Content marketing – quali strumenti abbiamo a disposizione?

Blog, e-book, news…questi e molti atri sono i tipi di contenuti che il web ci offre quotidianamente, e che molti di noi, da fruitori abituali della rete, siamo abituati a trovarci davanti, essendo in grado – quasi sempre – di distinguere tra contenuti di qualità e davvero interessanti e articoli prettamente pubblicitari, per non dire addirittura spammosi.

Questa differenza, ossia quella tra la creazione di contenuti che siano davvero in grado di fare presa su di un pubblico targetizzato, e la pubblicazione di testi meno rilevanti e interessanti, ci dice se ci troviamo di fronte, o meno, ad una buona opera di content marketing.
Anche se si tratta di un termine popolare già da qualche tempo, iniziamo col darne una semplice definizione anche per i meno esperti: il content marketing altro non è che una strategia di marketing che consiste nel creare e pubblicare contenuti di valore, rilevanti e pertinenti, allo scopo di attirare e fidelizzare un determinato pubblico.

Il focus, nel content marketing, non è quindi sulla promozione di un’azienda e dei servizi e prodotti che offre, ma più che altro sull’istruire clienti potenziali e non sul nostro settore, diventando quindi un punto di riferimento autorevole e guadagnandosi la fiducia del pubblico, che con tutta probabilità ci premierà.

Gi strumenti a disposizione del content marketing sono diversi, vediamone alcuni:

– BLOG: abbiamo già parlato di come un blog, per un’azienda, possa essere utile da diversi punti di vista. Uno dei motivi per i quali è consigliabile per un’azienda avere un blog è proprio quello di “evangelizzare” il pubblico sul proprio settore, inserendo dei contenuti pertinenti e di valore, che ci permettano di diventare un punto di riferimento all’interno del web. Costruire e popolare un blog in quest’ottica rientra sicuramente in una possibile strategia di content marketing.

– E-BOOK: negli ultimi anni anche in Italia si è assistito ad una crescita del mercato dei libri digitali, apprezzati soprattutto per il prezzo contenuto e per la maggior facilità di trasporto rispetto alle versioni cartacee. Secondo l’ISTAT, in particolare, in Italia nel 2014 5 milioni di persone hanno scaricato libri online, con una crescita che sembra andare controcorrente rispetto alla tendenza a leggere sempre di meno che gli italiani stanno mostrando di avere negli ultimi anni. Investire in questo senso, pubblicando anche in questo formato dei contenuti interessanti e pertinenti per il nostro settore, significa aumentare la propria autorevolezza e accrescere il grado di fidelizzazione col proprio pubblico.

– WHITE PAPER: il white paper, o libro bianco, è un documento stilato da un’azienda per dare informazioni dettagliate su un determinato tema o problema che concerne l’azienda stessa e il suo settore di riferimento. Non si tratta quindi di un articolo promozionale o di una semplice presentazione aziendale, ma di un contenuto che tratta in maniera molto approfondita un tema legato al settore dell’azienda da cui scaturisce. Il white paper può quindi essere dedicato non solo a un prodotto, ma a un settore di mercato, a una nuova tecnologia, a una tematica economica e sociale, e viene redatto allo scopo di dimostrare la competenza di un’azienda nel proprio settore, sottolineandone la capacità di coglierne le problematiche ma di proporre anche delle soluzioni.
Per il suo carattere prettamente informativo, il white paper non è destinato solo ai clienti, ma anche a giornalisti specializzati e alla forza vendita dell’azienda stessa.

Blog, e-book, white paper sono solo alcuni dei mezzi che abbiamo a disposizione per arricchire la nostra strategia di content marketing. E voi quali preferite? Ne usate degli altri?

Scritto da    |   giugno 6th, 2015   |   1 Commento
Francesca Tessarollo

One Response to Content marketing – quali strumenti abbiamo a disposizione?

Lascia un commento