero, ma partì da solo per Copenaghen quando aveva 14 anni, dopo che un veggente gli disse che, nonostante delle sofferenze iniziali, sarebbe in seguito diventato famoso.

Quella predizione si avverò, in quanto Anderson dapprima cercò senza successo di diventare attore e cantante. Vedendo qualcosa di speciale in lui, il direttore del Royal Danish Theater lo prese sotto la sua ala e si occupò della sua educazione. Anderson fu preso in giro in modo terribile a scuola, importunato sia da studenti che da un odioso preside, e considerò quelli come i giorni più cupi della sua vita.

 

Dopo aver lasciato la scuola, Anderson iniziò a pubblicare i suoi scritti. Le sue fiabe divennero immensamente popolari e gli valsero infine la fama che gli era stata promessa da bambino. Non si dimenticò mai della sua povertà iniziale – La piccola fiammiferaia fu ispirato da come sua madre era costretta ad andare a chiedere l’elemosina per strada quando era una bambina.

Oggi Hans Christian Anderson è ancora molto amato, noto per le sue intense fiabe, molte delle quali sono state d’ispirazione per dei classici di animazione della Disney (che, bisogna far presente, hanno finali molto più felici rispetto ai racconti originali).

11. Bill Gates

Bill Gates è uno tra gli imprenditori più famosi della nostra epoca. Uomo più ricco al mondo, Gates ha un patrimonio netto stimato in più di 79 miliardi di dollari. Ha mantenuto il titolo di “individuo più ricco al mondo” per 16 degli scorsi 21 anni.

Cofondatore dell’azienda di software per PC più grande del mondo, Microsoft, Gates è stata una delle figure chiave della rivoluzione dei personal computer.

Gates mostrò interesse nella programmazione per computer fin dalla tenera età, passando ogni minuto del suo tempo libero a creare programmi sul terminale telescrivente che era stato donato alla sua scuola. Gates in seguito fondò Microsoft e sviluppò il sistema operativo Windows, che continua ad essere tremendamente popolare.

Bill Gates è conosciuto inoltre, come molti altri imprenditori famosi, per la sua attività filantropica, donando somme di denaro molto grandi a organizzazioni caritatevoli e progetti scientifici. Gates ha fondato la Bill and Melinda Gates Foundation nel 2000, fondazione filantropica privata dedicata alla riduzione della povertà, il miglioramento dell’assistenza sanitaria, l’incremento delle opportunità educative, e alla fornitura di accesso alla tecnologia in tutto il mondo. Gates stesso ha donato oltre 28 miliardi di dollari alla fondazione, per la quale continua a lavorare.

 

Questi imprenditori famosi ti hanno dato ispirazione? Forse il prossimo sulla lista sarai tu.

Scritto da    |   agosto 8th, 2016   |   Nessun commento

Lascia un commento