Adwords per budget limitati: ridurre il CPC ed aumentare il ROI in meno di 5 minuti

Adwords è uno strumento ideale in questo periodo: investimenti solo se con alti livelli di ROI e risultati misurabili. Oggi voglio parlarti non di come deve essere la tua pagina di destinazione, o di come migliorare il testo dei tuoi annunci ti aiuterà ad aumentare il CTR. No, oggi voglio parlarti di come ridurre il tuo costo per click velocemente con i segmenti e la preferenza di posizione, che avevo menzionato nel mio post sulla certificazione Adwords e che qui applicheremo ad un caso reale.

Questi ti risulteranno particolarmente utili se, come tanti altri, ti trovi a causa di un budget limitato ad aver bisogno di campagne Adwords ad altissimo ROI, anche per volumi bassi (poche lead al giorno), che però ti facciano raggiungere il break even ogni mese.

Se non te la senti di investire di più, questo trucco ti aiuterà a raggiungere tassi di conversione più alti senza modificare annunci né pagine di atterraggio, in soli 5 minuti! Ecco come fare:

Segmenti Adwords:

In primo luogo voglio introdurti i segmenti Adwords. Questa funzionalità ti permette di analizzare i dati delle tue campagne in base ad ulteriori variabili al di là dei filtri. L’esempio che fa al caso di oggi è questo: Voglio vedere che differenza c’è in termini di conversioni quando il mio annuncio viene mostrato in alto nei risultati di ricerca vs sul lato destro della pagina.

Applichiamo un segmento. Dalla scheda Annunci della campagna, cliccando su Segmenta, otteniamo i valori relativi al numero di click, CPC e tassi di conversione dei nostri annunci in base a dove sono stati pubblicati nelle SERP.

segmenti-adwords

Vedo che il mio annuncio Adwords non solo ha un click through più alto (cosa che potevamo aspettarci) nella posizione superiore, ma mi costa anche meno e mi ha portato più conversioni durante questa settimana.

Se devo contenere al massimo i miei costi, vorrò sicuramente che il mio annuncio si pubblichi nelle posizioni più redditizie ed in questo caso, che ho rilevato anche essere, in media, meno costose (puoi rilevare la keyword che lo ha attivato per un’analisi più dettagliata).

Ok, e come faccio perché Adwords pubblichi il mio annuncio solo nella posizione in alto ai risultati?

Preferenza della posizione in Adwords

Tempo fa si poteva scegliere nelle impostazioni delle campagne se volevamo che i nostri annunci fossero pubblicati in delle posizioni o range di posizioni particolari. Questo ci dava un maggior controllo su quando e dove venivano pubblicati i nostri ads. Ci tengo a dire che quella era sempre una “preferenza” di posizione, e quindi Google Adwords non garantiva che ogni volta i nostri annunci fossero sempre nella posizione preferita.

Con la nuova versione purtroppo, questa opzione è sparita, però eccoci con una scorciatoia che ci permetterà di pubblicare, quando avremmo rilevato che ci risulta profittevole, i nostri annunci Adwords nelle posizioni più in alto (sopra i risultati o, nel peggiore dei casi, come primo a sinistra). Nel caso che abbiamo visto sopra, abbiamo osservato che gli annunci, che hanno ottimi punteggi di qualità (Adrank) si pubblicano già senza intervenirci nella maggior parte dei casi nella Top Search.

posizione-annunci-adwordsSempre sulla scheda Annunci, seleziona l’annuncio per il quale desideri stabilire la posizione preferita.

Clicca su Automatizza, lì troverai la sezione Creare Regola per Annunci. Selezionando Attiva gli annunci quando  ti si aprirà questa finestra:

Su Requisiti, seleziona Rendimento. Scegli poi Posizione Media e stabilisci come parametro migliore di 2.

posizione-annunci-adwords-2

In questo modo stai eliminando le visualizzazioni ed i click nelle posizioni al di sotto della Top Search che, analizzando i dati, non ti portano un ROI soddisfacente. Considera che questa operazione può ridurre significativamente il numero di click che ricevi, ma ha il potenziale di aumentare di molto il tuo ROI e quindi di fare andare i tuoi soldini dove effettivamente ti possano portare business 🙂

Questo tool ovviamente lo puoi usare anche in altri casi. Risulta utile se, ad esempio, sei convinto che gli annunci sotto la quinta posizione non siano mai cliccati dagli utenti. In questo scenario, hai visualizzazioni ma non ti cliccano ->il tuo CTR scende ->il tuo CPC medio aumenta. Questo può accadere in settori molto competitivi dove i primi risultati organici sono molto rilevanti e l’utente difficilmente andrà oltre il primo scroll.

Un secondo caso: se abbiamo determinato che la posizione dell’annuncio non è un fattore determinante dei click, potremmo scegliere di non pubblicare i nostri annunci tra le prime posizioni, risparmiano nel nostro costo per click.

Spero che questi due trucchi Adwords ti siano utili, come sempre se hai domande sono qui!

Alba

Scritto da    |   dicembre 8th, 2012   |   19 Commenti
Alba Lorente

19 Responses to Adwords per budget limitati: ridurre il CPC ed aumentare il ROI in meno di 5 minuti
  • simone scrive:

    ciao, sto provando ad impostare questa regola, il problema è che adwords mi chiede di impostare una frequenza in base a cui la regola deve essere applicata. Quindi se metto “ogni giorno” mi fa per forza selezionare un’ora specifica del giorno e da quello che capisco, quella regola verrà applicata solamente in quell’ora. Invece quello che vogliamo è che ogni volta che c’è una ricerca di un utente, adwords controlli se la posizione è quella indicata dalla regola, e in caso mostra o non mostra l’annuncio. Come si può fare in modo che la regola sia attiva sempre 24 ore su 24?

  • giulia scrive:

    sto aspettando una risposta. So che state lavorando, invece io sono ferma :(. Il problema é sorto al momento di eseguire il vostro consiglio sulla campagna adwords. A questo punto, devo pensare che davvero siete un virus, o qualcosa del genere, mai successa una cosa cosi. 2 anni in adwors, e mai una cosa del genere…sembra assurdo!!!!!!!!!!

    • Alba Lorente scrive:

      Ciao Giulia,

      Ti ho scritto una mail su gmail indicandoti l’indirizzo che dovresti inserire tra gli utenti con accesso all’account, in questo modo posso entrare e darci un’occhiata.
      In ogni caso strai tranquilla, se hai fatto le operazioni descritte nel post avrai al massimo bloccato la pubblicazione di una sola parola chiave o di un singolo annuncio, per l’intero account non è possibile fare questa operazione.

      Segui le istruzioni della mail e lo vediamo assieme 🙂

      A dopo!
      Alba

  • giulia scrive:

    il problema é che non capisco che cosa sia successo….davvero…..é incredibile, tutto fermo, le mie campgne, i mie annunci, niente viene piu pubblicato dopo il cambio che ho eseguito….per favore datemi una risposta, ho bisogno di sapere che cosa devo fare…grazie

  • giulia scrive:

    Mi potresti rispondere per favore? io lavoro con la mia agenzia, e sto perdendo un giorno intero di lavoro. Grazie

    • Ciao Giulia,
      grazie per la condivisione. 🙂
      Subentro nella discussione per assicurarti che Alba e tutto il team di Prima Posizione ti darà l’aiuto e il supporto di cui hai bisogno.
      Ci vuole solo un po’ di pazienza.. anche noi lavoriamo.. 😛
      Grazie e buona serata,
      a presto.
      Michele

  • giulia scrive:

    si sono sicura che é per questo motivo, perche sono online da 2 anni e non mi é mai successo, e giusto oggi, quando ho fatto questo cambio, immeditamente dopo non venivano piu pubblicati. Adesso é un bel problema per me, non puoi verificare tu stessa, entrando magari nel mio account, che cosa sia successo? ci possiamo sentire in gmail? la mia mail é: [email protected] Grazie

  • giulia scrive:

    si sono sicura che é per questo motivo, perche sono online da 2 anni e non mi é mai successo, e giusto oggi, quando ho fatto questo cambio, immeditamente dopo non venivano piu pubblicati. Adesso é un bel problema per me, non puoi verificare tu stessa, entrando magari nel mio account, che cosa sia successo? ci possiamo sentire in gmail? la mia mail é: [email protected] Grazie

  • giulia scrive:

    il problema é che ho fatto come dici, ma i miei annunci non vengono piu pubblicati…sono praticamente fermi…per favore aiutami, che cosa é successo? cosa devo fare??

  • giulia scrive:

    come si ritorna invece alla vecchia impostazione?????

    • Alba Lorente scrive:

      Ciao Giulia,

      Grazie del tuo commento 🙂
      Nel caso della visualizzazione dei segmenti, per tornare all’impostazione standard basta selezionare “Nessuno” dal menu a tendina sotto Segmenta.
      Per modificare le regole relative alla posizione, invece, fai click su Gestisci Regole all’interno di Automazione. Lì troverai l’elenco di tutte le parole chiave con regole associate, che puoi eliminare, mettere in pausa o modificare.

      Spero questo ti sia di aiuto, se hai problemi fammi sapere!

      A presto e grazie 🙂
      Alba

  • Matteo scrive:

    Articolo interessante… ho voluto provare subito 🙂
    Però ho un dubbio: c’è anche un parametro frequenza con un ora specifica del giorno, se la volessi sempre attiva dovrei fare 24 regole (una per ogni ora)?

    • Alba scrive:

      Ciao Matteo,

      Grazie mille del commento 🙂
      Hai varie alternative per stabilire gli orari della pubblicazione degli annunci senza dover fare ora a ora. Certo, puoi aggiungere all’annuncio A altre X regole compatibili, ma puoi anche settare una regola a livello di gruppi di annunci sempre attraverso automatizza oppure, cosa che preferisco, usare l’aggiustamento delle offerte in base agli orari, che puoi fare da Impostazioni della campagna.
      Inoltre, tipicamente non ci saranno differenze sufficienti tra ore consecutive per fare una regola per singola ora, quindi meglio determinare in quali fasce orarie tendi ad ottenere più e meno conversioni (usa i dati di Analytics), poi aggiusta le offerte per percentuale da Impostazioni>Impostazioni avanzate>Pianificazione degli annunci. In questo modo riesci anche a tenere tutto più sotto controllo 🙂

      A presto!
      Alba

  • Fabio scrive:

    grazie per la condivisione di questa utile info, complimenti per il sito

  • Raffaele scrive:

    Ottimo spunto, anche se i 5 minuti, vorrei proprio vederli 🙂
    In realtà bisogna fare prima un’attenta analisi poi metterla in pratica e poi analizzare i risultati e vedere se tornare indietro o meno, quindi i 5 minuti ti servono solo ad aprire il tuo excell dove hai tutti i dati 🙂

    • Alba scrive:

      Ciao Raffaele,

      Grazie del commento. Certo, gli interventi richiedono 5 minuti ma chiaramente lo step previo è capire come e quando funzionano al meglio i tuoi annunci. Per fortuna con campagne piccole (poco budget), se ti concentri molto sulla profilazione degli annunci e le parole chiave e li rendi rilevanti (puntando anche molto sulla geolocalizzazione), in poche settimane riesci a farti un quadro di cosa funziona al meglio, a quali ore e in quali posizioni.

      Poi alla fine l’analisi è sempre la cosa più bella di questi strumenti 🙂

      Grazie ancora e a presto!

      Alba