Comunicazione strategica e gestione dell’immagine associativa

Giuliano De Danieli introduce il discorso della strategia di comunicazione dicendo che è quella che ci permette di raggiungere gli OBIETTIVI. L’esempio calzante è quello di un neonato che ha un’esigenza, l’unica cosa che può fare per attirare l’attenzione è quella di urlare e piangengere.

Giuliano continua con alcuni esempi di comunicazione strategica come le famose pubblicità di BENETTON e alcune associazioni di categoria molto aggressive dal lato della comunicazione.

Ma cosa significa comunicare strategicamente?

Semplicemente, trovare i mezzi promozionali e di rapporti collaborazionali per raggiungere gli obiettivi prefissati. Bisogna quindi fare un’analisi preliminare e percorrere quindi una strada per ottenere i RISULTATI definiti.

Lo schema è riassumibile in questi semplici steps:

  1. Identificazione del TARGET di riferimento
  2. OBIETTIVI prefissati della comunicazione strategica
  3. Elaborazione del MESSAGGIO
  4. Individuazione dei CANALI di veicolazione della comunicazione
  5. Definire un BUDGET
  6. Definizione del MIX PROMOZIONALE
  7. Misurazione del RISULTATO

Giuliano riporta un esempio di comunicazione strategica di un’azienda americana specializzata nella commercializzazione online di scarpe:  zappos.com. Questa azienda ha basato il proprio successo su due fattori principali: ASSISTENZA al CLIENTE 24/7/365 e soprattutto la possibilità di RESTITUIRE I PRODOTTI entro 365 giorni dall’acquisto.

Scritto da    |   febbraio 3rd, 2010   |   Nessun commento
Michele De Capitani

Lascia un commento