Esplorazione Utente su Google Analytics: vedi il comportamento di SINGOLI utenti

Sai che grazie a Google Analytics puoi ottenere informazioni ancora più precise sui tuoi acquirenti, come ad esempio quanto tempo naviga il tuo sito un utente in particolare, e quali sezioni visita, sia dal suo cellulare/desktop che dalla app? Sai che queste informazioni le puoi raggruppare per vedere percorsi individuali attraverso vari dispositivi, e scoprire che cosa ha fatto 1 singolo utente in particolare?

Vorresti sapere, ad esempio, come è arrivato sul sito l’utente che ha realizzato l’acquisto record della tua campagna di Natale?

Sì, è possibile! E no, non ci stiamo saltando le rigide politiche di privacy di Google :), semplicemente facciamo uso del rapporto Esplorazione Utente.

Guarda guarda…

esplorazione utente google analytics

Con questo rapporto puoi vedere, tra gli altri dati, il numero di sessioni di un particolare utente, il numero di acquisti storici che ha fatto sul sito (customer lifetime value) e a quale canale di promozione puoi ringraziare per averti portato questo fantastico cliente 🙂

Come faccio a vedere questi dati?

Esplorazione Utente ti mostrerà dati sui 10.000 migliori utenti del tuo sito. Il rapporto è disponibile nella sua formula base per quello che chiamiamo Client ID, ma puoi ottenere dati ancora più interessanti se utilizzi i chiamati User ID. In entrambi i casi, seguendo la politica di Google, non potrai identificare con nome e cognome, o altri dati personali, gli utenti di questo rapporto.

La differenza tra Client ID e User ID

Google analytics considera, per default, ogni dispositivo che si collega al sito come un “cliente” diverso, al quale associa un numero di identificazione (Client ID). L’utilizzo della funzione User ID permette di raggruppare le informazioni su visite, click, acquisti ecc. fatti attraverso vari dispositivi di uno stesso utente, sotto uno stesso gruppo di dati.

Quando un utente visiti il tuo sito loggato tramite navigatore in desktop o cellulare, o sull’app, puoi aggiudicarli un identificativo (user id), che non dovrà contere dati personali e che dovrà essere lo stesso per tutti i dispositivi di quel utente (userà stessi username e password per loggarsi sia dal sito su desktop che dall’app). Google Analytics, una volta configurata la funzione, ti mostrerà i dati sulla navigazione, comportamento sul sito/app e acquisti di quel particolare utente, su tutti i suoi dispositivi.

Così, col User ID, possiamo visualizzare i dati di Maria, che si è registrata al nostro sito dopo aver ricevuto una promozione via email, ha consultato il catalogo sempre sul cellulare e ha realizzato un acquisto dal suo computer desktop. Qualche giorni dopo, ha installato l’app sul suo tablet, da dove realizzerà successivi acquisti.

Come potrai intuire, questa funzionalità rappresenta tutto un nuovo punto di vista per esaminare i tuoi dati, e ti sarà di grande aiuto nell’identificare percorsi di conversione ed avere più chiare le leve che portano il tuo cliente ad acquistare.

Sul rapporto Esplorazione Utente, se non configuri gli User ID, vedrai gli ID Cliente di default assegnati automaticamente da Google Analytics ad ogni sessione. In questo caso, salta la sezione in seguito e vai subito a Visualizzare il rapporto Esplorazione Utente.

Come faccio a vedere i dati per utenti?

Attenzione: per poter utilizzare l’User ID, è necessario che l’utente sia loggato sul tuo sito/app. Se gestisci un ecommerce nella maggior parte dei casi già fai sì che l’utente si registri. In altri casi, come ad esempio su alcune app, l’utente deve associare il proprio account email per poter utilizzarla, ed in quel momento gli verrà associato l’userid che avrai configurato.

Clicca qui https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookies-user-id, o invia subito questo post a chi gestisce il tuo sito per scoprire come implementare gli UserID.

Dati UserID su Google Analytics
Anche se l’attivazione dell’User ID non esclude i dati delle “sessioni”, ti consigliamo di creare una nuova vista sotto la tua proprietà di Analytics per questa implementazione. In questo modo, mantieni una vista “vergine” con uno storico di dati consistenti nel tempo e sempre disponibile, se qualcosa non dovesse esserti abbastanza chiara suoi nuovi rapporti. Ricorda inoltre che sul rapporto Esplorazione Utente di questa nuova vista, verranno mostrati per le metriche relative agli userID, solo le visite per le quali è possibile stabilire un userid dell’utente, e non tutte le altre visite.

Inoltre, una volta attivata la funzione User ID non potrai disattivarla per quella vista, quindi a maggior ragione, crea una nuova vista, solo per questi dati, e mantieni come fino adesso la tua vista attuale 🙂

Visualizzare il rapporto Esplorazione Utente

Se non realizzi le implementazioni sopra, sul rapporto Esplorazione Utente, visualizzerai i dati per ID Cliente, che come abbiamo visto sopra, fanno riferimento a singoli dispositivi.

Se hai impostato gli User ID, potrai vedere i dati di uno stesso utente, su tutti i suoi dispositivi.

In entrambi i casi, all’interno del rapporto potrai visualizzare dati sul canale di acquisizione degli utenti (“come è arrivato sul mio sito l’utente con l’acquisto più elevato degli ultimi 15 giorni?”), la durata della loro sessione, gli acquisti realizzati o gli obiettivi completati.

Puoi visualizzare il rapporto Esplorazione Utente sotto la sezione Pubblico dei tuoi Rapporti su Google Analytics.

Buona esplorazione!

Scritto da    |   dicembre 24th, 2017   |   Nessun commento
Alba Lorente

Lascia un commento