Elenchi di Remarketing per Campagne di Ricerca in Adwords

Ebbene sì, perché gli elenchi per il remarketing non servono “solo” a fare campagne sulla rete Display! Adwords ti da la possibilità di aumentare le tue offerte di CPC per gli utenti che hanno già visitato il tuo sito e che cercano i tuoi prodotti su Google.

Se conosci già il funzionamento degli elenchi per il remarketing, ti consiglio di passare direttamente al punto C.
Altrimenti, continua a leggere perché partiamo dalla base:

A. Cosa sono gli elenchi per il remarketing?

Gli elenchi per il remarketing sono liste di utenti che hanno visitato il tuo sito. Ogni volta che una persona arriva sul tuo sito, o su una sezione specifica del tuo sito, Google Analytics rilascia un cookie in modo da “ricordarsi” che questa persona è già stata nelle tue pagine. In questo modo, puoi creare campagne e azioni pubblicitarie solo per queste persone.

Puoi creare elenchi generici o molto specifici, ad esempio una lista con tutti gli utenti che visitano il sito, oppure un elenco solo delle persone che hanno visto un determinato prodotto.

B. Come creo un elenco per il remarketing?

segmenti-pubblico-analyticsPer iniziare a raccogliere dati su questi elenchi, devi installare il tag di remarketing nel tuo sito e attivare la raccolta di dati per il remarketing dal tuo pannello di Amministrazione di Google Analytics. Una volta fatto questo, sempre sul pannello Admin di Analytics dovrai visitare la sezione Remarketing > Segmenti di pubblico, per creare una nuova lista. Durante questo processo ti verrà richiesto di associare i tuoi elenchi al tuo account Adwords, quindi assicurati di avere gli account collegati.

Come vedrai, puoi utilizzare molti criteri per definire un gruppo ampio o molto specifico di utenti: tutti i visitatori, solo i nuovi visitatori, utenti che hanno completato un acquisto, utenti che navigano da iPhone, utenti provenienti da annunci Adwords, utenti che hanno visitato la pagina del prodotto X… le combinazioni sono veramente tantissime 🙂

Devi poi scegliere una durata dell’iscrizione: quanti giorni vuoi che un utente rimanga nel tuo elenco di remarketing. La durata standard è di 30 giorni, ma puoi decidere di iscrivere gli utenti a liste di durata minore (utenti che mi hanno visitato nell’ultima settimana) o maggiore (utenti che mi hanno visitato negli ultimi 6 mesi).

C. Qual è l’uso degli elenchi di remarketing nelle campagne sulla rete di ricerca?

Adwords ti permette di impostare un aggiustamento alle tue offerte CPC per gli utenti che sono iscritti nelle tue liste di remarketing. Puoi quindi, ad esempio, alzare la tua offerta CPC del 20% solo e esclusivamente quando una persona che ha già visitato il tuo sito, cerca su Google il tuo prodotto.

In questo modo, incrementi la tua visibilità su un parco di utenti che già ti ha visitato e che magari adesso si trova più avanti nella fase di decisione di acquisto (prima guardo le alternative, dopo decido da chi acquistare).

Puoi impostare queste regole per l’incremento delle offerte a livello di gruppo di annunci (purtroppo non puoi ancora farlo a livello di campagna), e usare più di un elenco per il remarketing per ogni gruppo di annunci. Adwords ti permette di fare aggiustamenti alle offerte separati per ogni uno degli elenchi, per cui puoi sbizzarrirti e fare combinazioni tra elenchi di piccole e grandi dimensioni.

Per impostare gli elenchi di remarketing per campagne di ricerca Adwords, entra sul tuo gruppo di annunci e fai click su Segmenti di Pubblico. Clicca su +REMARKETING e seleziona Elenchi per il remarketing dalla sezione Targeting.

segmenti-pubblico-adwords

Aggiungi tutti gli elenchi su cui vuoi lavorare per quel gruppo di annunci e seleziona Solo Offerta, se stai semplicemente aggiungendo un aggiustamento a una campagna già esistente (quindi se mostri gli annunci in modo normale a tutti gli utenti e vuoi solo aumentare le offerte per i tuoi elenchi). Se invece vuoi mostrare questi annunci solo a persone nel tuo elenco di remarketing, seleziona Targeting e Offerta.

Una volta salvati i segmenti di pubblico, potrai decidere quanto vuoi incrementare le tue offerte per gli utenti che già hanno visitato il tuo sito. (Attenzione: gli aggiustamenti non sono disponibili se stai usando una strategia di offerta automatica).

Ora i tuoi annunci avranno più visibilità quando gli utenti a cercare per le tue parole chiave saranno persone che già hanno visitato il tuo sito in passato. Questo ti permetterà di raggiungerli più facilmente durante il processo decisionale e di proporti come alternativa. O se lavori esclusivamente su utenti che ti hanno già visitato, potresti pensare ad usare termini più generici che di solito per costi non puoi utilizzare ma che, ristretti al mercato dei soli utenti che già ti conoscono, possono portarti un elevato numero di conversioni.

D. Mi fai un esempio?

Pensiamo ad un negozio di regali online che, durante la campagna di Natale, decide di incrementare le offerte per le sue parole chiave in un 40% per tutti quelli utenti che hanno acquistato regali sul sito nell’ultimo anno. Sarebbe logico pensare che se qualcuno ha acquistato regali di compleanno o per il giorno della mamma da noi, abbiamo ottime possibilità perché faccia shopping natalizio da noi!

In questo caso, il negozio deve aver attivato un anno fa il segmento di pubblico relativo a “tutti i convertitori” con una durata dell’iscrizione di 365 giorni.

Una volta inserito questo elenco sulla campagna nella rete di ricerca, le offerte CPC aumenteranno automaticamente un 40% quando gli utenti che hanno fatto un acquisto sul sito durante l’ultimo anno, cerchino su Google le parole chiave che attivano gli annunci del sito di regali online.

E. Gli elenchi non funzionano!

Possono esserci vari motivi per i quali i tuoi elenchi di remarketing per le campagne di ricerca non stiano funzionando. Come prima cosa, assicurati di star popolando le liste di remarketing: vai sulla Libreria Condivisa in Google Adwords e visita la sezione Segmenti di Pubblico. Se c’è qualche problema, Adwords ti mostrerà un avviso.

Potrebbe essere che il tuo elenco sia troppo piccolo (ancora poche persone siano state aggiunte all’elenco). In questo caso, prova ad ampliare il segmento (es. da utenti che hanno visto un solo prodotto, passa a utenti che hanno visitato la categoria di prodotti) o aspetta ancora alcuni giorni finché il pubblico è più vasto.

Verifica che la strategia di offerta che stai utilizzando sia compatibile con gli aggiustamenti di offerta e che hai scelto correttamente se gli elenchi servono a determinare solo l’offerta o sia targeting che offerta del tuo gruppo di annunci, per il pubblico di remarketing.

 

Spero queste informazioni ti siano state utili e che riuscirai a sfruttare gli elenchi di remarketing per campagne di ricerca su Google Adwords, a presto!

Scritto da    |   novembre 14th, 2015   |   Nessun commento
Alba Lorente

Lascia un commento