Come rilevare la posizione media e le performance della SEO su Google?

COMUNICAZIONE IMPORTANTE A TUTTI I CLIENTI (E NON) DI PRIMA POSIZIONE

Nuovi report sulle parole chiave mediamente posizionate in prima pagina su Google

Circolare informativa 02/2014

In relazione alla precedente circolare informativa 01/2014 del 12 febbraio 2014 relativa al concetto di “Posizione Media in Google”,

INFORMIAMO

che la stessa società californiana, tramite l’integrazione del servizio “Google Webmastertool” con “Google Analytics” permette la visualizzazione e la manipolazione dei dati relativi all’Ottimizzazione per i motori di ricerca in particolar modo delle “Query” (ricerche) e ne espone la posizione media nelle proprie SERP (Search Engine Result Page = pagina dei risultati delle ricerche). 

Questa nuova opportunità permette quindi di sostituire con dati ufficiali (fonte Google) e puntuali i  “classici report” di posizionamento che si basano sul fotografare la SERP in un determinato momento (mensile), già sospesi nella loro consegna nel mese di febbraio.

COMUNICHIAMO

Per quanto sopra, lo staff tecnico di Prima Posizione si è adoperato in queste ultime settimane per realizzare estrapolazioni e report atti a informare tutti i nostri clienti con frequenza prestabilita (mensile), dati semplici e chiari, dettagli fondamentali per monitorare la visibilità SEO (posizionamenti organici su Google) del proprio progetto web.

Ergo, dal prossimo mese (01 maggio 2014) in concomitanza della consegna via email del report “ANDAMENTO SINTETICO” di Google Analytics, forniremo ulteriori due documenti informativi sul monitoraggio:

  1. Parole posizionate mediamente in 1° pagina su Google: rappresenta in forma tabellare le parole chiave mediamente posizionate in prima pagina su Google (in tutte le varie nazioni) nel mese precedente;
  2. Andamento della visibilità su Google: mostra i dati di sintesi “Posizione media”, “Impressioni” e “Click” a confronto col periodo precedente (mese vs mese-1)

COME LEGGERE I NUOVI REPORT

1] Report: parole posizionate mediamente in 1° pagina su Google

Parole chiave posizionate mediamente in prima pagina su Google

Fig. 1 – Esempio report mensile via email “Parole posizionate mediamente in prima pagina su Google”

  • A. Grafico andamento: il grafico mostra l’andamento delle impressioni (cioè delle visualizzazioni dei link al sito sul motore di ricerca Google) e il numero di click ottenuti sui vari links mostrati in SERP. Tutti i dati riportati, come indicato da Google Analytics sono da ritenersi parziali, quindi non completi.
  • B. Query: è la lista delle parole chiave per le quali le pagine del sito sono visibili in relazione alle ricerche eseguite dagli utenti su Google. Sono le parole chiave posizionate.
  • C. Paese: è la nazione relativa al motore Google utilizzato dall’utente (Google.it = Italia, etc.) per la quale la parola chiave ha totalizzato dei posizionamenti
  • D. Impressioni: sono le visualizzazioni ottenute dal sito per ogni specifica query, quindi le impression rappresentano la visibilità del sito in relazione alle parole chiave ricercate dagli utenti (con questo non è detto che il numero di impressioni sia il numero di ricerche eseguite dagli utenti su Google per quella determinata query di ricerca).
  • E. Click: rappresenta il numero di accessi al sito in relazione a quella specifica query
  • F. Posizione media: è il numero che rappresenta il posizionamento medio ottenuto dal sito per la relativa query di ricerca. Per dettagli sul calcolo della posizione media rimandiamo alla circolare 01/2014: http://blog.prima-posizione.it/la-posizione-media-di-google-come-valutare-la-seo-oggi/2014_6947/ In questo report, sono mostrate esclusivamente le parole chiave posizionate mediamente in prima pagina su Google, quindi con “Posizione media” ≤ a 10 (dieci posizioni organiche disponibili nelle SERP di Google).
  • G. CTR%: abbreviazione di Click Through Rate (tasso percentuale di click) e rappresenta in valore percentuale il rapporto fra click/impressioni per ogni query. Questo indicatore è utile per comprendere quanto la visibilità in SERP sia persuasiva e quindi in grado di attrarre visitatori al sito.
  • H. Righe: il numero di righe (nell’esempio 114) rappresenta il numero di posizionamenti in prima pagina di Google ottenuti dal sito nel periodo di analisi specificato (nel report il mese appena trascorso)

UTILITA’ DEL REPORT

Il report è utile per ottenere il numero dei posizionamenti in prima pagina su Google (H) e soprattutto la lista delle parole chiave per le quali il sito è altamente visibile su Google (B).

2] Report: andamento della visibilità su Google

Andamento della visibilità organica media su Google

Fig. 2 – Esempio report mensile via email “Andamento della visibilità su Google”

  • A. Grafico andamento di confronto: il grafico mostra l’andamento a confronto col periodo precedente (il mese precedente a quello di realizzazione del report) dei posizionamenti organici medi (nella prima pagina di Google)

UTILITA’ DEL REPORT

Il report è utile per ottenere l’andamento della “Visibilità media su Google” analizzando i dati di confronto di (in ordine di importanza): Posizione media (D), Visualizzazioni (B), Click (C) e CTR% (E). Da notare che il valore “Posizione media” più si riduce più è da considerarsi un indicatore positivo (infatti la il valore 3 indica la terza posizione, 2 indica la seconda, 1 indica la prima posizione che naturalmente gode dalla maggior visibilità in SERP).

CONCLUSIONI

I due nuovi report entrano di diritto nei documenti, valori e indicatori da analizzare mensilmente (insieme a tutti gli altri report già in essere) per valutare concretamente i risultati della SEO su Google, naturalmente per gli altri motori di ricerca valgono i report di Google Analytics classici (parole chiave e referral di provenienza del traffico). I report saranno quindi disponibili dal 1° maggio 2014 coi dati di Aprile. Lo storico è a disposizione su Google Analytics a partire da Gennaio 2014 nella sezione:

ACQUISIZIONE > OTTIMIZZAZIONE PER I MOTORI DI RICERCA > QUERY.

            La nostra assistenza clienti e il reparto tecnico, come di consueto, sono a completa disposizione per ulteriori chiarimenti in merito.

A tal proposito Prima Posizione Srl organizzerà seminari gratuiti di aggiornamento, per manifestare il proprio interesse invitiamo a scriverci a: [email protected]

Un cordiale saluto.
Prima Posizione Srl
www.prima-posizione.it

Scarica ora in formato PDF Scarica qui la versione PDF della Circolare Informativa 02/2014

Scritto da    |   aprile 28th, 2014   |   3 Commenti
Michele De Capitani

3 Responses to Come rilevare la posizione media e le performance della SEO su Google?
  • Paolo Di Maria scrive:

    Ciao Michele,
    ti chiedo un chiarimento a proposito della misura “Impressioni”.
    La popup di aiuto su Google Analytics riporta questa definizione: “Il numero di volte che un URL del tuo sito è comparso nei risultati di ricerca visualizzati da un utente, escluse le impressioni nella rete di ricerca AdWords a pagamento”.
    Non mi è chiaro però cosa Google intenda per “è comparso nei risultati di ricerca visualizzati dall’utente”.
    Le interpretazioni più immediate che mi vengono sarebbero, nell’ordine:
    1) in una qualsiasi posizione delle diverse liste risultati offerte da Google alla ricerca posta da quel browser, anche se in cinquantesima pagina;
    2) in prima pagina, considerando il fatto che -se non sbaglio- ogni utente può variare il numero di risultati visualizzati per pagina;
    3) in una pagina della lista dei risultati che l’utente ha comunque sfogliato.

    E’ una di queste tre o mi sfugge qualcosa?

    Grazie

    • Ciao Paolo,
      grazie per il commento e la possibilità di spiegare ancor meglio quanto riportato nel post relativo alla Posizione Media di Google. 🙂
      Le tue 3 ipotesi sono tutte valide.. personalmente ho interpretato il concetto di “impression” come:

      “Un utente col suo browser ha eseguito quella determinata QUERY e il tuo sito è stato VISUALIZZATO dall’utente, in quella determinata POSIZIONE”

      Quindi si avvicina molto alla tua ipotesi nr. 3… impression è quando un utente ha potenzialmente visto il tuo risultato ORGANICO su una SERP di Google. 🙂

      Spero di essermi spiegato,
      altrimenti sono qui. 🙂
      Un abbraccio.
      Michele

  • Alfredo Magri scrive:

    Grazie, mi è stato molto utile

Lascia un commento