8 Buoni Propositi Adwords per il Nuovo Anno: Da fare oggi!

Cominciamo ogni nuovo anno sempre con le migliori intenzioni, convinti che questo anno sì, questo sarà l’anno in cui realizzeremo finalmente tutti i propositi che ormai ci portiamo indietro da un bel po’. Siccome la volontà è apprezzabile ma la mancanza di tempo e la procrastinazione ci giocano sempre malas jugadas, vi suggerisco 8 buoni propositi che riuscirete a compiere, addirittura prima della fine del mese, perché appena ne vedrete i risultati vi convincerete che adottare queste misure, al contrario che mettervi a dieta, è pienamente soddisfacente.

1. Rivedi frequentemente le tue campagne. Lo so, hai poco tempo, ma se investi del tempo nel creare una campagna che dopo non monitori e ottimizzi in base ai cambiamenti già non solo delle tue esigenze (che puoi controllare un po’ di più), ma del mercato, tutto lo sforzo di creazione della campagna è inutile.

2. Identifica tra i tuoi gruppi di annunci le parole chiave più redditizie e crea un gruppo per ognuna di queste. Il punteggio di qualità di questo nuovo gruppo salirà facendoti risparmiare (abbassando il CPC necessario per la pubblicazione) in una keyword già da sé profittevole.

3. Dedica almeno un’ora questa settimana a trovare parole a corrispondenza inversa da inserire nei tuoi gruppi di annunci. Sorprendentemente questa è una pratica meno estesa di quello che si potrebbe immaginare. Includendo parole a corrispondenza inversa (attraverso la formula –keyword) possiamo evitare la pubblicazione degli annunci a persone che non sono in assoluto interessate a comprare il nostro prodotto ma che cercano la categoria equivalente su internet. Esempio: la mia azienda è specializzata nel design, la stampa e la vendita al dettaglio di inviti di nozze. Con la corrispondenza inversa posso evitare che i miei annunci vengano pubblicati per ricerche del tipo “inviti matrimonio fai da te” o “inviti nozze gratuiti”. Usa Google Analytics per vedere se ci sono parole chiave non in linea con la tua attività che stanno arrivando tramite le tue campagne Adwords (Sorgenti di traffico>Sorgenti>Ricerca>A pagamento).

4. Crea gruppi di annunci per ogni tuo prodotto o linea di prodotto. Anche se hai un ampio catalogo, stabilisciti l’obiettivo di un prodotto al giorno, vedrai presto come la totalità della tua campagna beneficerà di una maggior segmentazione, facendo che il tuo punteggio di qualità aumenti e i tuoi costi si riducano.  Crea un gruppo di annunci con le parole chiave specifiche a quel prodotto e inserisci come URL di destinazione la pagina del tuo sito dove si trova la sua descrizione più dettagliata, vedrai che magia 🙂

5. Controlla che nessuna parola chiave non sia ripetuta in due gruppi di annunci diversi. Se includi la stessa keyword per due annunci diversi, questi saranno in concorrenza l’uno con l’altro per la pubblicazione, contribuendo ad alzare il costo necessario per la pubblicazione. Se hai diviso tutti i gruppi di annunci in base a specifici termini molti correlati tra di loro non dovresti avere questo problema.

6. “Se io trovassi questo annuncio, ci cliccherei?. Fatti sempre questa domanda prima di pubblicare i tuoi annunci. Se non è abbastanza convincente per te, sicuramente non lo sarà per gli altri.

7. Istalla il monitoraggio delle conversioni. Molti pensano che solo con un sito di ecommerce valga la pena analizzare il costo per vendita degli annunci, ma se sai (e non ho dubbio che tu lo sappia) quanto vale per te una richiesta di informazioni, una iscrizione a la newsletter o un download, dovresti controllare le conversioni per ottimizzare il tuo ROI. Fallo. Ora.

8. Utilizza le varie opzioni di corrispondenza. Per almeno ogni parola chiave con due termini prova a inserire sull’elenco di keywords le varianti a corrispondenza generica, “a frase” e [esatta]. Valuta poi in vase alle percentuali di click e alle conversioni generate se vale la pena investire in tutte o solo in una al fine di concentrare le risorse su quella più redditizia.

Buon 2012 a tutti!

Scritto da    |   gennaio 5th, 2012   |   2 Commenti
Alba Lorente

2 Responses to 8 Buoni Propositi Adwords per il Nuovo Anno: Da fare oggi!
  • Tutti ottimi consigli, solo un appunto sul punto 8:

    aggiungete anche la corrispondenza “generica Modificata”(+keyword), a mio avviso uno spettacolo 🙂

    • Alba Lorente scrive:

      Ciao Alberto,

      Grazie dell’aggiunta! Sicuramente utile per evitare lunghissimi elenchi di corrispondenze inverse e per raffinare un po’ le ricerche troppo generiche alle quali purtroppo a volte non possiamo rinunciare.
      Ne sembri molto soddisfatto, ci dai qualche dritta sui casi in cui ti è funzionata meglio? uno degli esempi più frequenti in rete è quello dell’ecommerce con vari brand.

      Grazie ancora e a presto!

      Alba

Lascia un commento